News ed eventi

News ed eventi

  • EMCO MAXXTURN 45: Miglior Performance – Miglior Prezzo

    EMCO MAXXTURN 45: Miglior Performance – Miglior Prezzo

    News
      Garantendo elevate prestazioni, il MAXXTURN 45 è la soluzione perfetta per la lavorazione completa ed economica. Possiede le giuste funzionalità per assicurare un significativo incremento della produttività. I sistemi di azionamento altamente dinamici aiutano a raggiungere questi obiettivi. Il risultato finale: vengono assicurate la precisione e la rigidità necessarie per la produzione di pezzi complessi in tornitura e fresatura.     La famiglia MAXXTURN è composta da sei modelli: MAXXTURN 25, 45, 65, 95, 110 e 200. Mentre i tre più piccoli torni universali ad alte prestazioni grazie al contromandrino rappresentano la soluzione perfetta per la lavorazione completa economica di pezzi da barra e da spezzoni, i MAXXTURN 95, 110 e 200, si concentrano sulla lavorazione di alberi e flange. Equipaggiata con asse Y, utensili motorizzati, un asse C di alta precisione ed elevate velocità di rapido, la serie MAXXTURN offre tutto ciò che il cliente desidera, non solo per la produzione di pezzi complessi con alta qualità, ma anche in maniera economicamente vantaggiosa. Vasta gamma di pezzi A seconda della tipologia di produzione, il MAXXTURN 45 rappresenta la base per una lavorazione efficace e precisa di una vasta tipologia di particolari. La gamma di pezzi che possono essere realizzati va da componenti idraulici/pneumatici, come anche particolari di motori e dell’industria automotive, fino a pezzi nel campo dell’ingegneria biomedica o nel campo della movimentazione dei materiali. Parti di cuscinetti, sono un altro piccolo esempio delle pressoché infinite possibilità.   Automazione su misura Per il carico e lo scarico pezzi automatico, è possibile equipaggiare la macchina di un caricatore orientabile. Questo accessorio estremamente compatto ed integrato, viene gestito direttamente dal controllo della macchina. L’eccellente combinazione dei movimenti, lineare e rotante, azionati da servomotori, garantisce una configurazione semplice e veloce. Risultato: anche i pezzi grezzi preformati possono essere inseriti in posizioni orientate nei dispositivi di carico. Una volta che la lavorazione è completata, i pezzi finiti vengono trasportati all’esterno della macchina tramite un raccoglitore di pezzi. EMCO offre diversi tipi di caricatori per la lavorazione da barra, compreso il caricatore di barre corte SL1200, come soluzione perfetta per l’alimentazione ed il carico automatici di barre tagliate a misura. I punti di forza della serie MAXXTURN Una delle caratteristiche che contraddistingue l’intera gamma MAXXTURN, è l’asse Y integrato nella struttura della macchina. Questa soluzione garantisce massima stabilità, nonché la migliore precisione di lavorazione dei pezzi. Le ampie distanze tra le guide assicurano una tornitura stabile ed offrono all’operatore ulteriori possibilità di lavorazione completa. Il contromandrino compatto è un ulteriore punto di forza, i particolari vengo lavorati in seconda fase controllando l’orientamento angolare con estrema precisione. Questa caratteristica, riduce i tempi di lavorazione incrementando la produttività. La torretta utensili alloggia 12 portautensili VDI25. Ogni stazione può ricevere utensili motorizzati. Un servomotore alimenta sia gli utensili motorizzati che il movimento del disco portautensili. I portautensili, permettono l’inserimento facilitato dell’utensile con precisione ripetibile senza aver bisogno di ulteriori regolazioni. I clienti possono scegliere tra il controllo numerico SIEMENS (compresa interfaccia di dialogo ShopTurn) ed il controllo numerico FANUC (compresa interfaccia di controllo Manual-Guide-i). Dettagli tecnici / Il concetto di macchina MAXXTURN Basamento macchina Il basamento inclinato di 72° è il cuore della macchina. La costruzione in acciaio elettrosaldato estremamente rigida e compatta offre una base solida per la produzione precisa ed economica. I vantaggi dell’acciaio nei confronti della ghisa, si hanno da una parte con l’elevata rigidità, e dall’altra per un migliore controllo delle derive termiche della struttura. Per lo smorzamento ottimale delle vibrazioni e delle risonanze, che si producono naturalmente durante la fase di lavorazione, il basamento del MAXXTURN 45 è riempito con un materiale specifico anti-vibrazione. Il risultato è una migliore finitura in tornitura ed una estrema precisione durante il funzionamento. Il MAXXTURN 45 è dotato di guide a rulli senza usura e senza gioco. Perfette qualità di scorrimento e nessun effetto stick-slip, garantiscono la migliore finitura superficiale nella lavorazione dei particolari. Coperture lungo le guide, come anche le coperture telescopiche aggiuntive in acciaio inossidabile, incrementano la sicurezza e la durata operativa. Mandrino principale L’elevata potenza dell’elettromandrino unita alla curva di coppia ottimale, assicurano efficienza economica nel taglio di tutti i tipi di acciaio, come pure nelle lavorazioni ad alta velocità dell’alluminio. Il mandrino principale garantisce una capacità di barra fino a 45 mm di diametro (51 mm opzionale) ed è supportato da cuscinetti di precisione extra-large. Una fusione simmetrica con alette di raffreddamento assicura un’ottima stabilità termica. Contropunta Sul MAXXTURN 45 MY, la contropunta, scorre su guide a rulli e può essere posizionata automaticamente con una corsa di 510 mm. La punta girevole CM4 viene inserita nel cono della contropunta e può essere rimossa utilizzando un cuneo a pressione. Contromandrino I MAXXTURN 45 S/SM/SMY, sono equipaggiati con controtesta su cui è montato un’elettromandrino con le stesse capacità tecniche del mandrino principale e posizionato su una slitta che scorre su guide a rulli con una corsa di 510 mm. Il lavaggio interno alla linea mandrino assicura una presa sicura e precisa del pezzo, l’espulsore di pezzi finiti con corsa monitorata, assicura la rimozione sicura dei particolari finiti. Portautensili La torretta utensili con ingegneria a motore singolo offre lo spazio per 12 portautensili VDI25. Ogni stazione può ricevere utensili motorizzati. Un servomotore alimenta sia gli utensili motorizzati che il movimento del disco portautensili. L’operatore della macchina può regolare la velocità di rotazione in qualsiasi momento, utilizzando il potenziometro dell’avanzamento. La torretta può essere utilizzata su entrambi i mandrini ed è a logica bidirezionale. Ciò significa che prenderà sempre la via più breve quando ruota verso l’utensile successivo. Il portautensili, dotato di piastra joggling EMCO ed attacco DIN 5480, consente l’inserimento agevole dell’utensile con precisione ripetibile senza lunghe regolazioni. Asse C / mandrino principale (specifico del modello) L’asse C fa parte della dotazione standard della macchina. Il mandrino più essere posizionato con una risoluzione di 0.001°. Un encoder rotante senza contatto installato direttamente sull’asse mandrino, garantisce la precisione dell’asse C ed una fresatura accurata. Inoltre, il mandrino principale può essere bloccato nella posizione corretta usando il freno mandrino, per operazioni di foratura e fresatura. Asse Y (specifico del modello) L’asse Y è integrato nella dotazione standard della macchina ed è posizionato ad un angolo di 90° rispetto all’asse X. Sporgenze estremamente ridotte, sono la base per lavorazioni di tornitura e foratura, come pure di fresatura, molto precise. Azionamenti Azionamenti trifase altamente dinamici, in tutti gli assi lineari, con viti a ricircolo di sfere precaricate, forniscono elevate forze di avanzamento e posizionamenti precisi e di elevata ripetibilità. Sistemi di misura Sistemi di misura incrementale integrati nei motori in tutti gli assi lineari. Unità di bloccaggio L’unità di bloccaggio idraulica con una capacità di barra fino ad un ø di 45 mm, incluso un monitoraggio della posizione di bloccaggio tramite sistema di misurazione diretto. In questo modo, gli adattamenti meccanici che richiedono tempo, vengono sostituiti da una semplice regolazione in modalità Teach-In. Lubrificazione Il MAXXTURN 45 utilizza un sistema di lubrificazione centralizzato automatico, con lubrificazione ad impulsi per il risparmio del lubrificante, grazie al monitoraggio integrato di pressione e quantità. Dispositivo di raffreddamento Un’erogazione centralizzata del refrigerante attraverso l’interfaccia VDI sulla torretta ed attraverso i portautensili, assicura un raffreddamento ed una lubrificazione ottimale durante il processo di lavorazione. Uscite di refrigerante aggiuntive permettono la pulizia dei dispositivi di bloccaggio e dell’area di lavoro. Sistema idraulico Il sistema idraulico è un dispositivo compatto ad alta pressione con pompa e filtro, la pressione di bloccaggio può essere regolata in modo preciso, il che rappresenta un vantaggio per i pezzi sensibili alle forze di bloccaggio nel mandrino principale e nel contromandrino. Grazie alle sue dimensioni compatte, ha un ingombro minimo. Carenatura La carenatura della macchina è completamente chiusa. La porta è monitorata da interruttori di sicurezza per prevenire eventuali lesioni all’operatore e presenta un’ampia finestra di visualizzazione in vetro stratificato di sicurezza. Unità di raccolta pezzi finiti (opzionale) L’unità di raccolta pezzi finiti con azionamento pneumatico, rimuove i particolari finiti dal mandrino principale o dal contromandrino. I pezzi vengono trasportati delicatamente all’esterno dell’area di lavoro in un cestello. Pezzi finiti con dimensioni max.: lunghezza 120 mm; ø 45 mm; peso 2 kg. EMCONNECT Un assistente di processo digitale per l’integrazione completa delle applicazioni specifiche del cliente e del sistema per il controllo della macchina e del flusso di produzione, EMCONNECT interconnette e collega l’ambiente di produzione. Le sequenze operative si concentrano sull’utente e sulle sue esigenze, in modo da creare processi di lavoro più efficienti senza perdere di vista l’eccellente affidabilità della macchina. Con EMCONNECT, gli utenti possono accedere direttamente ad importanti funzionalità aggiuntive direttamente dal pannello di controllo, il che significa che è possibile accedere a tutti i dettagli, dati e sistemi importanti direttamente e centralmente sulla macchina. Il sistema modulare EMCO rende possibile implementare anche applicazioni specifiche di progetti del cliente in un modo straordinariamente flessibile. Perciò, EMCONNECT è la chiave per il processo di produzione ideale e per l’incremento della produttività. La gamma di app disponibili è continuamente incrementata. Ad esempio, è possibile scaricare l’opzione Shopfloor Data per la raccolta dei dati macchina ed operativi. Assicura il completo monitoraggio di tutte le macchine come anche l’organizzazione delle lavorazioni dell’intera produzione. Questo prodotto è caratterizzato in particolar modo dall’indipendenza macchina e manifattura e per l’accesso allo stato della macchina tramite smartphone o tablet PC. Per minimizzare al massimo i tempi morti della macchina, stiamo attualmente sviluppando l’EMCONNECT Data Service per la manutenzione preventiva. Dati tecnici MAXXTURN 45 Capacità barra max. [mm]                                                                             Ø45 (opzione: Ø 51) Velocità max. [giri/min] Mandrino principale                                                                                          0 - 7000 Contromandrino                                                                                                0 - 7000 Utensili motorizzati                                                                                           0 - 8000 Potenza max. [kW] Mandrino principale / contromandrino (Contromandrino o Fanuc)                  15 / 15 Corse max. [mm] X                                                                                                                      160  Y                                                                                                                      +40 / -30  Z                                                                                                                      510 Rapidi X/Y/Z [m/min]                                                                                     24 / 10 / 30 Numero di posizioni utensili                                                                        12 x VDI 25 Numero di utensili motorizzati                                                                    12 Modelli: • Scelta fra CNC Fanuc o Siemens • MT 45 MY: Contropunta, utensili motorizzati e asse Y • MT 45 S: Contromandrino, senza utensili motorizzati • MT 45 SM: Contromandrino con utensili motorizzati • MT 45 SMY: Contromandrino con utensili motorizzati ed asse Y   INFO: https://www.emco-world.com/it/contatti/emco-filiali.html   A proposito di EMCO EMCO, società di ingegneria meccanica con sede a Salisburgo, si colloca tra i principali produttori di macchine utensili in Europa. EMCO impiega attualmente circa 810 persone in un totale di 6 siti di produzione in Austria, Germania, Italia e Russia. L´azienda internazionale a conduzione familiare deve il suo successo a più di 70 anni di esperienza e competenza nel settore della costruzione di macchine utensili. Oggi, EMCO è sinonimo di soluzioni complete, personalizzate e automatizzate per la tornitura e la fresatura. Ulteriori informazioni sono disponibili online all´indirizzo www.emco-world.com  
    • 02.07.2020
  • La nuova sfida 2020 di Top Automazioni: magazzino robotizzato ARM

