News ed eventi

News ed eventi

  • Comunicato stampa Ucimu-Sistemi per Produrre: andamento ordini primo trimestre 2021

    Comunicato stampa Ucimu-Sistemi per Produrre: andamento ordini primo trimestre 2021

    News
    Barbara Colombo Presidente UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE     TORNANO A CRESCERE GLI ORDINI DI MACCHINE UTENSILI (+48,6%) ORDINI INTERNI +157,9%. ORDINI ESTERI +30,5%     Nel primo trimestre del 2021 torna a crescere la raccolta ordini di macchine utensili da parte dei costruttori italiani. In particolare, l’indice UCIMU, elaborato dal Centro Studi & Cultura di Impresa dell’associazione, rileva, nei primi tre mesi dell’anno, un incremento del 48,6% rispetto allo stesso periodo del 2020. In valore assoluto l’indice si è attestato a 169 (base 100 nel 2015).   Il risultato complessivo è stato determinato principalmente dall’ottima performance dei costruttori sul mercato domestico. Sul fronte interno, infatti, i costruttori italiani rilevano un incremento degli ordinativi pari al 157,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il valore assoluto dell’indice si è attestato a 195,5.   Sul fronte estero, gli ordini sono cresciuti del 30,5% rispetto al periodo gennaio-marzo 2020. Il valore assoluto dell’indice si è attestato a 155.   “I dati registrati in questo primo trimestre - ha affermato la presidente di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, Barbara Colombo, sono sicuramente positivi e ci permettono di tirare un po’ il fiato dopo mesi di grande difficoltà. Detto ciò, gli incrementi rilevati vanno ben ponderati: essi, infatti, si confrontano con i risultati messi a segno in un periodo, quello della prima parte del 2020, davvero difficile perché, di fatto, dalla fine di febbraio ci siamo trovati a dover fronteggiare i primi effetti della pandemia internazionale”.   “Il mercato interno, che già a fine 2020 avevamo percepito avesse ripreso a macinare ordini, sta rispondendo bene, sostenuto in questo anche dalle misure di incentivo agli investimenti in nuove tecnologie di produzione previsti dal Piano Transizione 4.0. Anche le indicazioni raccolte sui mercati stranieri sono positive ma la ripresa presenta velocità differenti: Cina e Stati Uniti hanno un’attività decisamente vivace, mentre i paesi di Area euro hanno ingranato soltanto ora”.   “Il fatto che il mondo stia riprendendo a fare investimenti in nuove macchine utensili e in nuovi sistemi di automazione è senza dubbio un’ottima notizia ma noi costruttori italiani rischiamo di rimanere in parte estranei alle opportunità che alcuni mercati sono in grado di offrire in questo momento, a causa del persistere delle limitazioni alla mobilità delle persone”.   “Per questo - ha continuato la presidente Barbara Colombo - visto il posizionamento temporale nell’ultimo trimestre dell’anno, periodo che ragionevolmente dovrebbe coincidere con il ritorno alla normalità grazie alla vaccinazione di massa, EMO MILANO 2021, in programma dal 4 al 9 ottobre a fieramilano Rho, sarà per noi costruttori italiani (e non solo) un appuntamento ancora più importante, in occasione del quale dovremo sfruttare al massimo tutte le opportunità offerte da un evento di questa caratura che torna in Italia dopo 6 anni e soprattutto dopo oltre un anno e mezzo di stop forzato agli eventi espositivi internazionali”.   Le indicazioni di mercato, insieme al procedere della campagna vaccinale, che anche in Italia nelle ultime settimane sembra essere entrata nel vivo, fanno ben sperare rispetto alla riuscita di EMO MILANO 2021 in occasione della quale le imprese presenteranno la propria offerta agli operatori dell’industria manifatturiera mondiale che arriveranno a Milano.   La manifestazione ha raccolto al momento, adesioni da 28 paesi del mondo; i più importanti player internazionali hanno già confermato la loro partecipazione, consapevoli dell’enorme potenziale commerciale offerto dall’evento. Vi sono però ancora delle imprese che preferiscono attendere nel confermare la propria partecipazione, per avere maggiori certezze rispetto alle modalità di svolgimento della mostra espositiva.   “Per questo alle autorità di governo - ha concluso la presidente di UCIMU - chiediamo di poter avere al più presto indicazioni chiare e puntuali perché, se è vero che a EMO MILANO 2021 mancano ancora sei mesi, è altrettanto vero che l’organizzazione della presenza ad un evento di questo tipo va definita ora”.       www.ucimu.it
    • 18.04.2021
  • WIDIA amplia il suo sistema di foratura modulare TOP DRILL™ Modular X (TDMX)

    WIDIA amplia il suo sistema di foratura modulare TOP DRILL™ Modular X (TDMX)