    La nuova sfida 2020 di Top Automazioni: magazzino robotizzato ARM

    News
        E’ ufficialmente entrato in produzione ARM, la nuova sfida per il 2020 targata Top Automazioni. Le isole robotizzate ARM sono ideate per automatizzare i processi di asservimento alle principali lavorazioni di ripresa abbattendo così i costi di manodopera e aumentando la produttività.    I PUNTI DI FORZA: INSTALLAZIONE SMART ADATTABILE SU QUALSIASI MACCHINA UTENSILE IDEALE PER SPAZI RIDOTTI.     ARM è il magazzino robotizzato “STAND-ALONE” compatto e pronto all’uso, dedicato a tutte le macchine utensili quali: TORNI, RETTIFICHE, CENTRI DI LAVORO, SEGATRICI, ecc ecc… DEFINITO “STAND-ALONE” IN QUANTO FACILE DA POSIZIONARE E AGILMENTE INTERFACCIABILE DA UNA MACCHINA ALL’ALTRA.   ARM è dotato del sistema di manipolazione antropomorfa FANUC, da sempre sinonimo di affidabilità e solidità, che garantisce la ripetibilità nell’approvvigionamento della nostra macchina utensile.  Il sistema di immagazzinamento garantisce una portata di 1000KG. La sua capienza standard è di 24 pallet dedicati (600mmx400mm). Lo standard nella manipolazione dei particolari è di 20 KG (modificabile in base alle esigenze). Non necessita di protezioni perimetrali grazie al Dual Safety Check di FANUC e ad un Laser Scanner ad alta sensibilità. Il sistema di magazzini verticali a carrello consente un facile utilizzo per l’operatore. La flessibilità nella configurazione e i numerosi accessori disponibili permettono di gestire un’ampia gamma di prodotti. Il sistema di manipolazione dotato di sgancio rapido assicura velocità e semplicità nell’attrezzaggio.   “Il SUO unico limite è la TUA fantasia…“     Per info e download clicca qui     Per il video clicca qui
    • 30.06.2020
  • La robotica collaborativa secondo FANUC: ripartenza e innovazione nei webinar dedicati alle PMI

    La robotica collaborativa secondo FANUC: ripartenza e innovazione nei webinar dedicati alle PMI

    News
                 29 giugno 2020 -  Il ciclo di webinar e formazione digitale promossa da FANUC Italiaprosegue con due appuntamenti dedicati alla robotica collaborativa e alla presentazione dei nuovi modelli CRX. I seminari online “La robotica collaborativa secondo FANUC” hanno come obiettivo quello di illustrare alle PMI i fondamenti dell’automazione collaborativa (che cos’è un cobot, caratteristiche distintive rispetto ai robot industriali tradizionali, specifiche tecniche e di sicurezza, applicazioni appropriate ed arricchite) e di fornire spunti di riflessione e casi pratici di utilizzo per aiutare le imprese a comprendere il valore aggiunto dei robot collaborativi. Gli interventi degli Application Engineer integreranno la presentazione della gamma di robot collaborativi FANUC CR, che comprende modelli con capacità di carico da 4 a 35 kg e diverse opzioni di sbraccio per soddisfare le più svariate richieste, e introdurranno in anteprima la nuova linea di cobot FANUC CRX.   CRX è la nuova serie di robot collaborativi sviluppata da FANUC proprio per venire incontro alle esigenze di automazione delle imprese che per la prima volta si approcciano all’automazione delle linee o che non hanno particolare esperienza pregressa con i robot, ma intendono approfittare dei vantaggi della produzione collaborativa in sinergia con il know-how degli operatori impegnati in produzione. I robot CRX sono caratterizzati da un design ergonomico, leggero e da un’inedita facilità di programmazione (con funzioni drag & drop da tablet), che consente di riconfigurare i layout delle linee e di riconvertire la produzione tempestivamente ed agevolmente. I 2 webinar del ciclo “La robotica collaborativa secondo FANUC” sono previsti lunedì 6 e 13 luglio alle ore 14:00. La partecipazione è libera previa iscrizione a questo link.   www.fanuc.eu
    • 29.06.2020
  • COMEV specialisti in tornitura dal 1958

    COMEV specialisti in tornitura dal 1958

    News
            COMEV, fondata nel 1958, vanta la più vasta gamma di torni paralleli tradizionali e cnc presente sul mercato. L’azienda ha oltre 40 dipendenti e uno stabilimento di 7000 metri quadri di cui 5000 coperti con un’area produttiva di 3500 metri quadri e un’area magazzino di 1500. La Comev ha prodotto più di 10.000 torni paralleli. Passione, serietà, competenza, qualità, continuità e servizio alla clientela caratterizzano la Comev spa. Un’azienda dove si progettano, si sviluppano e si costruiscono torni da oltre 60 anni, ponendo la massima attenzione alle richieste dei clienti. La lunga tradizione ed esperienza dei nostri dipendenti sono il vero valore aggiunto del prodotto e questo viene messo al sevizio dei nostri clienti.   Comev spa ha il proprio stabilimento in Toscana fra le province di Arezzo, Firenze e Siena. Fondata da 13 soci nel 1958 ha fatto della tradizione meccanica un bagaglio fondante della società per poter competere in un mercato dominato dalle aziende del Nord. Oggi, che nel settore del tornio parallelo purtroppo molti costruttori sono scomparsi dalla scena produttiva, Comev si propone come unico costruttore Italiano di torni paralleli con un’ampia e completa gamma di modelli. Progettazione, sviluppo, costruzione delle componenti, montaggio e assistenza diretta delle macchine sono le parti costituenti l’azienda, che oltre a costruire le macchine, le assiste direttamente in Italia e all’estero, in ogni sua componente: meccanica, elettrica, elettronica e software.   Parliamo adesso del modello Titano evo: Prodotto da Comev, Titano evo è un tornio parallelo a CNC conversazionale evoluto con ampio range di fori mandrino e lunghezze fino a 10 metri. Dotato di notevole potenza e velocità, caratteristiche non usuali in macchine di tali dimensioni, si utilizza nelle lavorazioni pesanti di precisione. Questo tornio si distingue altresì per l’estrema semplicità di programmazione, grazie al controllo esclusivo sviluppato da Comev e D.Electron da oltre 25 anni.   Maneggevole e affidabile, il tornio Titano evo è perfetto nella produzione che va dal pezzo singolo alla prototipazione e nella piccola media serie. Costruito con cura e componenti di prima scelta e già ricco di accessori di serie e opzionali, si presta per personalizzazioni anche evolute, per risolvere le particolari problematiche dove le macchine di serie non possono essere utilizzate.   Analizziamolo punto per punto: Testa La fusione monoblocco estremamente rigida, alloggia il mandrino montato su cuscinetti di altissima precisione per ottenere una precisione di marcia ed una rugosità di alto livello. Albero mandrino cementato e temprato, finemente rettificato, lubrificato ad olio con apposita pompa e sensore di flusso, alloggiato in una fusione termicamente stabile, dotato di cambio 3 marce automatico a comando idraulico.   Assi X e Z Dotati di viti a ricircolo di sfere rettificate ISO 5 precaricate a gioco 0 e montate su cuscinetti di precisione, hanno i relativi motori in asse alle viti stesse per garantire alta dinamica e rigidità. La serie Titano si fa notare per le prestazioni in accelerazione e velocità e potenza grazie alla speciale configurazione dei motori ad alta coppia. La lubrificazione delle viti e delle guide è garantita da una pompa ad alta pressione con distribuzione multipunto e valvole dosatrici che garantiscono una distribuzione uniforme dell’olio ed una bassa contaminazione del refrigerante. Tutti i cavi di alimentazione dei vari motori e dispositivi sono completamente protetti da guaine con grado di protezione IP 67.   Carro e carrelli Il gruppo carri ben dimensionato risulta rigido e stabile nelle varie lavorazioni. L’asse X opportunamente dimensionato consente la lavorazione del diametro ammesso sul banco anche con torrette a disco ad asse orizzontale. Le guide di scorrimento che agiscono sul banco sono dotate di materiale antifrizione incollato ed avvitato, rettificato e raschiettato. Tutti i carri e carrelli hanno lardoni conici di registrazione. I volantini di comando, continui ed ad alta risoluzione, all’interno della macchina consentono l’agevole manovra, mantenendo un approccio da tornio convenzionale.   Banco Subisce un trattamento di stagionatura naturale prima di essere avviato alla lavorazione. Temprato sulle guide superiori ed inferiori per una lunga durata e rettificato in un unico posizionamento su una moderna rettifica cnc. Fusione monolitica con appoggio totale a terra risulta essere estremamente rigido garantendo lavorazioni pesanti in assenza di vibrazioni. La particolare configurazione della 3 guida di appoggio consente di poter avere un vasto campo di lavoro del’asse X mantendolo rigido e stabile anche alla massima corsa, senza subire deformazioni.   Carenatura Completamente chiusa per garantire il contenimento di sfridi e refrigerante, è stata progettata per consentire il facile scarico e carico dei pezzi e l’attrezzamento oltre a garantire la sicurezza dell’operatore. Vetri di sicurezza con interno temprato, certificati, assicurano una perfetta visibilità della zona di lavoro.   Sicurezza Comev garantisce, da sempre, i più elevati standard di sicurezza delle proprie macchine con Dual Channel Safety System e Speed Manager integrati con PLC di sicurezza.   Controtesta Robusta fusione monoblocco con base registrabile, finemente raschiettata a mano per un perfetto accoppiamento con il banco, dotata di canotto cementato temprato e rettificato con sede cono Morse ed asola di estrazione, può essere comandata in modo convenzionale o idraulica. Dotata di spostamento motorizzato per un agevole posizionamento lungo il banco.   Controllo numerico CNC esclusivo Comev, sviluppato mettendo a frutto la nostra esperienza, ma soprattutto quella dei nostri clienti partner, che hanno contribuito in oltre 25 anni a realizzare un software unico a misura di operatore, che rende la programmazione e l’uso della macchina estremamente semplice, veloce e sicuro. Consente di lavorare a porte aperte nella modalità manuale e a porte chiuse in quella automatica. Dotato di programmi di diagnosi e teleassistenza per ridurre al minimo gli interventi e fermi macchina e per essere di supporto ai nostri clienti anche in fase di programmazione, scheda di rete connessioni USB. Aggiornabile nel tempo con le nuove prestazioni che vengono sviluppate e customizzabile per esigenze specifiche del cliente.   La fusione monoblocco estremamente rigida della testa alloggia il mandrino montato su cuscinetti di altissima precisione; l’albero mandrino, cementato, temprato e finemente rettificato, è lubrificato a olio con apposita pompa e sensore di flusso. Gli assi X e Z, dotati di viti a ricircolo di sfere rettificate ISO 5, precaricate a gioco 0 e montate su cuscinetti di precisione, garantiscono alta dinamica e rigidità. La serie Titano si fa inoltre notare per le prestazioni in accelerazione, velocità e potenza grazie alla speciale configurazione dei motori ad alta coppia. Il gruppo carri ben dimensionato risulta rigido e stabile nelle varie lavorazioni; l’asse X opportunamente dimensionato consente la lavorazione del diametro ammesso sul banco anche con torrette a disco ad asse orizzontale. Le guide di scorrimento che agiscono sul banco sono dotate di materiale antifrizione incollato ed avvitato, rettificato e raschiettato. Il banco, che subisce un trattamento di stagionatura naturale prima di essere avviato alla lavorazione, è temprato sulle guide superiori e inferiori per una lunga durata e rettificato in un unico posizionamento su una moderna rettifica CNC. La carenatura, completamente chiusa per garantire il contenimento di sfridi e refrigerante, è stata progettata per consentire facilità di scarico e carico pezzi e attrezzamento, oltre a garantire la protezione dell’operatore; vetri di sicurezza con interno temprato, certificati, assicurano una perfetta visibilità della zona di lavoro. I più elevati standard di sicurezza sono garantiti da Dual Channel Safety System e Speed Manager integrati con PLC di sicurezza. La controtesta è costituita da una robusta fusione monoblocco con base registrabile, finemente raschiettata a mano per un perfetto accoppiamento con il banco, dotata di canotto cementato temprato e rettificato con sede cono Morse e asola di estrazione; può essere comandata in modo convenzionale o idraulicamente   Gli altri modelli della serie Evo    Tornio Speed Evo Tornio Urano Evo         Tornio Serie Picodue Evo     Tornio Serie Picotre Evo       Tornio Urano Evo     Per informazioni e approfondimenti: vwww.comev.eu  
    • 27.06.2020
  • Informazione agli utenti da CMZ: lunette a seguire per la serie TD

    Informazione agli utenti da CMZ: lunette a seguire per la serie TD

    News
      Video   I torni delle nostra serie TD sono le macchine ideali per la lavorazione meccanica di questo tipo di pezzi. Questa gamma di macchine può integrare la funzionalità della lunetta a seguire ottenendo risultati eccezionali su alberi lunghi e sottili e consentendo di lavorare meccanicamente pezzi che non sarebbe possibile lavorare senza di essa. CMZ offre una grande flessibilità per personalizzare la macchina in base alle proprie esigenze. Ad esempio, è possibile configurare il numero e l’azionamento delle basi delle lunette. Nelle macchine con banco più lungo, si possono configurare fino a due basi con la possibilità di montare una o due lunette su ciascuna. Qualora si montasse un’unica lunetta, è possibile collocarla a destra o a sinistra della base. Per l’applicazione della lunetta a seguire, è necessario disporre di una macchina con una o due basi a lunette azionate tramite servomotore. Solitamente si configura insieme a una contropunta azionata idraulicamente e in alcuni casi “spostata” al fine di consentire alla lunetta di muoversi fino a posizioni molto vicine alla contropunta stessa. Alcune immagini esemplificative:     Mettiti in contatto con noi e ti aiuteremo a scegliere la macchina più adatta ai componenti che desideri produrre.  
    • 18.06.2020
  • Utensili innovativi e meeting ad alto valore tecnologico nel nuovo Tech Center di BIG KAISER in Svizzera

    Utensili innovativi e meeting ad alto valore tecnologico nel nuovo Tech Center di BIG KAISER in Svizzera

    News
        Ad accogliere i visitatori del nuovo Tech Center BIG KAISER a Ruemlang una parete con la storia dell´azienda svizzera.   Ruemlang, Svizzera – 5 giugno 2020 – BIG KAISER, leader mondiale nella realizzazione di utensili e soluzioni per lavorazioni meccaniche di altissima qualità e precisione, ha aperto il suo nuovo Tech Center nella sede centrale di Ruemlang, in Svizzera.   Non solo vetrina espositiva per i prodotti di BIG KAISER: il polo tecnologico ospiterà sessioni di formazione e aggiornamento, oltre a incontri e riunioni, nel pieno rispetto dei più attuali requisiti di sicurezza, favorendo ad esempio la visita individuale e la partecipazione in piccoli gruppi.   “La sede centrale di BIG KAISER è aperta e operativa, siamo lieti di accogliere i visitatori su appuntamento”, afferma Reto Adam, CEO di BIG KAISER. “A seguito dell’emergenza COVID-19, tutto il mondo dell’industria sta entrando in una fase che potremmo definire di ‘nuova normalità’. I nostri Clienti vogliono vedere i nostri utensili dal vivo, e nel nostro nuovo Tech Center potranno soddisfare ogni loro quesito in tutta sicurezza”.     In mostra le teste di alesatura che hanno fatto la storia di BIG KAISER, riferimento globale per le lavorazioni di alta qualità.   Ad accogliere i visitatori del Tech Center una intera parete illustra la storia di BIG KAISER, completa di informazioni sugli utensili da taglio e per alesare fin dalla AW 41 del 1954, la prima testa di alesatura con regolazione tramite due ghiere. La presentazione approfondisce poi le fasi di sviluppo che hanno portato alla più recente EWA 68 del 2019, la prima testa di alesatura che può essere regolata automaticamente tramite dispositivo esterno. Il Tech Center dimostra ampiamente le capacità dell´azienda che è oggi un riferimento nello sviluppo di sistemi di utensili digitali.   Nel corso degli anni, BIG KAISER si è infatti aggiudicata diversi riconoscimenti per i suoi innovativi sistemi di utensili, compreso l’ultimo Global industrie Award 2020 nella categoria “Production performance” proprio con EWA. Anche la testina EWE downsize, la più piccola al mondo, è stata nominata lo scorso anno per il Prodex Award, già vinto nell’edizione 2016 dalla testa di alesatura digitale EWE.     Esposti oltre 100 tra utensili e combinazioni di utensili, rappresentativi dei 20.000 prodotti disponibili a catalogo.     Tra le macchine installate nel centro tecnologico è presente il centro di lavoro CNC 5 assi DMU 50 di DMG Mori, equipaggiato con telecamera per la visualizzazione dettagliata su schermo esterno di tutti i particolari di lavorazione. La testa di alesatura EWA è attualmente in fase di test su questa fresatrice con l´obiettivo di sviluppare una piattaforma di controllo automatizzata da far girare su PC industriali standard, e di ottenere un sistema "plug and play" funzionante con le macchine utensili più recenti così come con quelle di generazioni precedenti. BIG KAISER sta lavorando a stretto contatto con i principali costruttori di macchine utensili per integrare il software di controllo di EWA direttamente sulla macchina utensile stessa.     Nel Tech Center è presente anche un centro di lavoro CNC 5 assi DMU 50 di DMG Mori, equipaggiato con EWA.     Nove isole espositive mostrano al pubblico più di 100 utensili e combinazioni di utensili, suddivisi in sette macrocategorie: alesatura di precisione, foratura, portautensili, utensili da taglio, teste angolari / mandrini ad alta velocità, utensili di tornitura e strumenti di misura, compresi i sistemi di presetting Speroni Essentia e Futura Tool.     Nove isole espositive suddivise in sette macrocategorie mostrano la leadership di BIG KAISER nelle lavorazioni di precisione.     La testina micrometrica digitale EWE Downsize è la più piccola testa di barenatura al mondo.   BIG KAISER Precision Tooling AG Fondata nel 1948, BIG KAISER progetta, produce e commercializza utensili sofisticati e soluzioni per lavorazioni meccaniche di alta precisione. Con 170 dipendenti a livello globale, le filiali BIG KAISER si trovano in Svizzera, in Germania e negli Stati Uniti. La gamma di prodotti, realizzata al 100% in Svizzera e in Giappone, comprende più di 20.000 utensili di precisione conformi ai più severi standard di qualità; tra questi: porta pinze, mandrini idraulici, teste di alesatura, taglienti e strumenti di misura. Azienda che da sempre anticipa le tendenze di mercato ponendo una particolare attenzione all’adesione ai principi di Industry 4.0 con un focus su innovazione, precisione e sicurezza, BIG KAISER sviluppa e produce autonomamente i componenti elettrici ed elettronici delle sue soluzioni, quali display digitali, sistemi di misura, e sistemi per il controllo e il monitoraggio via wireless degli utensili di barenatura e alesatura. BIG KAISER è parte del gruppo BIG Daishowa, che impiega 900 dipendenti nel mondo. www.bigkaiser.com/it    Visita virtuale Tech Center:    
    • 05.06.2020
  • Survey of AMB exhibitors produces an unequivocal result

    Survey of AMB exhibitors produces an unequivocal result

    News
          Next regular AMB to be held from 13 to 17 September 2022 / AMB Forum planned for September 2020 and 2021 / Exhibitors back the decision Although the exhibitor survey conducted by Messe Stuttgart clearly showed that there is no adequate basis for an AMB exhibition this year, there is definitely interest in a format in Stuttgart this autumn. Messe Stuttgart is therefore planning an AMB Forum for the first time in the present AMB week (14 to 18 September 2020). Featuring specialist industry-specific talks in the ICS International Congress Center Stuttgart, an accompanying table top exhibition and different matchmaking services, the Forum will bring together players in the industry who are interested in and need a platform in autumn. The next regular AMB will then be held in its regular cycle in Stuttgart from 13 to 17 September 2022. The new exhibition date creates planning security for every participant during the difficult economic situation at present. Messe Stuttgart actively included the exhibitors and the promotional supporters, i.e. the VDMA Precision Tools Association, the VDMA Software and Digitalisation Association, and the German Machine Tool Builders´ Association (VDW), in this important decision (see attached graph relating to the result). Roland Bleinroth, President and CEO of Messe Stuttgart emphasised: "The vote by the exhibitors gave us a clear mandate, thus enabling us to end the speculations surrounding the feasibility of AMB 2020. At the present moment in time with all the regulations relating to hygiene, social distancing or restricted travel possibilities and the current general economic conditions, an AMB such as we know it cannot be staged this year." According to Bleinroth, the current objective is to develop the new format of an innovative AMB Forum with all participants for September 2020 and 2021, and then plan and implement a successful AMB, International Exhibition for Metal Working, again in 2022. In the interest of the exhibitors, in the interest of the visitors and in a spirit of responsibility for the exhibition location and the economic region of Stuttgart. "The AMB Project Team is now closely involved in designing and planning the first AMB Forum, and is starting the preparations for AMB 2022," added Gunnar Mey, Department Director Industry at Messe Stuttgart. Mey emphasised: "Our objective is to produce a successful format together with the interested exhibitors. We are looking forward to the exchange of ideas and information with the industry in this respect and to the personal meetings in September." Comments by the industry on the next regular AMB in 2022 Markus Heseding, Managing Director of the VDMA Precision Tools & Measuring and Testing Technology Association: "The survey results show a clear opinion among all the exhibitors. In our discussions with the members we also received different replies which paint a similar picture. We are already looking forward to a successful AMB 2022 and will fully support the new AMB Innovation Forum." Prof. Claus Oetter, Managing Director of the VDMA Software and Digitalisation Association: "Since there is still no blueprint for decisions during the corona crisis, Messe Stuttgart once again followed the path of maximum customer orientation by conducting an exhibitor survey. The alternative format of an AMB Forum this autumn represents an opportunity to fly the flag as AMB in spite of the crisis." Dr. Wilfried Schäfer, Managing Director of the German Machine Tool Builders´ Association (VDW): "We very much appreciate the fact that Messe Stuttgart actively included our exhibiting members in the decision regarding AMB 2020. The exhibitors formulated their ideas with a majority of just under two thirds for the next AMB in 2022. We are very pleased that Messe Stuttgart is following this recommendation." Michael Blank, Director Marketing & Communication at the Ceratizit Group: "In my opinion, it is unfortunately still impossible at the moment to stage AMB 2020. However, the need for personal contact will come return. Postponing the exhibition to 2022 is therefore the right decision." Irene Bader, Director Global Marketing at DMG MORI: "Here at DMG MORI, we attach utmost priority to the health and safety of our employees, customers, suppliers and partners. For us as an international company, it is therefore not an option to stage AMB 2020 due to the numerous restrictions. Since AMB is a very well positioned exhibition, I welcome its postponement to 2022 so that it can be staged again in its regular cycle. This is the best solution in order to protect all participants in the current situation." Oliver Gühring, Gühring KG: "It is unfeasible to stage AMB this year. We are now hoping to be able to implement a fairly normal exhibition year in 2021 with a large number of existing events and then organise a successful AMB in 2022 with renewed strength." Steffen Nagel, NAGEL Werkzeugmaschinen GmbH: "An AMB 2020 in rubber gloves and masks, on half the amount of exhibition space with only a few exhibitors and visitors, is not in the interest of our customers and the success story that is AMB. We are therefore definitely in favour of holding the next AMB in 2022."   https://www.messe-stuttgart.de/amb/en/
    • 29.05.2020
  • German machine tool industry under great pressure

    German machine tool industry under great pressure

    News
        Frankfurt am Main, 29 May 2020. – Orders received by the German machine tool industry in the first quarter of 2020 were 25 per cent down on the same period last year. Orders from within Germany fell by 22 per cent. 27 per cent fewer orders were received from abroad.  "Global demand for machine tools fell sharply last year due to various challenging factors, but it fell still further at the beginning of the current year," said Dr. Wilfried Schäfer, Executive Director of the VDW (German Machine Tool Builders´ Association), Frankfurt am Main, commenting on the results. Only a proportion of the corona effect is currently visible in the books, he pointed out. It will take a few months before the full effect becomes apparent, explained Schäfer.          In the metal cutting sector, which serves a broad customer base, the decline in orders is more than double that of the more project-driven metal forming sector. Domestic business here in Germany is currently offering a small ray of hope. It rose by a surprising 4 per cent in March. This was mainly due to project business in the press-making segment. The only region in which orders were up in the first quarter was America, especially Mexico. This was due to automotive projects. Six of the top 15 markets posted increased order levels. These were the USA, Mexico, Russia, Japan, Canada and the Netherlands. "Russia was once the third largest market for our industry. Economic sanctions, however, have resulted in a sharp decline in business. It is all the more gratifying to see a revival from Russia in the current crisis," reported Schäfer. Sales revenue also fell – by 18 per cent – in the first quarter. "This is exactly in line with the 2020 forecast we issued in February of this year," Schäfer continued. "However, it is already apparent that the order figures do not reflect the full extent of the decline, which will eventually be even more severe. Capacity utilisation in the industry also fell significantly by 18 points to 64 per cent between January and April. We currently expect the situation to improve in the second half of the year, provided there is further scaling back of the lock-down arrangements and that production returns to normal. This will determine where the industry will be at the end of the year," he concluded.   VDW - German Machine Tool Builders´ Association Lyoner Straße 14 60528 Frankfurt am Main Germany www.vdw.de
    • 29.05.2020
  • BIG KAISER vince il Global Industrie Award 2020 con EWA, l’utensile completamente automatico per l’alesatura di precisione

    BIG KAISER vince il Global Industrie Award 2020 con EWA, l’utensile completamente automatico per l’alesatura di precisione

    News
      Ruemlang, Svizzera – 19 maggio 2020 – BIG KAISER, leader mondiale nella realizzazione di utensili e soluzioni per lavorazioni meccaniche di altissima qualità e precisione, si è aggiudicato il Global Industrie Award 2020 “Productive Performance” con EWA, il suo innovativo sistema automatizzato per l’alesatura di precisione.   La categoria “Productive Performance” riconosce le innovazioni che si concentrano principalmente sul miglioramento significativo e quantificabile delle metriche e delle prestazioni attraverso l´aumento della produttività. La candidatura di EWA ha avuto il supporto di Boulland-DPM, storico partner in Francia dell’azienda svizzera.     Giampaolo Roccatello, Head of Sales and Marketing di BIG KAISER, commenta: “Da oltre 30 anni Boulland-DPM rappresenta BIG KAISER in Francia, dove distribuisce i nostri sistemi di utensili. Siamo orgogliosi per questo riconoscimento prestigioso che attribuisce ad EWA un ruolo di pioniere nella trasformazione 4.0 delle fabbriche, e ringraziamo Boulland-DPM per la nostra proficua collaborazione continuativa”.   EWA è un prodotto intelligente completamente automatico per l’alesatura che non richiede l´intervento di un operatore. Consente di alesare in modo rapido e preciso, dal momento che non è più necessario fermare ripetutamente il processo per effettuare le misurazioni e regolare manualmente l´utensile. Questo non solo permette di risparmiare tempo, ma riduce anche al minimo gli scarti di materiale dovuti ad errori derivati dalla regolazione manuale.   Istituiti nel 2018, i Global Industrie Awards (GIA) sono solitamente annunciati in occasione della fiera Global Industrie, che attira 2.500 espositori e 45.000 visitatori da tutto il mondo. I premi riconoscono lo sviluppo di un prodotto, di un servizio o di un´innovazione finalizzata al miglioramento delle prestazioni industriali, all´ottimizzazione degli strumenti di produzione o allo sviluppo della responsabilità sociale d´impresa.   A causa dell´emergenza sanitaria da Covid-19, l´edizione 2020 della manifestazione è stata annullata. Gli organizzatori della fiera hanno comunque annunciato i vincitori selezionati dalla giuria. Una cerimonia di premiazione si terrà a Parigi nell´autunno 2020.         Boulland-DPM Specializzata in accessori per macchine utensili, utensili da taglio e utensili manuali, Boulland-DPM distribuisce prodotti in tutti i settori dell´industria francese: automobilistico, aeronautico, medicale e micromeccanico. Boulland-DPM vanta una solida esperienza nella fornitura di soluzioni efficienti a stabilimenti di produzione e di assemblaggio, e assicura la migliot assistenza per tutti i tipi di progetti. Boulland-DPM distribuisce solo marchi di alta qualità di produttori che sono soprattutto partner su cui poter contare per soddisfare tutte le esigenze in fatto di prodotti, servizi e soluzioni per lavorazioni altamente specializzate. www.boulland-dpm.com   BIG KAISER Precision Tooling AG Fondata nel 1948, BIG KAISER progetta, produce e commercializza utensili sofisticati e soluzioni per lavorazioni meccaniche di alta precisione. Con 170 dipendenti a livello globale, le filiali BIG KAISER si trovano in Svizzera, in Germania e negli Stati Uniti. La gamma di prodotti, realizzata al 100% in Svizzera e in Giappone, comprende più di 20.000 utensili di precisione conformi ai più severi standard di qualità; tra questi: porta pinze, mandrini idraulici, teste di alesatura, taglienti e strumenti di misura. Azienda che da sempre anticipa le tendenze di mercato ponendo una particolare attenzione all’adesione ai principi di Industry 4.0 con un focus su innovazione, precisione e sicurezza, BIG KAISER sviluppa e produce autonomamente i componenti elettrici ed elettronici delle sue soluzioni, quali display digitali, sistemi di misura, e sistemi per il controllo e il monitoraggio via wireless degli utensili di barenatura e alesatura. BIG KAISER è parte del gruppo BIG Daishowa, che impiega 900 dipendenti nel mondo. www.bigkaiser.com/it 
    • 19.05.2020
  • Design compatto, portata elevata e sbraccio esteso: il nuovo robot SCARA di FANUC offre la miglior robustezza e agilità della sua categoria