    News
      L’inserto con geometria MS per la piattaforma di foratura modulare TDMX offre una maggiore stabilità durante la foratura di acciai inossidabili e superleghe.   WIDIA amplia il suo sistema di foratura modulare TOP DRILL™ Modular X (TDMX) per la lavorazione di acciaio inossidabile e superleghe     La nuova geometria MS garantisce la stabilità delle operazioni di foratura in applicazioni tipiche della meccanica generale e del settore energia WIDIA™ ha annunciato oggi il lancio di un nuovo inserto con geometria MS per la sua famiglia di punte più venduta, la serie TOP DRILL™ Modular X (TDMX). Grazie all´ampliamento con la geometria MS, la piattaforma TDMX mette ora a disposizione tre inserti specifici per i materiali e applicazione. Il campo applicativo della famiglia modulare si allarga per includere operazioni con ingresso e uscita inclinati, piastre impilate e lavorazioni di fori trasversali in acciaio inossidabile, superleghe, acciaio e materiali in ghisa. «Il lancio dell´inserto con geometria MS per la nostra piattaforma TDMX offre ai clienti uno strumento versatile per la lavorazione di più materiali e per più applicazioni», ha affermato Ashokkumar D., Global Portfolio Manager di WIDIA. «Questa nuova geometria MS è stata progettata per lavorare con diversi tipi di acciai inossidabili e superleghe, rendendola la scelta ideale per i clienti che cercano eccellente stabilità e affidabilità nelle operazioni di meccanica generale e nel settore dell´energia.»          Il sistema di foratura modulare TDMX è caratterizzato da un design con sede a doppia tasca angolare e un codolo flangiato che offre flessibilità e stabilità eccezionali.   In una recente prova effettuata presso un cliente, il corpo punta TDMX 3XD, abbinato al nuovo inserto con geometria MS ha ottenuto, nella lavorazione di un pezzo di 13-8 Hyper Chrome 110 KSI, con una velocità di taglio di 75m/min, un aumento del 60% della durata dell´utensile rispetto alle soluzioni concorrenti. L´inserto con geometria MS per la piattaforma di foratura modulare TDMX offre una maggiore stabilità durante la foratura di acciai inossidabili e superleghe. La sede conica a forma di «X» della punta fornisce stabilità in applicazioni impegnative, facilitando la sostituzione dell´inserto senza smontare il corpo dal mandrino. Queste caratteristiche chiave del design riducono l´instabilità di taglio sperimentata con altre punte comunemente disponibili oggi sul mercato, consentendo al contempo avanzamenti più elevati e tempi e costi complessivi di set-up macchina ridotti.   Il sistema di foratura modulare TDMX è caratterizzato da un design con sede a doppia tasca angolare e un codolo flangiato che offre flessibilità e stabilità eccezionali. Tutti e tre gli inserti possono essere riaffilati per prolungare la durata dell´utensile. Le punte della piattaforma TDMX sono disponibili in misure sia imperiali che metriche di 1,5xD, 3xD, 5xD, 8xD, 12xD e diametri da 16 a 40 mm. La punta TDMX e gli inserti con geometria MS, così come gli altri utensili di WIDIA per il taglio dei metalli possono essere ordinati tramite i partner di distribuzione autorizzati di WIDIA.                   Da oltre 90 anni il marchio WIDIA™ fornisce utensili di alta qualità per fresatura, tornitura, foratura e maschiatura a clienti di tutto il mondo nel settore della lavorazione dei metalli. I clienti apprezzano quotidianamente l'affidabilità delle soluzioni proposte da WIDIA, a partire dal vasto assortimento disponibile, fino all´assistenza post-vendita, garantita da un sistema di connessione digitale e dalla vasta rete di partner di distribuzione autorizzati. Per ulteriori informazioni riguardanti il marchio o i prodotti WIDIA, visitate il sito www.widia.com o seguite @WIDIAProductGrp su Instagram, Facebook, LinkedIn e YouTube.   Da oltre 90 anni il marchio WIDIA™ fornisce utensili di alta qualità per fresatura, tornitura, foratura e maschiatura a clienti di tutto il mondo nel settore della lavorazione dei metalli. I clienti apprezzano quotidianamente l'affidabilità delle soluzioni proposte da WIDIA, a partire dal vasto assortimento disponibile, fino all’assistenza post-vendita, garantita da un sistema di connessione digitale e dalla vasta rete di partner di distribuzione autorizzati. Per ulteriori informazioni riguardanti il marchio o i prodotti WIDIA, visitate il sito www.widia.com o seguite @WIDIAProductGrp su Instagram, Facebook, LinkedIn e YouTube.   Kennametal Italia S.p.A. Centro Direzionale Milanofiori Strada 6, Palazzo A11 20057 Assago (MI)  
    • 17.04.2021
  • NAKANISHI ITALIA presenta il suo “Nuovo Sito Web”

    NAKANISHI ITALIA presenta il suo “Nuovo Sito Web”