    Design compatto, portata elevata e sbraccio esteso: il nuovo robot SCARA di FANUC offre la miglior robustezza e agilità della sua categoria

    News
        Il carico utile elevato, la lunghezza del braccio e l´inerzia del polso fanno del robot SR-12iA una scelta efficace adatta a diverse industrie e applicazioni.     FANUC estende la sua gamma di robot SCARA introducendo un nuovo, potente modello con payload da 12 kg e lunghezza del braccio di 900 mm. SR-12iA va ad aggiungersi alla famiglia SR che già comprende i robot SR-3iA e SR-6iA, rispettivamente caratterizzati da un carico utile di 3 e 6 kg. In combinazione con un´inerzia del polso di 0,30 kgm2 e un ingombro ridotto, SR-12iA apre nuove possibilità nei settori dell´assemblaggio e dell´imballaggio.   Il nuovo robot FANUC SR-12iA unisce prestazioni eccellenti ad una compattezza totalmente inedita. Gli SCARA, infatti, solitamente non possono vantare payload tanto elevati a fronte di un ingombro contenuto. Piccolo e leggero, il nuovo robot SCARA di FANUC soddisfa entrambi questi requisiti e si dimostra semplice da integrare in qualunque linea di assemblaggio.   Le sue dimensioni compatte di 280x364 mm e peso di 53 kg, e l’esclusivo sbraccio potenziato che riesce a raggiungere 900 mm assicurano la massima efficienza in termini di spazio e raggio d’azione, senza per questo imporre alcun compromesso alle prestazioni: il carico utile particolarmente elevato e l´inerzia del polso supportano pinze più grandi, e quindi l´assemblaggio di parti di dimensioni maggiori.   Il più robusto robot SCARA di FANUC ad oggi offre una forza di spinta massima di 250N, caratteristica questa che lo rende ideale per aree di business in crescita come quelle dei pannelli solari e delle batterie. SR-12iA conferma di poter soddisfare tutti i requisiti di assemblaggio ad alta velocità, garantendo un´elevata produttività totale dei pezzi a fronte di un design compatto.   SR-12iA si dimostra essere anche molto versatile, diventando protagonista di applicazioni diverse da quelle tipiche dei robot SCARA. Il carico utile elevato, l’estensione del braccio e l´inerzia del polso rendono questo modello una valida alternativa per le applicazioni di imballaggio. Se da un lato alcune applicazioni esigono l’impiego di un robot a sei assi, le semplici operazioni di prelievo e confezionamento non richiedono un riorientamento, quindi non c’è ragione di utilizzare i robot tradizionali per eseguire tali task. In questi scenari, un robot SCARA come SR-12iA, che offre un carico utile di 12 kg e copre un raggio d’azione di 900 mm, si dimostra essere del tutto sufficiente. Rispetto alle tradizionali unità di trasferimento in linea, il robot SCARA non solo è significativamente più piccolo, ma anche più efficiente in termini di costi. Ciò offre alle aziende l´opportunità di scalare adeguatamente le risorse secondo le proprie esigenze e casi d’uso.     Così come tutti gli altri modelli della serie SR, anche il robot SCARA SR-12iA è dotato del software e di tutte le funzionalità all´avanguardia di FANUC. Il movimento è gestito dal potente controllore R-30iB Compact Plus; integra inoltre lo strumento di elaborazione delle immagini iRVison, il software per la logistica iRPickTool, il tracking dei trasportatori, la connettività fieldbus, la sicurezza integrata e la maggior parte delle altre opzioni software.   Per consentire una facile configurazione e programmazione del robot, il modello offre iRProgrammer, l’interfaccia software di FANUC che funziona su tablet o PC e che è facilmente accessibile attraverso un browser web. Grazie a questo approccio assai intuitivo per gli operatori, il robot SR-12iA dimostra ancora una volta che la comprovata qualità ed il servizio FANUC nel mondo sono davvero alla portata di tutti.   Informazioni su FANUC FANUC Corporation è un produttore leader mondiale di automazione di fabbrica con sistemi CNC, robot, macchine utensili e presse (ROBODRILL, ROBOCUT e ROBOSHOT).  Fin dalla sua fondazione nel 1956, FANUC è all’avanguardia nello sviluppo di unità di controllo numerico per l’automazione delle macchine. Presente a livello globale con oltre 264 filiali e 7.000 dipendenti, FANUC offre ai propri Clienti un sistema efficiente e diffuso di vendite, supporto tecnico, Ricerca e Sviluppo, logistica e customer service.     https://www.fanuc.eu/it
    • 16.05.2020
  • I prodotti migliori, un artigianato d’eccellenza: Taiwan Excellence presenta la Conferenza Stampa e il Padiglione Virtuale dedicato all’industria della ferramenta e dell’utensileria.

    I prodotti migliori, un artigianato d’eccellenza: Taiwan Excellence presenta la Conferenza Stampa e il Padiglione Virtuale dedicato all’industria della ferramenta e dell’utensileria.

    News
        La conferenza stampa online del 12 maggio accende i riflettori sulle innovazioni dei vincitori del premio Taiwan Excellence mentre il padiglione dal design contemporaneo sfrutta la realtà aumentata per mostrare prodotti innovativi.    Taipei, 30 aprile 2020   Superando le sfide imposte dalla pandemia di COVID-19, Taiwan Excellence offrirà al pubblico internazionale un primo scorcio su alcuni dei prodotti di Taiwan più innovativi nel comparto hardware e fastener, durante la prossima Conferenza Stampa dedicata all’industria della ferramenta e dell’utensileria di Taiwan in programma in data 12 maggio alle ore 10.00 (fuso italiano). Subito dopo la conferenza stampa del 12 maggio, è previsto il lancio della piattaforma espositiva disponibile 24 ore al giorno e 7 giorni su 7: caratterizzato da un design in stile contemporaneo e da presentazioni-prodotto in realtà aumentata di 28 aziende taiwanesi d’eccellenza, il padiglione aprirà le proprie porte virtuali ai compratori internazionali e al pubblico in qualsiasi luogo e in ogni momento.   Nonostante la forte concorrenza internazionale – e in parte grazie al pensiero innovativo di Taiwan, alla precisione del metodo di lavoro e ad una filiera di approvvigionamento completa – il settore dell’hardware del paese sta guadagnando un forte slancio. Nel 2019, il valore dell’industria degli utensili ha superato quota 3,79 miliardi di dollari americani, portando Taiwan in una delle prime tre posizioni al mondo. La trasformazione del settore è evidente non solo per la sua transizione dalla tradizionale produzione OEM ad una più smart e attenta all’ambiente, ma anche per le sue applicazioni nel marketing digitale e nelle strategie di condivisione online, per ampliare le opportunità di business e realizzare l’immagine dell’eccellenza produttiva di Taiwan e della leadership globale della sua industria fastener e hardware.        I prodotti migliori, un artigianato d’eccellenza: Conferenza Stampa Virtuale Taiwan Excellence, 12 maggio   Ospitata da Simon Wang, Vicepresidente di TAITRA – Taiwan External Trade Development Council, la principale organizzazione per la promozione del commercio di Taiwan, la conferenza stampa virtuale di Taiwan Excellence dedicata all’industria della ferramenta e dell’utensileria accenderà i riflettori su questo settore in rapida crescita e su quattro vincitori del prestigioso premio Taiwan Excellence: Jing Fong industry Co., Ltd., Medical Intubation Technology Corporation (Mitcorp), Sheng Tai Brassware Co., Ltd. (Justime), and Air Tools Co., Ltd (Airboss).   Le migliori innovazioni di Taiwan nel comparto viti – bulloni – sistemi di fissaggio, esemplificate da queste aziende, saranno svelate in occasione della conferenza stampa online del 12 maggio prossimo.   1.     Jing Fong industry Co., Ltd.  – Dadi esagonali a coppia prevalente con flangia La nuova interpretazione di Jing Fong sul design di dadi e filetti standard migliora la tenuta senza lacerare i filetti, consentendo straordinarie prestazioni anti-allentamento e anti-vibrazione. Questo balzo in avanti nella sicurezza del guidatore ha spinto il produttore automobilistico tedesco Daimler a utilizzare la tecnologia del dado Jing Fong nelle proprie lussuose auto della gamma Mercedes Benz.   2.     Medical Intubation Technology Corporation – Videoscopio X2000 HD Questa serie di videoscopi è già stata esportata negli Stati Uniti e in più di 20 paesi in Europa. La tecnologia, originariamente utilizzata nell’endoscopia medica, consente ai tecnici delle riparazioni di auto e aerei di vedere all’interno del motore e diagnosticare i problemi, risparmiando i tempi di smontaggio ed evitando i rischi riguardanti la manutenzione. Ad esempio, il personale addetto alla manutenzione presso lo stabilimento di manutenzione della Ferrari in Italia, ha utilizzato un endoscopio industriale e ha esteso il tubo sottile nella parte anteriore del motore per indagare sul guasto attraverso lo schermo. Questi videoscopi generano un fatturato dai 4 ai 7 milioni di dollari per Medical Intubation Technology.   3.     Sheng Tai Brassware Co., Ltd. –Miscelatore monocomando per lavabo a parete JUSTIME YES 2 Vincitore del premio Taiwan Excellence 2020 e del Red Dot Award 2019, il rubinetto modernizzato di Sheng Tai è progettato come una colonna geometrica a forma di Y con linee agili e cerchi, risultando in una combinazione perfetta. Privo di ridondanze passate, presenta un aspetto accattivante con la composizione più pura e un nuovo design dell’impugnatura che utilizza tecniche del taglio dei metalli per aumentare la tenuta di coppia, presentando così una trama delicata.   4.     Airboss Air Tools Co., Ltd. – Chiave pneumatica per la regolazione dello scarico d’aria Eliminando la necessità di installare interruttori di controllo aggiuntivi, questa chiave pneumatica di alta qualità e di nuova concezione supera efficacemente le carenze e le limitazioni degli strumenti pneumatici esistenti, che non hanno la capacità di cambiare velocità e coppia una volta alimentati. Lo pneumatico ha molte applicazioni, come ad esempio la fabbricazione e l’assemblaggio di veicoli, locomotive e biciclette così da aumentare la capacità produttiva.   Registrazioni alla Conferenza Stampa Online e all’Esposizione Virtuale Per avere un “posto in prima fila” alla conferenza stampa online, Taiwan Excellence invita gli operatori e la stampa internazionali a registrarsi per tempo all’evento in programma martedì 12 maggio alle ore 10.00 (fuso italiano). Le adesioni sono disponibili al seguente link:   https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLScpslEuszfyNH899xpRwtlMy0woCDZLYCNumaHsGNZ4MWllNQ/viewform   La conferenza stampa verrà successivamente resa disponibile sulla pagina Facebook ufficiale di Taiwan Excellence (https://www.facebook.com/TaiwanExcellence.en), permettendo a tutti gli interessati di seguirla nel momento più conveniente.   Per maggiori informazioni sull’iniziativa, consultare il sito web dedicato: https://sites.google.com/taitra.org.tw/te-press-conference-05122020/%E9%A6%96%E9%A0%81?authuser=1         台北市110-12基隆路一段333號國貿大樓6樓Tel: (886-2)2725-5200, Fax: (886-2)2757-6291       6F,333 Keelung Rd, Sec. 1, Taipei 110-12    http: www.taiwantrade.com.tw                 Taiwan, Republic of China.                 E-mail: pr@taitra.org.tw  
    • 07.05.2020
  • COMUNICATO STAMPA P.E.I.: MOBILE ROLL-UP  Barriera di protezione avvolgibile

    COMUNICATO STAMPA P.E.I.: MOBILE ROLL-UP Barriera di protezione avvolgibile

    News
        Il Gruppo PEI è una delle più importanti aziende europee nel settore delle protezioni per macchine industriali. Durante questo periodo, gli uffici tecnici hanno continuato a lavorare e con l’esperienza nel campo delle protezioni hanno aggiunto al proprio catalogo MOBILE ROLL-UP SCREEN.                                Si tratta di un divisorio portatile che viene appoggiato a terra, si avvolge e si svolge con un meccanismo a molla, brevettato PEI. Ha una altezza di 2 metri e una larghezza 190 centimetri. E’ di facile montaggio e il suo posizionamento risulta immediato e sicuro. La barriera è un telo in PVC trasparente flessibile irrobustito da una rete di tessuto interno. A fronte dei circa 4 m2 di protezione estesa, quando la protezione è retratta diventa un tubo quado di circa 10 centimetri lungo 2 metri dal peso di appena 9 kg che può essere spostato facilmente da una postazione all’altra.     Video: https://www.youtube.com/watch?v=Qo1uz545g9A P.E.I. Protezioni Elaborazioni industriali S.r.l.: www.pei.it  - Tel. +39 051 6464811
    • 29.04.2020
  • Seco Tools amplia la gamma di portautensili Jetstream Tooling® tornitura ISO generica

    Seco Tools amplia la gamma di portautensili Jetstream Tooling® tornitura ISO generica

    News
      Seco Tools ha annunciato l’ampliamento della sua tecnologia Jetstream Tooling® Integrated (JETI) con una gamma completa di portautensili per tornitura ISO generica. Questa tecnologia caratterizzata da facilità d’uso e canali di adduzione del refrigerante integrati è in grado di aumentare drasticamente la vita utensile e allo stesso tempo diminuire i tempi di attrezzaggio e montaggio degli inserti, grazie a una nuova staffa a vite singola e all’assenza di tubi esterni.     Dirigendo il getto di lubrorefrigerante ad alta pressione direttamente sulla zona di taglio, la tecnologia JETI assicura un controllo superiore sia del truciolo sia della temperatura. Per un’ulteriore ottimizzazione del processo, i portautensili dotati di Jetstream Tooling® Duo presentano una seconda uscita del refrigerante inferiore che può essere attivata o disattivata a seconda dei requisiti di processo del pezzo. Di conseguenza, i produttori possono utilizzare parametri di taglio notevolmente più elevati senza alcun impatto sulla sicurezza di qualsiasi applicazione di tornitura ISO-S, ISO-M o ISO-P. La gamma estesa JETI per portautensili generici ISO, introdotta per la prima volta per i supporti MDT, X4, 150.10 e Snap-Tap®, comprende 182 nuovi prodotti per tutti i portautensili con misure in pollici, metriche e Seco-Capto™. Per maggiori informazioni sulla gamma completa di portautensili JETI ISO, puoi contattare il tuo rappresentante Seco Tools, oppure visitare la pagina dei portautensili JETI.   Con sede a Fagersta, in Svezia, e presente in oltre 75 Paesi, Seco Tools è un fornitore globale di soluzioni per lavorazioni ad asportazione di truciolo di fresatura, tornitura e filettatura, lavorazione fori e sistemi di utensili. Da più di 80 anni l´azienda offre ai propri clienti le tecnologie, i processi e l´assistenza necessari per massimizzare produttività e redditività. Per ulteriori informazioni sul contributo dei prodotti innovativi e dei servizi Seco per il successo dei produttori di tutti i segmenti industriali, visitate il nostro sito web www.secotools.it
    • 29.04.2020
  • Hwacheon Première: presentato il centro di tornitura Hi-TECH 750

    Hwacheon Première: presentato il centro di tornitura Hi-TECH 750

    News
        Con il nuovo Hi-TECH 750, HWACHEON espande la serie di centri di tornitura Hi-TECH con un altro peso massimo per la lavorazione di pezzi di grandi dimensioni. Il pesante basamento in ghisa di Mehanite (20-28 t), la torretta BMT 85 a doppia colonna e le guide larghe e lavorate con precisione sono gli elementi chiave per fornire una macchina per lavorazioni pesanti precisa e potente. La selezione di componenti di alta qualità da noti produttori combinata con un´alta percentuale di produzione interna degli assemblaggi meccanici - Made in Korea - sono le basi della nostra alta qualità e precisione. Configurazioni • Disponibili bancali con lunghezze di 2, 3 e 4 metri • Mandrino da 15-21 pollici (versione A) o 24 pollici (versione B) • Opzione con asse Y (corsa 200 mm) • Torretta BMT 85 estremamente ampia, perfetta per utensili molto lunghi. • Disponibile con FANUC 0i-TF incl. guida manuale o Siemens 828D incl. ShopTurn La torretta del centro di tornitura Hi-TECH 750 è larga 280 mm e ha 12 stazioni con supporti BMT85 per utensili motorizzati con una coppia fino a 210 Nm. La struttura a doppia colonna consente l´uso di doppi portautensili, per utensili molto lunghi, ed è quindi più stabile riducendo significativamente le vibrazioni. Ciò significa che possono essere utilizzati utensili con una lunghezza fino a 800 mm, che durante le lavorazioni vicino al mandrino non ostacolano il processo.   La nostra serie dei centri di tornitura Hi-TECH è caratterizzata da guide piane, prodotte manualmente con grande cura. Ecco come le nostre macchine raggiungono la loro alta precisione, scorrevolezza e durata. Questo, unito a componenti di alta qualità di noti produttori e una solida struttura, sono convincenti in tutte le aree di applicazione dove sono richieste elevata precisione, qualità superficiali e materiali impegnativi. Per informazioni Manival srl: info@manival.it  
    • 28.04.2020
  • Comunicato Stampa FEDERMACCHINE - L’appello di Lesce: “Ripartire subito. In sicurezza, ma subito!”

    Comunicato Stampa FEDERMACCHINE - L’appello di Lesce: “Ripartire subito. In sicurezza, ma subito!”

    News
        Per il Presidente di Federmacchine, ogni giorno perso è un danno letale per i produttori di beni strumentali, specialmente sul mercato internazionale         “Se andiamo avanti così il 2020 sarà davvero, anche in termini economici, l’annus horribilis” - ha dichiarato Giuseppe Lesce, presidente FEDERMACCHINE, la federazione che rappresenta i costruttori italiani di beni strumentali - commentando i dati appena elaborati dal Gruppo Statistiche della federazione per comprendere l’impatto attuale della crisi sulle imprese del comparto.   Secondo la rilevazione effettuata dal Gruppo Statistiche FEDERMACCHINE, nel 2020, l’industria italiana del machinery rischia di veder scendere il suo fatturato del 27% rispetto al dato del 2019. Ma da un’analisi più approfondita del dato, emerge che i settori che costituiscono il variegato comparto del bene strumentale sono stati toccati dalla crisi in modo a volte profondamente differente.   L’impatto più pesante, al momento, è quello rilevato dai costruttori di macchine utensili, robot e automazione che prevedono di chiudere l’anno con un calo del 36%. Di contro, chi ha sofferto meno sono i costruttori di macchine per il packaging, il confezionamento e l’imballaggio che stimano un calo di “appena” il 15% rispetto al fatturato dell’anno precedente.   La ragione di questo divario è presto detta: i costruttori di macchine per impacchettamento, direttamente inseriti nella filiera essenziale dell’alimentare, non si sono mai fermati.   “Quelle fabbriche - ha affermato Giuseppe Lesce - nel pieno rispetto della regolamentazione per la sicurezza, hanno lavorato; certo la domanda è stata evidentemente rallentata ma il lockdown del manifatturiero, come evidenzia il dato delle macchine utensili, pesa più del doppio sulla riduzione del fatturato. Per questo è necessario correre ai ripari e autorizzare la ripartenza del manifatturiero a salvaguardia non solo del singolo settore ma delle filiere”.   “Davvero le autorità di governo pensano che, tenendo chiuse le aziende per due mesi e soltanto con qualche garanzia finanziaria in più, potremo reggere e rimanere competitivi sul mercato internazionale dove competiamo con sistemi produttivi che non si sono mai fermati, come quello tedesco?”.   Dopo tre settimane di richieste attraverso i media, questo è l’accorato appello rivolto oggi a Confindustria e alle autorità di Governo dal presidente di Federmacchine che rappresenta un fatturato di 50 miliardi di euro (70% export) e un’occupazione di quasi 200.000 addetti e oltre 5.100 aziende sul territorio nazionale.   “Molte nostre aziende - spiega Lesce - sono in difficoltà, i competitor internazionali ci stanno sottraendo, ora dopo ora, quote di mercato e l’occupazione è a rischio. La politica non ci infligga il colpo di grazia continuando con questo atteggiamento attendista senza prendere decisioni. Le parti sociali hanno sottoscritto già da metà marzo un protocollo sui sistemi che mettono in sicurezza i luoghi di lavoro. Bene, applichiamoli a tutte le imprese, non si perda altro tempo”.   “A complicare le cose è poi il fatto che molti Paesi, in primis la Germania, principale concorrente dei settori che rappresento, stanno continuando o hanno già ripreso l’attività produttiva. Questo significa per noi una oggettiva erosione di quote di mercato faticosamente costruite nel tempo”. “E in un sistema come il nostro, fatto da una miriade di piccole e medie imprese profondamente connesse tra loro, è un terribile pericolo la chiusura di aziende del bene strumentale poiché esse hanno un ruolo centrale e strategico per tutto il sistema industriale del paese, detenendo il know-how tecnologico di gran parte dei settori industriali del made in Italy, know how che poi viene distribuito a tutta la filiera”.     “Chi produce macchine ed impianti condensa nei propri prodotti una lunga catena di competenze: progettazione meccanica ed automazione, materiali, componentistica, processi… E fa da stimolo a molti altri settori che poi operano, essi pure con successo, nei mercati internazionali. Stiamo mettendo a rischio tutto questo: un enorme patrimonio di uomini e aziende”.   Il Presidente di Federmacchine auspica quindi un ripensamento del governo e l’immediata riapertura di tutti i settori manifatturieri.   “Siamo pronti ad assicurare la completa sicurezza dei lavoratori – aggiunge Lesce – nel pieno rispetto delle norme sanitarie e dei protocolli di prevenzione ormai universalmente riconosciuti. Chi è in grado di assicurare gli standard di sicurezza richiesti, deve essere autorizzato a ripartire subito”.   Cinisello Balsamo, 22 aprile 2020  
    • 23.04.2020
  • Aperte le iscrizioni al corso on line Auton Sistemi/Tornitura

    Aperte le iscrizioni al corso on line Auton Sistemi/Tornitura

    News
      Iscriviti alla sessione on-line attraverso il form e partecipa ai seminari gratuito di giovedì 9/04/2020 e venerdì 10/04/2020 sulla #Tornitura con #ESPRITCAM Un’iniziativa, in collaborazione con Auton Sistemi - ESPRIT CAM atta a conoscere tutti gli aspetti tecnici e le novità dell´ultima release di ESPRIT e a distrarci un po’ da ciò che ci sta capitando. 📌 REGISTRATI: https://lnkd.in/e9fvE8Q Al termine del Webinar verrà rilasciato ai partecipanti il link per ottenere il codice sconto per usufruire della nostra promozione oppure una licenza Trial di 30 giorni di ESPRIT. *Il 5% dell’importo di un eventuale ordine verrà devoluto in sostegno al sistema sanitario scelto dal cliente tra una delle seguenti iniziative regionali: - Piemonte - Lombardia - Veneto - Emilia Romagna - Marche - Abruzzo  
    • 07.04.2020
  • WFL: Control 2.0 - Operator panels with many new features

    WFL: Control 2.0 - Operator panels with many new features

    News
      One of the most important elements of a MILLTURN has now been given a new look. However, not only has the appearance been updated, but also the internal components. One of the many aspects that determine the performance of machining centres is the potential of the control system. The IPC 477E Industrial Flat Panels are ideally suited for use as industrial monitors and boast fast response times for instantaneous screen updates. The MILLTURNs now come with control systems featuring an innovative multi-touchscreen version with 24-inch widescreen front panel in 16:9 format, as well as full HD resolution (1920 x 1080).             Another special characteristic is the fact that the display can be divided and various programmes can be displayed on multiple sub-sites. This allows functions such as iControl process monitoring, graphics, programs, statistics and real-time data to be displayed in parallel. All of this results in more effective work. The CrashGuard, CrashGuard Studio and Millturn PRO programs can be displayed in the header bar in a clearly structured way. The window below this is used to display information on axis loads, tools, the CrashGuard Viewer, axis movements in real time and much more. This provides operators with a large number of options for monitoring their manufacturing process.   The ergonomic solutions are also perfectly implemented in the new operator panel and offer operators many benefits. The more streamlined overall design means that the panel can be rotated 105 degrees around the vertical axis and the angle can be adjusted by 15 degrees. Space is also provided for special equipment such as displays or control units. The new operator panel is not only faster, but also more ergonomic, modern and clearly laid out. Moreover, it is rotatable and adjustable in height and therefore provides even better ergonomics. These attributes ensure the best working conditions for operators.   The following new features can be offered: 24“ multi-touchscreen display (1920x1080 resolution) Slim, modern design i5-6442EQ processor Windows 10 IoT 240 GB SSD Height-adjustable (220 mm) 15° tilt angle adjustment 105° swivel Additional options (additional display, control unit, etc.) External printer     WFL Millturn Technologies GmbH & Co. KG Wahringerstrasse 36 4030 Linz Österreich https://www.wfl.at/en
    • 07.04.2020
  • Modular QC Seco per semplificare la produzione di componenti di piccole dimensioni

    Modular QC Seco per semplificare la produzione di componenti di piccole dimensioni