    News
          NSK NAKANISHI è il leader mondiale nella produzione di elettromandrini e mandrini ad alte prestazioni. L’azienda è, da sempre, il vostro partner ideale per qualunque microlavorazione e applicazione macchina. Nakanishi nasce nel 1930 a Toshima e diventa, in breve tempo, il primo costruttore al mondo dei prodotti dentali. Negli anni ha sviluppato e applicato la propria tecnologia e il proprio KNOW-HOW, nel settore dentale, al settore della meccanica di precisione diventando il punto di riferimento per il mondo delle microlavorazioni ad alta velocità Da quando Keiichi Nakanishi ha fondato Nakanishi Manufacturing, il nome originale di NSK, abbiamo attinto al nostro know-how rotazionale ad alta velocità per innovare continuamente la nostra gamma in continua crescita di strumenti dentali. Inoltre, abbiamo ampliato i nostri campi di attività ai prodotti industriali e medicali applicando la nostra tecnologia di base. Siamo cresciuti costantemente grazie al continuo sforzo di fornire i primi e i migliori prodotti al mondo per i clienti in tre campi. Abbiamo costruito una solida fiducia tra i clienti in oltre 135 paesi supportati dalle nostre 14 filiali, assicurando a NSK la quota di mercato n. 1 a livello mondiale per gli strumenti dentali rotazionali. Tuttavia, continuiamo a sfidare per diventare il vero marchio globale numero 1, in termini di prodotti competitivi, design sofisticato e nobile, massima qualità assoluta, capacità di sviluppo rapide e ingegnose, competitività dei costi, rete di vendita globale, servizi post-vendita di prima classe. Nel 2018, abbiamo completato "RD1", una nuova sede e un centro di ricerca e sviluppo, e "A1", la più grande fabbrica mai realizzata nella nostra storia, come impresa per raggiungere la crescita sostenibile. Crediamo che entrambi migliorino tutta la nostra qualità, quantità, efficienza ed efficacia delle attività di sviluppo e produzione. Faremo un nuovo passo per una nuova era. Con l'obiettivo di essere un DANTOTSU (il meglio del meglio), creiamo le innovazioni per impressionare il mondo e continuiamo ad evolverci all'infinito. Ci sforziamo di continuare a creare valore, superare le aspettative e diventare un partner indispensabile per i nostri clienti.   I mandrini Nakanishi sono creati per poter essere applicati su qualunque macchina utensile CNC, macchine speciali, robot e sistemi di automazione. Nakanishi offre, infatti, una grande varietà di prodotti manuali utilizzati nel settore orafo, lucidatura stampi, dentale e vari ambiti della manifattura. Nel nuovo sito www.nakanishi.it  è presente un’area dedicata alla nostra storia e ai nostri obbiettivi legati alla soddisfazione dei nostri clienti. Il sito Nakanishi si sviluppa in 6 parti fondamentali: settore di applicazione, applicazione speciali, prodotti elettrici, prodotti pneumatici, prodotti manuali e air line kit. Nei vari settori di applicazione viene mostrata una vasta gamma di applicazioni d’uso, dove i prodotti Nakanishi spiccano per efficienza e precisione. Continuando la navigazione si possono trovare delle applicazioni speciali, create da aziende italiane che, utilizzando la tecnologia Nakanishi, riescono a soddisfare le necessità dei loro clienti più esigenti in qualunque ambito. I prodotti Nakanishi si dividono in 3 settori: elettrico, con velocità di rotazione da 15k ~ 80k, runout minore di 1µm e dimensioni comprese tra 19 ~ 40mm. ad aria con velocità di rotazione da 8k ~ 150k, runout minore di 1µm e dimensioni tra 10 ~ 30mm; manuali con velocità di rotazione 20k ~ 60k, runout minore di 1µm e oltre 50 tipi di configurazioni applicative Per quanto riguarda l’ultimo ramo dei prodotti Nakanishi possiamo trovare gli air line kit che sono gruppi di filtraggio e oliatori per i prodotti Nakanishi: all’interno di ogni articolo si può trovare la scheda tecnica e il supporto tecnico per facilitare la scelta di quali motori Nakanishi si possono utilizzare per ciascuna applicazione. Nel sito vi è infine un’area dedicata ai clienti che desiderano contattarci per ricevere maggiori informazioni.         Per ulteriori informazioni: www.nakanishi.it      
    • 10.04.2021
  • RAPIDO di nome e di fatto: il nuovo cambio morsetti per mandrini autocentranti completamente automatizzabile

    RAPIDO di nome e di fatto: il nuovo cambio morsetti per mandrini autocentranti completamente automatizzabile