    News
      Seco Tools ha introdotto i portautensili Modular QC per i produttori che vogliono migliorare la loro produttività nella lavorazione di componenti di piccole dimensioni. Il sistema consente una sostituzione rapida, semplice e precisa degli inserti grazie alla possibilità di rimuovere una parte dell’utensile e sostituire l’inserto all´esterno della macchina. I portautensili QC sono inoltre dotati della tecnologia Seco Jetstream Tooling® e Jetstream Tooling® Duo per un’efficiente evacuazione dei trucioli.                                                                     Seco QC Modular Toolholder       i tornitori possono anche utilizzare questo sistema per sostituire le testine di taglio e gli inserti con un secondo set per un´efficienza ancora maggiore. Alcune testine di taglio QC sono inoltre dotate di perni in metallo duro doppi per un preciso e duraturo posizionamento degli inserti. La tecnologia Seco Jetstream Tooling® dirige con precisione il liquido refrigerante ad alta pressione attraverso il portautensile QC verso la zona di taglio. Seco Jetstream Tooling® Duo, disponibile su alcune testine, aggiunge un secondo canale del liquido refrigerante sul lato inferiore della sede dell’inserto. Il secondo canale del liquido refrigerante può essere chiuso se necessario per una maggiore versatilità. I nuovi portautensili QC includono testine di taglio per tornitura ISO, scanalatura, filettatura e troncatura. I codoli sono disponibili in misure metriche di 1010 mm, 1212 mm e 1616 mm e in pollici da 0375", 050" e 0635". Per ulteriori informazioni sui portautensili Modular QC, è possibile contattare il funzionario Seco di zona oppure chiamare la filiale Seco più vicina.   Seco Tools Italia S.p.A. Via Roma 2 22070 Guanzate Co  
    • 29.03.2020
  • Comunicato Stampa SMC: Pinza magnetica per il trasporto di pezzi con superfici irregolari o forate

    Comunicato Stampa SMC: Pinza magnetica per il trasporto di pezzi con superfici irregolari o forate

    News
      SMC ha aggiunto la nuova pinza magnetica MHM per la manipolazione affidabile e sicura dei pezzi con superfici irregolari   SMC, azienda specializzata nella pneumatica, rilascia la pinza magnetica MHM che supporta nella movimentazione di pezzi con superfici irregolari offrendo una manipolazione affidabile e sicura e tempi ciclo ridotti che aumentano la produttività.   Con una forza di tenuta fino a 1000 N, MHM trattiene i pezzi anche quando l´alimentazione dell’aria viene arrestata, assicurando la massima tranquillità quando si tratta di movimentare i pezzi in modo affidabile e sicuro.  Inoltre, con una forza residua di 0.3 N max., la durata del ciclo si riduce e la produttività viene migliorata.   “Grazie alla collaborazione con i nostri clienti, è emersa la necessità di sviluppare una pinza per pezzi che le ventose non riuscivano a movimentare. – ha sottolineato Dafne Parigi, Product Manager di SMC Italia -  La pinza magnetica MHM risponde a questa esigenza grazie a un design intelligente che offre flessibilità, risparmio sui costi e affidabilità.”     Adatta per diverse applicazioni di trasferimento, la forza di tenuta della pinza MHM può essere regolata modificando la distanza tra il magnete e il pezzo tramite la vite di regolazione. Realizzato in gomma fluorurata, l’anello di contatto previene i danni ai pezzi, consentendo un risparmio sui costi; inoltre impedisce che il pezzo scivoli durante le operazioni migliorando la sicurezza. Dotata di tre superfici di montaggio e della possibilità di montare sensori, MHM offre flessibilità e un maggiore controllo del processo.   Maggiori informazioni su SMC: Dal 1959 SMC è sinonimo di innovazione nel settore dei componenti pneumatici per l’automazione industriale.Con 12.000 prodotti base e più di 700.000 varianti, dal trattamento aria alla strumentazione, alle valvole e attuatori, offre soluzioni d’avanguardia per l’industria Automobilistica, per l’industria Elettronica, Alimentare e Life Science. Lo sviluppo tecnologico costante, l’efficienza nella produzione e distribuzione, la formazione continua sono i presupposti sui quali si basa l’attenzione e vicinanza al cliente in tutti i processi produttivi, per garantire sempre le migliori soluzioni.   S.M.C. Italia S.p.A. www.smcitalia.it mailbox@smcitalia.it      
    • 26.03.2020
  • BIG KAISER pubblica il nuovo catalogo prodotti

    BIG KAISER pubblica il nuovo catalogo prodotti

    News
        Le informazioni dettagliate sugli utensili dell’azienda svizzera sono rese disponibili in 5 lingue, in formato sia cartaceo che elettronico.                                                                                                     Ruemlang, Svizzera – 24 marzo 2020 – È ora disponibile la terza edizione del catalogo prodotti di BIG KAISER, il leader mondiale nella realizzazione di utensili e soluzioni per lavorazioni meccaniche di altissima qualità e precisione.   La nuova edizione del catalogo di BIG KAISER illustra in oltre 500 pagine gli utensili e le soluzioni ad alte prestazioni dell’azienda svizzera, con localizzazioni in lingua italiana, inglese, tedesca, francese e spagnola. La fruizione è duplice: come sfogliabile online o PDF da scaricare, e come catalogo cartaceo richiedibile gratuitamente. Il catalogo in formato elettronico si rivela estremamente semplice da consultare sia su computer che su smartphone e tablet.       La terza edizione del catalogo BIG KAISER è disponibile sia in versione cartacea (richiedibile gratuitamente) che digitale, come sfogliabile online o pdf per il download. I prodotti sono organizzati in sezioni: Portautensili, Utensili modulari per la barenatura, Utensili da taglio e Strumenti di misura.   Alla gamma di utensili di BIG KAISER si affiancano nel catalogo le soluzioni della casa madre BIG DAISHOWA, tra i principali produttori al mondo di portautensili e sistemi di misura ultra precisi.   I prodotti sono comodamente organizzati in sezioni di immediata comprensione: portautensili, sistemi modulari per la barenatura, utensili da taglio e strumenti di misura. La versione online del catalogo consente di controllare immediatamente online, in tempo reale, la disponibilità dei prodotti. È possibile inviare una richiesta di quotazione in un clic, e ordinare in pochi passaggi il proprio utensile. Oltre ad offrire una visione di insieme dell’intero portfolio, il catalogo rende anche disponibili informazioni relativamente alle applicazioni e semplifica la navigazione tra le numerose pagine grazie ad un funzionale strumento per la ricerca.     A sinistra: testa compatta SW 20; al centro: EWE 2-32, la testina micrometrica digitale più piccola al mondo; a destra: la testa digitale per alesare EWE 68 con connettività wireless alla app di BIG KAISER.     “Gli utilizzatori devono essere in grado di trovare immediatamente ciò di cui hanno bisogno e devono poter accedere senza fatica ad informazioni chiave riguardo le applicazioni di interesse. Avendo BIG KAISER più di 20.000 prodotti a catalogo, la quantità di dati è enorme”, fa notare Giampaolo Roccatello, Chief Sales & Marketing Officer Europe di BIG KAISER. “Il nuovo catalogo rende queste operazioni estremamente semplici, e permette ai nostri Clienti di individuare, selezionare e ordinare direttamente online la soluzione ideale per le loro esigenze di lavorazione”.     La gamma di teste di alesatura di precisione di BIG KAISER comprende le teste digitali EWE 68 (al centro), le teste della serie SW a doppio tagliente (a sinistra) e le teste di alesatura di precisione EWN 2-32 ed EWN 04-15   BIG KAISER Precision Tooling AG Fondata nel 1948, BIG KAISER progetta, produce e commercializza utensili sofisticati e soluzioni per lavorazioni meccaniche di alta precisione. Con 170 dipendenti a livello globale, le filiali BIG KAISER si trovano in Svizzera, in Germania e negli Stati Uniti. La gamma di prodotti, realizzata al 100% in Svizzera e in Giappone, comprende più di 20.000 utensili di precisione conformi ai più severi standard di qualità; tra questi: porta pinze, mandrini idraulici, teste di alesatura, taglienti e strumenti di misura. Azienda che da sempre anticipa le tendenze di mercato ponendo una particolare attenzione all’adesione ai principi di Industry 4.0 con un focus su innovazione, precisione e sicurezza, BIG KAISER sviluppa e produce autonomamente i componenti elettrici ed elettronici delle sue soluzioni, quali display digitali, sistemi di misura, e sistemi per il controllo e il monitoraggio via wireless degli utensili di barenatura e alesatura. BIG KAISER è parte del gruppo BIG Daishowa, che impiega 900 dipendenti nel mondo.   www.bigkaiser.com/it 
    • 24.03.2020
  • Comunicato Stampa Messe Stuttgart: AMB offre l´orientamento

    Comunicato Stampa Messe Stuttgart: AMB offre l´orientamento

    News
        Per la ventesima volta luogo di incontro del who-is-who della lavorazione dei metalli | Innovazioni e approcci orientati alle soluzioni su uno spazio espositivo di 120.000 mq       Gli utenti e i fornitori si incontreranno nuovamente a Stoccarda dal 15 al 19 settembre 2020 davanti ai nuovi prodotti e alle soluzioni che interessano tutti gli aspetti della lavorazione di metalli con asportazione di trucioli. Dall´inizio degli anni ´80, la AMB offre a espositori, associazioni, rappresentanti della stampa e visitatori una piattaforma per le più recenti tecnologie nella e per la lavorazione dei metalli con asportazione di truciolo. Oltre alle tematiche specifiche inerenti l´approvvigionamento e gli investimenti, il contatto personale e il trasferimento di conoscenze in colloqui, conferenze e discussioni sono importanti fattori di successo per tutti i partecipanti. "La AMB festeggia quest´anno il suo 20° anniversario e, fin dai suoi inizi nel 1982, si è coerentemente sviluppata in una guida per il settore", afferma Roland Bleinroth, Presidente del Consiglio di Amministrazione della Messe Stuttgart. "Soprattutto in tempi difficili come quelli che stiamo vivendo, punti fermi come la AMB sono essenziali, perché l´orientamento e le nuove visioni per la produzione di domani sono necessarie sin da ora", sottolinea Bleinroth.         Futuro sicuro grazie alla digitalizzazione   Fin dall´inizio, la AMB ha fatto suo il compito di offrire questo orientamento e rendere sperimentabili dal vivo le innovazioni. Qui, ai visitatori specializzati verrà mostrato come ottenere una maggiore crescita delle vendite e risparmi sui costi, in particolare attraverso una maggiore produttività e un incremento dell´efficienza dei loro impianti e delle loro macchine. Anche l´esposizione di quest´anno sulla lavorazione dei metalli presenterà nuovamente ai visitatori numerosi approcci che mostrano, ad esempio, come con l´aiuto di Industry 4.0 e della digitalizzazione dei processi, la loro produzione possa diventare sempre più adeguata alle esigenze future e più efficiente. Gunnar Mey, responsabile del dipartimento Industria della Messe Stuttgart, concretizza il concetto: "AMB 2020 offre agli espositori un palcoscenico per dimostrare quali progetti nel campo della digitalizzazione sono già stati realizzati con successo. I visitatori troveranno le applicazioni adatte, le macchine e i sistemi più recenti e il giusto interlocutore per ogni compito specifico del settore. In questo modo, AMB riunisce la domanda e l´offerta in modo orientato alla soluzione."             Grandi sfide – Gli espositori mostrano le loro soluzioni alla AMB   Nonostante un buon inizio nel 2020 con un aumento degli ordini per l´industria meccanica e impiantistica tedesca, la maggior parte delle aziende di lavorazione e trasformazione dei metalli si trova attualmente ad affrontare grandi sfide. In particolare nell´importante settore dei clienti dell´industria automobilistica sono necessari processi di cambiamento di ampia portata a causa dei nuovi concetti di mobilità: "Negli ultimi anni circa il 18 percento dei visitatori della AMB è stato coinvolto nella costruzione di veicoli", spiega Mey. "Per questo gruppo target, ma anche per i visitatori del settore della tecnologia medica, aerospaziale o delle tecniche di costruzione, gli espositori della AMB mostreranno soluzioni per aprire nuovi orizzonti e trovare risposte alle domande più pressanti. Ora è il momento di cercare attivamente nuovi mezzi e modi di produzione, soluzioni innovative e partner adeguati. La AMB offre il contesto ideale per questo", aggiunge Mey, perché "quest´anno a Stoccarda, i leader del mercato mondiale della lavorazione dei metalli con asportazione di truciolo saranno di nuovo presenti e i visitatori potranno sperimentare dal vivo centinaia di macchine sotto truciolo".   Per rendere la visita il più efficiente possibile, la AMB è strutturata come segue: nel L-Bank Forum (padiglione 1) e nella Jacques Lanners Halle (padiglione 3) si trovano gli utensili di lavorazione e i dispositivi di bloccaggio. Nella Mahle Halle (padiglione 4) e nella Oskar Lapp Halle (padiglione 6) l´attenzione è rivolta ai torni e ai torni automatici. I padiglioni 7, 9 e il Paul Horn (padiglione 10) comprendono il programma espositivo di fresatrici, macchine utensili ad asportazione, tecnica di misura e sicurezza della qualità, nonché celle/sistemi di produzione flessibili, centri di lavorazione e dentatrici o trapanatrici. Il padiglione 5 espone le rettificatrici e le rettificatrici per utensili e tutto ciò che è collegato ad esse. La Alfred Kärcher Halle (padiglione 8) presenta le innovazioni nelle segatrici e troncatrici alla mola, nella tecnologia delle superfici, nei marcatori, nelle macchine per la tempra e il riscaldamento, nella lubrificazione e refrigerazione, nonché nella tecnologia di sicurezza e ambientale. I fornitori nel campo dei processi commerciali digitali e della produzione, del software e dell´ingegneria, nonché della tecnologia di controllo e di azionamento saranno ubicati nel padiglione 2 (ICS) e nell´area dell´ingresso Est. Qui si trovano anche i fornitori di elementi meccanici e di accessori in generale, mentre i produttori di mandrini e i relativi fornitori di servizi saranno insieme nella galleria del L-Bank-Forum (padiglione 1).     Il programma quadro convince con valore aggiunto   Il "Digital Way" lanciato nel 2018 si svolgerà quest´anno oltre l´intera durata della AMB. Per la prima volta, tutti gli espositori AMB potranno presentare le loro soluzioni e applicazioni digitali in un Guide Book. I visitatori avranno un accompagnatore con il quale potranno iniziare un tour individuale autoguidato verso questi espositori della AMB sia tramite promemoria online, l´app associata allo smartphone o un libretto stampato. Così possono trovare il partner più adatto a loro al fine di elevare le potenzialità della digitalizzazione nella propria azienda.   Un nuovo formato del programma quadro della AMB 2020 è la Trend Lounge, che offre ai visitatori un forum gratuito per il trasferimento di conoscenze e lo scambio con gli esperti. Durante i cinque giorni del forum, l´attenzione si concentrerà su vari argomenti come la digitalizzazione o la produzione additiva nella lavorazione e trasformazione dei metalli.       Con la Smart Factory all´ingresso Est, i visitatori possono sperimentare dal vivo come una catena di processo completa può essere collegata digitalmente e in gran parte automatizzata. Qui diverse aziende illustrano le singole fasi del processo dall´inizio di un ordine fino al prodotto finito, sia in forma reale che virtuale.   Nuove visite guidate su temi d´attualità, ulteriori offerte di conferenze e interessanti concorsi ed eventi speciali completano il programma quadro della AMB.   La AMB   Alla ventesima edizione della AMB che si terrà dal 15 - 19 settembre 2020 sono attesi circa 90.000 operatori e 1.500 espositori presso il centro fieristico di Stoccarda. Su un´area di oltre 120.000 metri quadrati lordi saranno esposte le innovazioni e gli ulteriori sviluppi di macchine utensili ad asportazione di trucioli, utensili di precisione, tecniche di misura e sicurezza della qualità, robotica, tecniche di maneggio di pezzi e utensili, robot, tecniche di maneggio dei pezzi e degli utensili, Industrial Software & Engineering, componenti, gruppi assemblati e accessori. La AMB 2020 gode del sostegno dei seguenti patrocinatori: VDMA Associazione di categoria degli utensili di precisione, VDMA Associazione di categoria software e digitalizzazione e l´Unione tedesca delle fabbriche per le macchine utensili (VDW).     Follow us at https://twitter.com/amb_stuttgart
    • 17.03.2020
  • BIG KAISER consolida i risultati positivi del 2019 gettando le basi per una nuova fase di crescita