    News
        Ci vogliono 60 secondi al massimo per riattrezzare un mandrino autocentrante a tre griffe con il nuovo cambio morsetti, RAPIDO di SCHUNK. Per ottenere un cambio morsetti così veloce, basta posizionare i morsetti con interfaccia RAPIDO sulle griffe basi che possono essere o incorporate nell’autocentrante o riportate sulla dentatura dell’autocentrante in utilizzo. Dopo aver posizionato i morsetti RAPIDO, basta muoverli indietro fino allo scatto in posizione. Il cambio morsetti può essere manuale o, in caso di autocentranti con griffe base integrate con interfaccia RAPIDO, può essere completamente robotizzato.   Con il cambio RAPIDO di SCHUNK, i convenzionali autocentranti a 3 griffe possono essere riattrezzati in soli 60 secondi. Un meccanismo di bloccaggio garantisce il massimo grado di sicurezza, anche se l’autocentrante viene utilizzato su un mandrino orizzontale o verticale pick-up. Il cambio può essere effettuato manualmente oppure completamente automatizzato. Foto: SCHUNK       Grazie ad un meccanismo di bloccaggio a scatto, si assicura sempre la tenuta sicura dei morsetti di serraggio pezzo, anche se l’autocentrante non è in posizione di bloccaggio. Il sistema può essere utilizzato, con autocentranti installati sia su torni orizzontali che su torni verticali. Grazie all'interfaccia ad elevata precisione, SCHUNK RAPIDO fornisce una precisione di ripetibilità < 0,02 mm ideale per molti tipi di lavorazioni di finitura. Questo sistema di cambio rapido delle griffe può essere utilizzato per il bloccaggio di diametri interni e diametri esterni. Per garantire la flessibilità necessaria a questo sistema, SCHUNK ha lanciato una nuova gamma di morsetti teneri da lavorare di diverse altezze. Qual è il vantaggio? Possono essere facilmente prodotti da SCHUNK in tempi ridotti partendo dalla base dei morsetti teneri, delle applicazioni speciali con morsetti a profilo mordente per bloccaggio grezzo o morsetti dal peso ridotto per ridurre l’effetto della forza centrifuga in rotazione oppure possono essere sagomati e torniti a diametro preciso direttamente in macchina dall’utilizzatore finale. Su richiesta, i morsetti di serraggio RAPIDO possono essere dotati di un chip RFID, di un codice QR o di un'etichettatura personalizzata.     Grazie all'interfaccia ad elevata precisione, SCHUNK RAPIDO fornisce una precisione di ripetibilità < 0,02 mm ideale per molti tipi di lavorazioni di finitura Foto: SCHUNK       Completamente integrato oppure come kit di riattrezzaggio   RAPIDO di SCHUNK è disponibile in due versioni. La prima consiste nell’essere completamente integrato nel corpo dell’autocentrante. In questo caso l’autocentrante sarà attrezzato con le griffe base RAPIDO prima di essere consegnato al cliente. Il cambio morsetti in questa versione può essere eseguito sia manualmente che automaticamente tramite robot. La seconda versione consiste nell’installare l’interfaccia base RAPIDO in un autocentrante esistente, ponendo una griffa intermedia sulle griffe base esistenti e sostituendo i rispettivi morsetti di presa. In questa versione la sostituzione veloce dei morsetti avviene tramite un perno posizionato lateralmente sulla griffa base. In quest’ultima versione se la griffa base intermedia viene rimossa, è possibile continuare ad utilizzare i morsetti esistenti con le interfaccia standard dentatura in pollici o metrica convenzionali.   Guarda il video: https://www.youtube.com/watch?v=KeSBtnI9_Ac&feature=youtu.be&utm_source=evalanche&utm_medium=mail&utm_campaign=1910-Aktion-Bitbox-Spannbacken Per informazioni: schunk.com    
    • 07.04.2021
  • Il 16 aprile un webinar Renishaw sulle ispezioni flessibili in officina

    Il 16 aprile un webinar Renishaw sulle ispezioni flessibili in officina

    News
          Renishaw, l’azienda specializzata in metrologia di alta precisione, ottimizzazione dei processi produttivi 4.0, additive manufacturing e tecnologie per il settore medicale terrà un webinar gratuito dal titolo “Ispezioni flessibili in officina per migliorare il controllo di processo e ridurre i colli di bottiglia in sala metrologica”, venerdì 16 aprile dalle ore 10.00 alle ore 10.30.     Il webinar ha lo scopo di illustrare le best practice inerenti al controllo qualità degli ambienti produttivi, con un focus particolare sull'utilizzo di sistemi, come i calibri flessibili Equator, che possono essere affiancati a vari tipi di macchine utensili e che sono in grado di adattarsi alle variazioni di temperatura presenti in officina, garantendo elevati standard di accuratezza e ripetibilità.   Verranno inoltre mostrate le migliori pratiche per ridurre gli scarti, aumentare la produttività, l’accuratezza e la redditività dei processi produttivi attraverso tecnologie e best practice che stanno ormai diventando lo standard nelle lavorazioni a macchina utensile, soprattutto per  quelle realtà che fanno della produttività, del rispetto dei tempi di consegna e nella ricerca della massima precisione il proprio cavallo di battaglia per affrontare le sempre più impegnative sfide della manifattura odierna.       Puoi assistere al webinar registrandoti a questo indirizzo: https://bit.ly/3rhZ2Qg    
    • 30.03.2021
  • Moulding Expo: prossima fiera regolare nel 2023