    BIG KAISER consolida i risultati positivi del 2019 gettando le basi per una nuova fase di crescita

    News
        L’azienda svizzera potenzia la sua capacità produttiva ampliando il parco macchine, rinforzando il team e aumentando la capacità produttiva. Ruemlang, Svizzera – 10 marzo 2020 – BIG KAISER, leader mondiale nella realizzazione di utensili e soluzioni per lavorazioni meccaniche di altissima qualità e precisione, ha reso noto il suo piano di investimenti per il potenziamento della produzione, logistica e infrastrutture, e per il reclutamento di personale in tutta Europa a supporto delle attività con i Clienti.   Il costruttore di utensili svizzero, rinomato per le sue soluzioni tecnologiche innovative, di qualità e precisione, intende assicurare la sua leadership investendo svariati milioni di euro in nuove macchine e centri di lavoro. Tra questi spiccano due nuovi torni CNC DMG Mori, uno dei quali asservito da robot. L’intero parco macchine sta poi attraversando un processo di rinnovamento in modo da allinearsi ai più moderni requisiti Industria 4.0. Nel corso del 2020, BIG KAISER continuerà questo processo di ammodernamento con l’acquisto di un tornio Spinner e di un tornio CNC Hardinge con robot per il carico/scarico dei pezzi. Grazie a queste integrazioni, l’azienda porterà la sua capacità produttiva a 3.000 ore annue nel suo stabilimento in Svizzera.   Reto Adam, CEO di BIG KAISER, “La forte crescita di BIG KAISER nel 2018 ha posto le basi per un consolidamento nel 2019 e per gli attuali investimenti sostanziali. Il nostro obiettivo è mantenere la posizione di leadership conquistata nel settore degli utensili, e garantire la massima efficienza, flessibilità e know-how per soddisfare in modo tempestivo le esigenze dei nostri Clienti e le richieste del mercato”.  
    • 10.03.2020
  • Le SIAMS devient automnal pour raison médicale

    Le SIAMS devient automnal pour raison médicale

    News
          Après avoir consulté tous ses exposants, le salon de l’ensemble de la chaîne de production des microtechniques annonce à son tour qu’il est repoussé. Les organisateurs relèvent l’incroyable support et les encouragements de leurs exposants. En quelques minutes, c’était plus de 100 questionnaires remplis et après 24 heures, la majorité des exposants avait répondu aux sollicitations des organisateurs. Ces derniers les remercient chaleureusement. Report indispensable Les risques ont été jugés trop sérieux pour conserver les dates initiales. En cas d’annulation de dernière minute, tous les frais des organisateurs et des exposants auraient été engagés. Avec une décision aujourd’hui, ces charges financières sont minimisées même si elles restent importantes. « De plus, de nombreux exposants nous ont dit que le risque de faire une manifestation n’ayant pas de visiteurs était trop important et qu’ils annuleraient leur participation au cas où nous aurions maintenu le SIAMS » explique Laurence Roy responsable clientèle. Un processus le plus transparent possible Tous les exposants ont pu prendre position quant au report et une tendance très claire s’est dessinée pour l’alternative du mois de novembre même si les avis étaient plus tranchés du côté des exposants provenant de Suisse alémanique. « Le SIAMS est reporté du 10 au 13 novembre. Nous allons proposer à nos exposants de mettre en place tout ce qui a été prévu pour avril sept mois plus tard » précise Pierre-Yves Kohler, directeur. Tous les exposants seront contactés très rapidement de manière à voir les modalités et conséquences de ce report.  « Toutes les expositions techniques européennes de ce début d’année sont reportées et c’est très compliqué de trouver la bonne période, par exemple la Foire de Hanovre a choisi mi-juillet » conclut la responsable clientèle à ce sujet. Une cascade de conséquences Et si la majeure partie des exposants va probablement suivre les organisateurs sur ce changement de dates, il est bien possible que ceci pose des problèmes à certains, notamment par exemple pour les spécialistes du meulage puisque GrindTec, l’exposition allemande de ce domaine prendra place à la même période.  Ceci aura également des conséquences plus locales, notamment au niveau du Forum de l’Arc. Catherine Hahn, présidente du conseil d’administration du Forum précise : « Nous sommes en contact avec les responsables de Moutier Expo qui devront changer les dates de la manifestation et nous contacterons prochainement les propriétaires de camping-cars pour réaliser la planification détaillée de l’automne prochain ».   Les meilleurs exposants du monde Les organisateurs de SIAMS remercient les exposants et les partenaires de leur soutien dans cette période chaotique et les assurent qu’ils vont immédiatement remettre l’ouvrage sur le métier pour faire du SIAMS 2020 une superbe édition, même si elle est reportée.  Informations: https://www.siams.ch/News/default.asp
    • 05.03.2020
  • La morsa autocentrante diventa anche mano di presa: un’applicazione SCHUNK

    La morsa autocentrante diventa anche mano di presa: un’applicazione SCHUNK

    News
    Il nuovo modulo a punto zero VERO-S NSE-A3 è stato sviluppato da SCHUNK appositamente per le macchine a carico automatizzato     L’asservimento automatizzato è sempre più diffuso nell’ambito delle lavorazioni meccaniche,  anche nel caso di lotti singoli o ridotti, ed è una delle soluzioni più idonee per migliorare drasticamente la produttività, sfruttando la sinergia tra sistemi di presa e tecnica di serraggio. Leader di competenza in questo campo, SCHUNK presenta una soluzione innovativa sviluppata dalla Gressel , azienda svizzera del Gruppo, con storica esperienza nel bloccaggio pezzo: R-C2, la morsa autocentrante diventa anche mano di presa. R-C2 rivoluziona l’asservimento macchina utensile e si pone come ottima alternativa al sistema pallettizzato, grazie alla sua duplice funzionalità: può fungere sia da morsa autocentrante per il bloccaggio pezzo sulla tavola macchina durante la lavorazione, sia da modulo di presa per la manipolazione e la movimentazione del pezzo su robot. Durante MECSPE, in programma dal 18 al 20 giugno, al padiglione 2 stand H21, una cella dimostrativa realizzata da Quick Load, integratore di isole robotizzate con ventennale esperienza nel settore, illustrerà i vantaggi di questa innovazione. Evitando investimenti onerosi per un sistema di pallettizzazione e con pochi dispositivi di presa e serraggio, è ora possibile implementare un processo ottimizzato non presidiato per il carico e scarico della macchina utensile. Il sistema R-C2 si compone di due elementi: una morsa autocentrante a elevate prestazioni, con mandrino completamente incapsulato, e un modulo di automazione montato sul polso del robot. Questo modulo è dotato di motore elettrico e di un attacco esagonale mediante il quale è possibile collegare e attuare la morsa per la presa pezzo. Il motore elettrico permette di regolare liberamente la forza di serraggio fino a 35 kN (100 Nm) e di effettuare le funzioni di monitoraggio con tecnologia laser e RFID. Ricalcando il concept vincente della modularità e della standardizzazione dei componenti che contraddistingue l’assortimento SCHUNK, R-C2 è adattabile ai cambi rapidi per robot SWS e VERO-S NSR, affinché possa essere integrato in svariate applicazioni di automazione. L’applicazione dimostrativa si compone di tre diverse aree principali: una zona dedicata alla lavorazione, un’altra al magazzino morse e un’ultima al magazzino pezzi. L’area di lavorazione è attrezzata con un rialzo in alluminio per favorire un accesso ottimale al pezzo su cui è montato un modulo a punto zero per automazione VERO-S NSE A3, ottimizzato per l’utilizzo di pallet singoli, in modo da facilitare il carico-scarico robotizzato. Il magazzino morse presenta stazioni di appoggio e contiene diverse taglie di morse autocentranti KONTEC KSC compatibili con il sistema R-C2 e attrezzate con diverse ganasce a seconda dell’esigenza. I pezzi grezzi e finiti sono, invece, stoccati in un magazzino a torre a controllo numerico realizzato da Quick Load, quale soluzione versatile e compatta, particolarmente adatta per pezzi medio-piccoli di qualsiasi forma, con carrelli mobili trasportabili. Il robot scelto, infine, per questa applicazione è un robot affidabile e di alta qualità dell’azienda giapponese Nachi, modello MC20 con payload di 20 kg e ripetibilità di ±6 mm.   Una volta terminata la lavorazione di un pezzo, il modulo a punto zero VERO-S NSE A3 si apre e rilascia la morsa, il robot aggancia direttamente la morsa, grazie al sistema R-C2, e scarica la macchina, depositando la morsa con il pezzo lavorato sul magazzino morse nella stazione di appoggio. Qui aggancia una nuova morsa con un pezzo grezzo già bloccato e la mette in macchina, dove avviene l’accoppiamento con il modulo a punto zero VERO-S NSE A3 e la lavorazione può iniziare. In parallelo alla lavorazione, il robot può tornare nuovamente nella stazione di appoggio del magazzino morse, dove aveva lasciato la morsa precedentemente utilizzata con pezzo finito, lo aggancia e lo scarica definitivamente nel magazzino pezzi finiti. Qui, preleva e blocca con la stessa morsa un pezzo grezzo per poi depositare morsa e pezzo grezzo bloccato nella stazione di appoggio. Da qui, il ciclo si ripete fino alla fine del lotto di produzione.   Più info a: https://schunk.com/it_it/home-page/
    • 05.03.2020
  • HANNOVER MESSE 2020 postponed

    HANNOVER MESSE 2020 postponed

    News
      HANNOVER MESSE 2020 has been postponed to the week of 13 to 17 July. Deutsche Messe AG is thus responding to global developments related to the Coronavirus.   Hannover. Deutsche Messe made the decision to postpone HANNOVER MESSE 2020 to July 2020 in close cooperation with the Hannover Region Health Authority, the HANNOVER MESSE Exhibitors´ Council and the partner associations VDMA (German Engineering Federation) and ZVEI (German Electrical and Electronic Manufacturers´ Association). The Hannover Region Health Authority had strongly recommended that Deutsche Messe follow the advice of the Robert Koch Institute, which includes comprehensive measures to safeguard health when hosting major events. For instance, fever measuring stations at all entrances and not allowing people from risk areas or those who have had contact with people from risk areas to enter the exhibition center. This would have entailed a comprehensive evaluation of all trade fair participants – from exhibitors and visitors to service providers, exhibit builders and catering companies. Deutsche Messe is unable to implement the proposed measures. In addition, their implementation would impair the staging of the event to such an extent that the event would not fulfill its purpose or would do so only with considerable restrictions for exhibitors and visitors. Since the health of exhibitors, visitors, employees, and the public is the top priority for Deutsche Messe, the decision was made in consultation with HANNOVER MESSE´s exhibitor advisory councils to switch to the July date. "With the July date, we offer our exhibitors the earliest possible time slot to present their innovations to a global audience and to initiate business," says Dr. Jochen Köckler, Chairman of the Board of Management of Deutsche Messe AG. "In view of the global economic challenges triggered by the Coronavirus in the first half of the year, the new date offers great opportunities. Thus the world´s most important industrial trade fair can provide important impetus for the global economy at an early stage." "The VDMA supports the decision of Deutsche Messe AG. In regards to the current challenges caused by the Coronavirus, postponing HANNOVER MESSE until July is the best possible option," says VDMA Chief Executive Thilo Brodtmann. "We assume that the situation will calm down in the coming months and that the mechanical engineering industry will then benefit from a reviving business situation." "Today´s decision by Deutsche Messe AG to postpone HANNOVER MESSE comes at the right time," emphasizes Wolfgang Weber, Chairman of the ZVEI Management Board. "As an internationally important industrial trade show, its USP is the gathering of people from all over the world. This can only happen if there are no health risks. Furthermore, it is important for the electrical industry to present its products for Industry 4.0, electrification and greater energy efficiency to the public this summer." Further informations at: https://www.hannovermesse.de/en/expo/
    • 04.03.2020
  • Torino, a Novembre il Salone della Manutenzione Industriale