    Moulding Expo: prossima fiera regolare nel 2023

    News
        La mancanza di prospettive costringe l'industria e l'organizzatore ad annullare l'evento nel 2021 // La giornata virtuale dell'innovazione consente l'accesso ai punti salienti della fiera   La Moulding Expo non si terrà nel 2021. Dopo che anche dall'ultima Conferenza dei Presidenti dei Ministri non è risultata alcuna prospettiva per il settore fiere, la realizzazione di una Moulding Expo di successo nel giugno 2021 non è più realistica e il rischio è troppo alto per tutte le parti coinvolte. Il comitato consultivo della fiera, che comprende aziende espositrici come DMG Mori, Meusburger e Deckerform, nonché gli sponsor concettuali e professionali BVMF, VDMA Präzisionswerkzeuge, VDW e VDWF, si sono visti costretti a esprimersi contro lo svolgimento della fiera nel giugno 2021. La prossima Moulding Expo regolare avrà luogo secondo la consueta rotazione dal 13 al 16 giugno 2023 alla Messe Stuttgart.   Fino alla fine, Messe Stuttgart in qualità di organizzatore, ha cercato di consentire all'industria europea degli utensili, dei modelli e degli stampi e alle sue aziende fornitrici di godere del tanto amato e importante incontro fisico di settore. Inoltre, la Road of Tooling Innovation è stata aggiunta come un ulteriore highlight al programma quadro e il profilo della fiera è stato ulteriormente affinato con un concetto di forum rivisto e con la WBA Aachener Werkzeugbau Akademie come nuovo partner.     Il 10 giugno 2021, con una giornata virtuale dell'innovazione, gli organizzatori di Moulding Expo vorrebbero presentare una prima misura mirata sulla strada verso la Moulding Expo 2023. L'obiettivo è quello di rendere accessibili a livello internazionale e gratuitamente i punti salienti del programma quadro e di conferenze previsto per il 2021, nonostante la cancellazione della data della mostra fisica. L'organizzazione sarà effettuata in coordinamento e con il sostegno dei partner della fiera. Ulteriori informazioni e un programma dettagliato saranno pubblicati a breve.   La Moulding Expo Che si tratti di un Hidden Champion o di un grande gruppo industriale, dal 13 al 16 giugno 2023 la Moulding Expo riunirà quanto di meglio il settore per la costruzione di utensili, modelli e stampi e i suoi fornitori abbiano da offrire.   La fiera internazionale per la costruzione di utensili, modelli e stampi è divisa in diverse aree espositive. Al centro dell'attenzione si trova la costruzione di utensili, modelli e stampi finalizzata agli utenti con le sue attrezzature per lo stampaggio a iniezione, la pressofusione, la foggiatura, la costruzione di dime e attrezzature. Inoltre in fiera sono presenti anche fornitori di sistemi e servizi per tutti gli aspetti della tecnologia delle materie plastiche e della lavorazione dei metalli: dai produttori di macchine utensili ai fornitori di materiali, fornitori di canali caldi, fornitori di attrezzature di misurazione e di collaudo, produttori di utensili per la lavorazione fino alle software house.   Sempre aggiornati: www.moulding-expo.de      
    • 30.03.2021
  • A novembre la Fiera della Manutenzione Industriale debutta a Torino

    A novembre la Fiera della Manutenzione Industriale debutta a Torino

    News
              La novità SEPEM Industries nel programma autunnale che GL events Italia sta definendo per la ripartenza post-pandemia degli eventi a Lingotto Fiere   Torino, 29 marzo 2021. SEPEM Industries, la Fiera della Manutenzione Industriale, punta sulla ripartenza autunnale del sistema fieristico a Torino e sulla volontà di rilancio del tessuto industriale piemontese: in programma dal 16 al 18 novembre 2021, questo nuovo evento si candida a essere il primo grande appuntamento fieristico post-pandemia in Piemonte dedicato all’ecosistema industriale del territorio. La programmazione che GL events Italia sta definendo per la ripartenza delle attività di Lingotto Fiere si arricchisce pertanto di una novità, trattandosi della prima edizione italiana dell’evento multisito creato in Francia dallo stesso Gruppo GL events per proporre agli operatori del settore soluzioni in grado di rispondere a tutte le necessità produttive delle imprese. Nato nel 2006 e da allora sempre cresciuto fino a contare ben 7 edizioni biennali, SEPEM Industries propone risposte pratiche ai bisogni degli stabilimenti produttivi. Tecnologie, processi, macchinari, manutenzione e servizi: ecco tutto quello che i responsabili operativi delle aziende troveranno al salone. Perché Torino? Secondo l’ultimo Rapporto Rota, Torino è ancora, insieme a Bologna, la città metropolitana italiana maggiormente caratterizzata dall’industria. L’area del capoluogo piemontese è tra le prime per densità di piccole e medie imprese del settore manifatturiero e rappresenta da sempre il crocevia del cosiddetto triangolo industriale. Queste le ragioni per cui nel novembre 2021 la città diventerà la prima tappa di SEPEM Industries fuori dal territorio francese.   SEPEM è una fiera professionale con caratteristiche innovative. Quali specificità, dunque? È internazionale ma lavora su scala regionale. Questo significa che ogni evento si rivolge alle realtà industriali di una determinata area produttiva. Questa prima edizione italiana avrà come soggetto proprio il triangolo industriale: Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia e Liguria. L’adattamento della manifestazione a un dato territorio ne consente di mantenere l’efficacia e di attivare o mantenere reti di scambio tra imprese locali; Si rivolge a chi vive quotidianamente il cuore degli stabilimenti: i responsabili o incaricati di produzione, della logistica, della sicurezza e di tutti i settori operativi dell’impresa. Uno stabilimento incontra necessità ricorrenti, che si tratti di materiali, processi, manutenzione o servizi. Ai referenti operativi, di solito, manca il tempo per trovare soluzioni adeguate. SEPEM le raccoglie tutte in una fiera; Fino ad oggi la manifestazione ha raccolto 220.000 professionisti che l’hanno visitata alla ricerca delle soluzioni adatte alla propria impresa. Dall’altro lato 16.000 espositori che hanno animato la manifestazione nei 15 anni della sua esistenza.   Per informazioni: http://www.gl-events.com/ | www.lingottofiere.it          
    • 29.03.2021
  • E’ online il nuovo tool di progettazione dei sistemi di presa SCHUNK

    E’ online il nuovo tool di progettazione dei sistemi di presa SCHUNK

    News
          Quale pinza è ideale per la mia applicazione? E di quale taglia? Il nuovo tool di progettazione e selezione online di SCHUNK semplifica e accelera l'ingegnerizzazione dei sistemi di presa. Solo pochi dettagli sul tipo di pinza, sul pezzo da lavorare e sulla situazione di presa sono sufficienti perché il sistema elabori i componenti ideali alla vostra applicazione, attingendo dalla più vasta gamma di componenti di presa standard al mondo SCHUNK. Oltre ai corrispondenti tipi di pinze, la lista dei risultati include anche informazioni tecniche, disegni, immagini e informazioni sul rispettivo grado di utilizzo e sul motivo dell'utilizzo. Lo strumento, ora disponibile anche in lingua italiana, consente di sfruttare appieno le capacità ad alte prestazioni delle singole pinze SCHUNK evitando costosi sovradimensionamenti. Inoltre, il processo di calcolo e progettazione viene semplificato e accelerato. I logaritmi intelligenti alla base del sistema, consentono una preselezione mirata dei componenti, che il progettista potrebbe non aver considerato come possibile soluzione per la sua applicazione.   Lo strumento online intelligente consente la ricerca e la progettazione rapide e aggiornate delle pinze SCHUNK. Foto: SCHUNK     Documentazione completa e costantemente aggiornata   È possibile salvare sia l'elenco dei risultati che le singole informazioni, il che significa che è possibile ottenere una documentazione completa e l'archiviazione del progetto, nonché l’eventuale rielaborazione delle informazioni modificate. I dati possono essere sempre recuperati per progetti di follow-up. Il tool intelligente ed intuitivo e basato su HTML vaglia circa 2.550 pinze SCHUNK ed è sempre aggiornato rispetto ai tipi di pinze e ai dati tecnici. Ciò garantisce che i progetti siano sempre basati sulle informazioni correnti e sulle ultime novità disponibili. Solo poche specifiche sul tipo di pinza, pezzo da lavorare e situazione di presa sono sufficienti per lo strumento intelligente di progettazione e selezione SCHUNK e si trova la pinza SCHUNK adatta. Foto: SCHUNK     Il tool di progettazione è disponibile al link: https://schunk.com/it_it/servizi/servizi-digitali/tool-di-progettazione-per-sistemi-di-presa/        
    • 18.03.2021
  • Barenatura di precisione anche per i diametri più piccoli con il sistema Smart Damper di BIG KAISER

    Barenatura di precisione anche per i diametri più piccoli con il sistema Smart Damper di BIG KAISER

    News
            Ruemlang, Svizzera – 16 marzo 2021 – BIG KAISER, leader mondiale nella realizzazione di utensili e soluzioni per lavorazioni meccaniche di altissima qualità e precisione, ha reso disponibili due nuove teste per alesare con sistema integrato per lo smorzamento delle vibrazioni nelle applicazioni di barenatura di precisione per fori profondi. Le testine micrometriche vanno ad estendere la gamma EWN Smart Damper, e incrementano fino a 10 volte la produttività, contribuendo ad ottenere finiture superficiali di qualità nettamente superiore e migliori tassi di rimozione del metallo.         Le nuove teste EWN Smart Damper coprono diametri inferiori a 32 mm, e fino a 20 mm. La testa CK1 ha una lunghezza di 100 mm, la CK2 di 125 mm.   Il design brevettato delle teste Smart Damper abbrevia la distanza tra il meccanismo di smorzamento e il tagliente, ovvero la fonte delle vibrazioni; tale caratteristica migliora significativamente lo smorzamento delle frequenze di risonanza minimizzandole. Pertanto questo sistema si dimostra ideale per l’impiego in applicazioni critiche che richiedono utensili molto lunghi, per esempio nell'industria automobilistica, energetica e aerospaziale.       Il sistema modulare CK/CKB di BIG KAISER è compatibile con la maggior parte degli attacchi e permette una versatilità nelle lunghezze di combinazione degli utensili fino ad un massimo di 10 volte il diametro. Tutti gli utensili prevedono il passaggio centrale del refrigerante; sono disponibili tre diverse opzioni di porta-inserti per ciascuna dimensione di testa.   “Da quando abbiamo introdotto il primo Smart Damper nel 2012, questo innovativo sistema di smorzamento ha raggiunto un'ampia diffusione sul mercato con migliaia di unità vendute. Ha reso possibili alcune applicazioni che prima venivano considerate impossibili”, afferma Marco Siragna, Product Manager di BIG KAISER. “Smart Damper è stato originariamente sviluppato per due applicazioni: alesatura e fresatura. I clienti delle soluzioni BIG KAISER in tutto il mondo possono facilmente aggiornare i bareni già in loro possesso, e risolvere il problema di contenere i costi e ridurre i tempi adottando questa soluzione su misura”.   Nel corso degli anni, BIG KAISER ha regolarmente ampliato la sua linea Smart Damper così da soddisfare le diverse esigenze dei clienti. Dopo l'iniziale sistema modulare per alesatura e fresatura, sono state aggiunte le varianti monoblocco per barenatura di precisione e sgrossatura, per tornitura e con attacco a manicotto.   Le due nuove testine CK1 e CK2, disponibili da Aprile 2021, vanno ad ampliare la gamma monoblocco Smart Damper per barenatura di precisione, e coprono i diametri da 20 mm a 36 mm con CK1, e da 25 mm a 47 mm con CK2. Normalmente questi diametri verrebbero lavorati utilizzando una barra in carburo di lunghezza extra in condizioni molto conservative. Con le testine Smart Damper sono invece possibili lavorazioni più spinte, dove l'estensione della barra in carburo si combina con i nuovi tipi di monoblocco. Per esempio, una barra di carburo di 220 mm combinata con la testina Smart Damper CK2-EWN-25DP-125 può realizzare un alesaggio L/D11 (materiale GGG50, proiezione 380 mm, Vc 300 m/min, f 0.06 mm/rev, DOC 0.2 mm/φ) su un centro di lavoro orizzontale con cono No.50. Per i nuovi modelli sono disponibili anche l’adduzione del refrigerante dal centro e la barenatura in tiro.       BIG KAISER Precision Tooling AG Fondata nel 1948, BIG KAISER progetta, produce e commercializza utensili sofisticati e soluzioni per lavorazioni meccaniche di alta precisione. Con 170 dipendenti a livello globale, le filiali BIG KAISER si trovano in Svizzera, in Germania e negli Stati Uniti. La gamma di prodotti, realizzata al 100% in Svizzera e in Giappone, comprende più di 20.000 utensili di precisione conformi ai più severi standard di qualità; tra questi: porta pinze, mandrini idraulici, teste di alesatura, taglienti e strumenti di misura. Azienda che da sempre anticipa le tendenze di mercato ponendo una particolare attenzione all’adesione ai principi di Industry 4.0 con un focus su innovazione, precisione e sicurezza, BIG KAISER sviluppa e produce autonomamente i componenti elettrici ed elettronici delle sue soluzioni, quali display digitali, sistemi di misura, e sistemi per il controllo e il monitoraggio via wireless degli utensili di barenatura e alesatura. BIG KAISER è parte del gruppo BIG Daishowa, che impiega 900 dipendenti nel mondo. www.bigkaiser.eu/en      
    • 17.03.2021
  • EuroRail Hub annuncia relatori di alto profilo in vista del prossimo evento digitale