    Torino, a Novembre il Salone della Manutenzione Industriale

    News
        Arriva a Torino SEPEM Industries, il Salone della Manutenzione Industriale. Farà tappa dal 17 al 19 novembre presso i padiglioni di Lingotto Fiere, simbolo della storia industriale italiana. L’evento, che raccoglie le soluzioni a tutte le necessità produttive delle imprese industriali, è nato nel 2006 in Francia e da allora è sempre cresciuto fino ad arrivare ad avere 7 edizioni biennali. SEPEM Industries è il primo evento europeo che propone risposte pratiche ai bisogni degli stabilimenti produttivi: tecnologie, processi, macchinari, manutenzione e servizi.   Perché Torino? Secondo il Rapporto Rota 2019 Torino rimane oggi, con Bologna, la città metropolitana italiana maggiormente caratterizzata dall’industria (che impiega oltre un quarto degli addetti totali). L’area del capoluogo piemontese è tra le prime per densità di piccole e medie imprese del settore manifatturiero e rappresenta da sempre il crocevia del cosiddetto triangolo industriale. Queste le ragioni per cui nel Novembre 2020 la città diventerà la prima tappa di SEPEM Industries fuori dal territorio francese.     SEPEM è una fiera professionale con caratteristiche innovative. Quali specificità, dunque? ·       E’ internazionale ma lavora su scala regionale. Questo significa che ogni evento si rivolge alle realtà industriali di una determinata area produttiva. Questa prima edizione italiana avrà come soggetto proprio il triangolo industriale: Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia e Liguria. L’adattamento della manifestazione a un dato territorio ne consente di mantenere l’efficacia e di attivare o mantenere reti di scambio tra imprese locali; ·       Si rivolge principalmente ai cosiddetti “colletti blu”: i responsabili o incaricati di produzione, della logistica, della sicurezza e di tutti i settori operativi dell’impresa. Uno stabilimento incontra necessità ricorrenti, che si tratti di materiali, processi, manutenzione o servizi. Ai referenti operativi, di solito, manca il tempo per trovare soluzioni adeguate. SEPEM le raccoglie tutte in una fiera; Fino ad oggi la manifestazione ha raccolto 220.000 professionisti che l’hanno visitata alla ricerca delle soluzioni adatte alla propria impresa. Dall’altro lato 16.000 fornitori che hanno animato la manifestazione nei 15 anni della sua esistenza.   Informazioni pratiche Dal 17 al 19 novembre 2020 | Lingotto Fiere (Torino
    • 02.03.2020
  • ULTRA 80: un nuovo caricatore di barre del gruppo LNS

    ULTRA 80: un nuovo caricatore di barre del gruppo LNS

    News
    Il prossimo lancio sul mercato da parte del costruttore svizzero, specialista in questo settore, non è solo un´evoluzione della attuale gamma Sprint. ULTRA 80 è una vera rivoluzione nel campo dei sistemi di caricamento automatico delle barre.     Un basamento imponente LNS introduce qualcosa di nuovo nel mercato dei caricatori di barre, impiegando una trave centrale di supporto in ghisa minerale, estremamente rigida e con un peso di 700 kg. La sua massa incrementa la rigidità della macchina mentre le particolari caratteristiche di questo materiale assorbono e minimizzano le vibrazioni generate dalla barra in rotazione, il tutto a vantaggio di una superiore qualità ed efficienza in lavorazione . Per realizzare questa trave di supporto, il Gruppo LNS utilizza uno specifico processo di produzione brevettato. Gli inserti e le piastre metalliche sono pre-posizionati durante il processo di formatura e colata, risultando integrati nella struttura stessa della trave . Successivamente la trave viene rifinita e la precisione della produzione è tale che non necessita alcuna ulteriore lavorazione di ripresa. . La macchina completa pesa fino a 2 tonnellate e rimane perfettamente stabile, anche con barre in rotazione didiametro 80 mm e un peso di oltre 160 kg.     Supporto anteriore In risposta alle - nuove esigenze del mercato, LNS ha progettato un sistema di supporto anteriore estremamente flessibile, per ridurre al minimo indispensabile la necessità di riattrezzare l’unità . Il supporto anteriore è un elemento essenziale per la gestione della barra, prima che questa entri nel mandrino del tornio, mantenendo la stessa perfettamente centrata ed allineata.,. La regolazione di questo elemento di guida avviene automaticamente sul diametro barra che si dovrà gestire, riducendo al minimo l’intervento dell’operatore. Questo concetto di supporto anteriore, innovativo e brevettato, è complementare al principio del caricatore idrodinamico (Hydrobar) e non lo sostituisce. Infatti, ULTRA 80 rimane fedele alla filosofia LNS per offrire le caratteristiche di guida ideali. Questa tecnologia, su cui da anni si basa la reputazione dell´azienda, è ancora una caratteristica peculiare del caricatore ULTRA 80. L´elevato flusso di olio iniettato nelle singole boccole di guida, abbinato alla forza centrifuga della barra in rotazione, contribuisce al sostentamento e centraggio idrodinamico ottimale della barra stessa in lavorazione.   Le numerose altre innovazioni del caricatore ULTRA 80 L´interfaccia uomo-macchina (HMI) fornita con ULTRA 80 sfrutta un ampio display touchscreen a colori e numerosi menu sensibili al contesto, che guidano in modo semplice ed intuitivo l´operatore attraverso i vari comandi da impostare. Grazie all’aiuto della grafica a colori, questo pannello operatore, fornendo messaggi e avvisi con testo e immagini, offre un layout che consente agli utenti di accedere direttamente a tutte le informazioni necessarie per aumentare la produttività e la sicurezza, Il caricatore ULTRA 80 è disponibile in due versioni, con rampa di carico interna o elevatore esterno con magazzino a terra, per offrire ai clienti la configurazione più adatta alle loro esigenze. Il sistema di inserimento ed estrazione, di nuova progettazione e concetto, è dotato di un booster meccanico per permettere di utlizzare le varie tipologie di pinze in commercio e disponbili sul mercato.     Con oltre 45 anni di esperienza in questo settore estremamente specializzato dell´industria meccanica, il Gruppo LNS ha nove siti produttivi ed è presente in tutto il mondo. Più di 170.000 dei suoi caricatori di barre sono utilizzati in combinazioni torni di ogni marca. Questo nuovo caricatore di barre è stato appositamente progettato per movimentare barre lunghe, tonde ed esagonali fino a 80 mm di diametro. Con questo nuovo prodotto, l´azienda consolida la sua posizione di leader in grado di fornire attrezzature per macchine utensili sotto forma di soluzione completa.   LNS Italia srl Via Mons. Colombo 34 21053 Castellanza - VA sales.it@LNS-europe.it www.LNS-europe.com Mr. Enrico Galliani Phone : +39 0331 501 901
    • 02.03.2020
  • Comunicato Rochexpo: Jean-Paul Gaydon nuovo CEO

    Comunicato Rochexpo: Jean-Paul Gaydon nuovo CEO

    News
      Il 17 febbraio, Jean-Paul GAYDON entrerà a far parte dell´Associazione Foire Exposition Haute-Savoie Mont-Blanc ROCHEXPO come Amministratore delegato. Succede a Mathieu HERROU, che ha lasciato l´incarico per seguire un nuovo progetto professionale. "L´esperienza di Jean-Paul GAYDON è completamente in linea con la strategia di sviluppo e rinnovamento del centro espositivo dell´Alta Savoia. Dovremo gestire i lavori di una nuova sala, con un budget di oltre 20 milioni di euro, con il sostegno della Regione AURA, del Consiglio dipartimentale dell´Alta Savoia e del Comune di La Roche-sur-Foron - un progetto di strutturazione per il nostro territorio. Philippe CARRIER, presidente di ROCHEXPO   "Grazie all´esperienza di Jean-Paul GAYDON, ROCHEXPO mira a posizionare la destinazione dell´Alta Savoia e il suo Rocky Park a lungo termine con i professionisti del turismo d´affari." Spiega Philippe CARRIER, presidente di ROCHEXPO.   Per informazioni e visite: https://www.rochexpo.com/
    • 02.02.2020
  • Comunicato Stampa Sandvik: La punta per fori corti più lunga al mondo -> CoroDrill® DS20

    Comunicato Stampa Sandvik: La punta per fori corti più lunga al mondo -> CoroDrill® DS20

    News
      CoroDrill® DS20 offre la massima penetrazione possibile: è la prima punta a inserti multitaglienti a raggiungere profondità pari a 7 volte il diametro. Non è più necessario girare i componenti di grandi dimensioni per eseguire la foratura dall´altro lato, a causa della lunghezza insufficiente delle punte a inserti multitaglienti. Frutto di sette anni di R&S, CoroDrill® DS20 è destinata a diventare un nuovo punto di riferimento nel campo della foratura profonda ad alta precisione. Guardate questo filmato dimostrativo per vedere CoroDrill DS20® in azione.   GUARDA IL VIDEO
    • 28.01.2020
  • Röhm rinnova la serie Captis 2020

    Röhm rinnova la serie Captis 2020

    News
      Röhm Italia Srl (it.roehm.biz) presente in Italia da oltre 50 anni, è la filiale italiana della omonima azienda Tedesca che, da oltre 110 anni, produce attrezzature meccaniche di bloccaggio pezzo ed utensile ed accessori per macchine utensili e robot www.roehm.biz.   Röhm nella sua consueta politica di ampliamento e ammodernamento della gamma che, lo scorso anno per esempio, ha visto la presentazione durante la EMO di Hannover del nuovo mandrino DURO-A, ci presenta attraverso il suo Direttore Generale, Alberto Ferrarese, la rinnovata serie CAPTIS alla quale sono state apportate recentemente modifiche di design e non solo.   CAPTIS, il mandrino porta-pinze per serraggio esterno che si declina anche per interno nella denominazione ABSIS-C, nelle versioni manuale ed automatico, rotante e stazionario è, da molti anni, sinonimo di flessibilità, precisione ed alta forza di serraggio, e da oggi acquisisce con il nuovo design, più compatto, anche minori ingombri esterni.    CAPTIS nella versione rotante, sia manuale che automatico per presa esterna, è da sempre particolarmente apprezzato per la lavorazione di tornitura da barra, ma anche per tronchetti, soprattutto per l’utilizzo delle sue famose pinze a segmenti intercambiabili di collegamento dei petali, che le rendono estremamente longeve, in quanto consentono all’operatore di sostituire in autonomia i segmenti, quando questi si sono consumati, cosa  che invece non è possibile con le pinze tradizionali vulcanizzate .  CAPTIS nella versione stazionaria, fissato su tavola macchina o su quarto asse, è particolarmente adatto per la lavorazione di fresatura su centri di lavoro, di pezzi cilindrici o esagonali (dipende dal tipo di pinza per presa esterna utilizzata) ed anche per l’impiego su macchine di misura. CAPTIS nella versione manuale o automatica, rotante o stazionaria, declinato per presa interna ad un foro installando in meno di un minuto il dispositivo ABSIS-C, consente appunto con lo stesso attrezzo base CAPTIS una conversione rapida di lavorazione da presa esterna a quella interna. La serie CAPTIS comprende le versioni: D = con effetto staffante e foro passante, A = con effetto staffante contro il poggia-pezzo, AF = senza effetto staffante e predisposto per fine corsa anteriore e posteriore. Le precisioni di ripetibilità di questi dispositivi sono di 0,01 mm. che, unite ad una perfetta distribuzione della forza di serraggio su tutta la superfice di presa pezzo, ne fanno accessori per la macchina, versatili e precisi con un rapido e sicuro recupero dell’investimento fatto. Come tutti i prodotti Röhm, oltre che essere protetti da normale garanzia di legge, sono progettati per durare a lungo nel tempo in quanto realizzati con acciai di pregiata qualità, ricavati da barra stabilizzata e scavata dal pieno e non ricavati da forgiati. Röhm Italia srl, per il 2020, propone la famiglia CAPTIS, con una speciale promozione, che consente agli acquirenti di un dispositivo completo, la consegna OMAGGIO di una pinza a segmenti intercambiabili del diametro che desiderano ed anche un set di segmenti corrispondenti anch’esso in OMAGGIO. Alberto Ferrarese è convinto di ottenere, con questa promozione e la solita ben nota qualità Röhm, un buon successo di vendite come, del resto, è già stato in passato per le altre novità presentate.  Per ulteriori informazioni: ROEHM ITALIA Via G. Reiss Romoli, 17 - 20019 Settimo Milanese (MI) - IT Tel. +39 02 92 10 35 31 - Fax +39 02 92 10 17 53 www.roehm.biz - rohmitalia@roehm.biz
    • 26.01.2020