    EuroRail Hub annuncia relatori di alto profilo in vista del prossimo evento digitale

    News
                In programma dal 24-25 marzo, EuroRail Hub presenta una serie di sessioni e annuncia la presenza di speaker di alto livello, tra cui Chris Heaton-Harris, ministro delle ferrovie del Regno Unito, e rappresentanti della Railway Industry Association - RIA, Network Rail, Alstom, SNCF, Altamétris, ASSIFER, Trenitalia, Grand Paris Express e   molti altri. Nick Kingsley, caporedattore di Railway Gazette International, sarà moderatore delle conferenze.                                               La registrazione per questo nuovo appuntamento digitale dedicato all'industria ferroviaria è stata aperta a fine febbraio e da allora ha attirato un elevato numero di partecipanti da tutta Europa. L’evento ha ricevuto un forte sostegno da parte degli esperti del settore, come dimostrato dal programma delle sessioni, organizzate in collaborazione con i partner associati dell'evento: la Railway Industry Association (RIA) britannica, ASSIFER, Associazione dell’Industria Ferroviaria (aderente ad ANIE Federazione) e la Fédération des industries ferroviaires (FIF) francese. Le sessioni saranno tenute da esperti del settore di tutta Europa e copriranno una serie di tematiche rilevanti per l’industria ferroviaria, inclusi approfondimenti sui tre mercati: Regno Unito, Italia e Francia.   Il ministro britannico delle ferrovie, Chris Heaton-Harris, Marc Papinutti (direttore generale delle infrastrutture, trasporti e mare del ministero francese) e Dr Ing Luigi Corradi (direttore generale e esecutivo, Trenitalia) apriranno le sessioni mercoledì mattina. David Clarke (direttore tecnico presso la Railway Industry Association), Steven Hart (pianificatore strategico presso Network Rail) e Mike Muldoon (responsabile dello sviluppo aziendale per Regno Unito e Irlanda presso Alstom) rifletteranno sul tema della decarbonizzazione nel settore ferroviario. Russ MacMillan (direttore per le infrastrutture ferroviarie del nord presso il Ministero dei Trasporti inglese), Ernesto Sicilia (presidente e amministratore delegato presso Trenitalia UK), Christophe Villard (responsabile del Progetto Grand Paris Express) e Roberto Rinaudo (CEO, Thello) affronteranno temi come il valore e le opportunità nel mercato ferroviario. Samuel Descroix (responsabile gesatione dati, SNCF Réseau), Anthony-Victor Mehl (responsabile vendite e marketing, Altamétris) e Giuseppe Gaudiello (presidente di ASSIFER) parteciperanno alle conferenze per riflettere sui mercati francese e italiano.   Lanciato lo scorso gennaio, EuroRail Hub è il nuovo evento digitale organizzato da Mack-Brooks Exhibitions. L'evento mira a facilitare contatti commerciali internazionali e a sostenere la ripresa del mercato ferroviario europeo. Organizzata da Railtex, Infrarail, SIFER ed EXPO Ferroviaria, la piattaforma offrirà una opportunità unica per le organizzazioni di Regno Unito, Italia e Francia di incontrarsi e condurre attività commerciali in previsione degli eventi dal vivo, in programma nella seconda metà dell'anno. L'evento si concentrerà anche sugli approfondimenti, le sfide attuali e future che coinvolgono i professionisti del settore nei loro paesi, ma anche oltre i confini nazionali. Organizzate con successo da Mack-Brooks Exhibitions, sin dalla loro prima edizione svoltasi rispettivamente nel 1993 (Railtex), 1994 (Infrarail), 1999 (SIFER) e 2004 (EXPO Ferroviaria), le quattro fiere hanno continuato a ricevere il forte supporto delle principali organizzazioni che definiscono il mercato ferroviario europeo. Le fiere coprono tutti gli aspetti della filiera ferroviaria e rappresentano un eccellente punto di incontro per responsabili delle decisioni, autorità governative, committenti e società di ingegneria nei settori delle tecnologie per il materiale rotabile e le infrastrutture. Railtex, Infrarail, SIFER ed EXPO Ferroviaria, previste per il secondo semestre del 2021, continueranno a sostenere la ripresa del mercato ferroviario europeo. Con EuroRail Hub, i quattro eventi saranno uniti per la prima volta in un formato digitale.   Ulteriori informazioni su EuroRail Hub e sul programma di seminari sono disponibili sul sito ufficiale dell’evento www.eurorailhub.com  
    • 17.03.2021
  • Metalscrapp: Una nuova piattaforma per comprare e vendere ritagli e sfridi

    Metalscrapp: Una nuova piattaforma per comprare e vendere ritagli e sfridi

    News
              MetalScrapp nasce da una considerazione molto semplice: le officine bruciano una grande quantità di risorse. Tubi, profili e lamiere di piccola e media pezzatura, che rimane da lavorazioni sia occasionali che continuative. Questi ritagli vengono solitamente accantonati in magazzino, per poi finire nel rottame dove fruttano pochi centesimi al kg. Un vero spreco considerando che si tratta di materiale pari al nuovo, pagato a prezzo pieno. La differenza tra il prezzo di vendita di un pezzo di tubolare come rottame e quella dell'acquisto dello stesso pezzo come nuovo è circa di 5 volte. Perché? Il materiale venduto all'azienda di riciclaggio viene pagato poco perché ci sono molti passaggi: - rottamaio - acciaieria - laminatoio - tubificio - centro servizi Senza contare gli eventuali grossisti, intermediari, o altre lavorazioni e trattamenti intermedi. Dall'altra parte c'è chi compra acciaio, acciaio inox e alluminio: spesso si trova costretto ad acquistare un foglio intero di lamiera o una barra da 6 metri per un prodotto che ne richiede una piccola parte. Il materiale avanzato rimane in giacenza diminuendo il margine, o viene messo in conto al cliente finale col rischio di andare fuori mercato.  MetalScrapp mette in comunicazione questi due attori: chi vende lo sfrido può ricavare un prezzo migliore rispetto a quello ottenuto dal rottame a peso; chi compra lamiera e tubo può risparmiare molto rispetto al mercato primario. Quello che per un'azienda è una rimanenza, per un'altra è materia prima in perfette condizioni e a prezzo scontato. Soprattutto per chi fa produzione continuativa, l'acquisto a condizioni vantaggiose significa margini migliori. Con Metalscrapp accorciamo la distanza tra chi dispone di molto materiale inutilizzato e chi ha bisogno proprio di piccole pezzature o quantità inferiori al minimo gestito dai canali di fornitura tradizionali. Il vantaggio è innanzitutto economico, perché si guadagna più che col rottame; inoltre vendendo lo sfrido si libererà molto spazio nel magazzino per prodotti a più alto valore aggiunto. Chi carica il materiale decide lei il prezzo di vendita e le tempistiche necessarie per l'evasione degli ordini. Chi acquista, troverà già quasi 100 ton di metallo in tantissime pezzature a prezzi molto convenienti. Tutte le transazioni saranno gestite e per tramite della piattaforma, con la garanzia di una sede e un team italiani. In futuro saranno disponibili molte altre funzionalità, secondo quanto ci verrà richiesto e suggerito dagli utenti.  Comprare su Metalscrapp è molto semplice: basta selezionare il materiale e la tipologia (lamiera, tubo, verga, ecc), inserire le dimensioni e scegliere la finitura. Apparirà un elenco di pezzi compatibili con la ricerca: si può quindi scegliere quelli che servono nella quantità necessaria e procedere con l'ordine. Il venditore confermerà la disponibilità dei pezzi nel suo magazzino, il corriere ritirerà il collo e lo consegnerà in brevissimo tempo. È anche possibile consultare l'intero database dei materiali caricati, come fosse un catalogo. Con MetalScrapp vince sia chi compra che chi vende, e ci guadagna l'ambiente: per ogni ton di metallo che viene utilizzato direttamente invece di finire in altoforno evitiamo l'emissione di circa 300/400 kg di CO2 (fonte: Norden.org). Non riprocessare lo sfrido in siderurgia significa quindi un contributo enorme per l'ambiente e per i margini dell'azienda. La piattaforma è già operativa ed accessibile ed ha già raccolto importanti partnership con molte aziende del settore e software house CAM/ERP. Per maggiori informazioni visita metalscrapp.com o scrivi a info@metalscrapp.com    
    • 09.03.2021
  • IEMCA BOSS 338 HD Superveloce: Aumenta la tua produttività con la Tecnologia Superveloce IEMCA

    IEMCA BOSS 338 HD Superveloce: Aumenta la tua produttività con la Tecnologia Superveloce IEMCA

    News
        IEMCA si pone da sempre l´obiettivo di aumentare costantemente la produttività dei propri clienti, progettando caricatori di barre ad altissime prestazioni, in grado di affiancare al meglio qualunque tipo di tornio. L´esclusiva Tecnologia Superveloce impiegata sui caricatori di barre IEMCA permette di ridurre drasticamente i tempi improduttivi del tornio, ottenendo di conseguenza un sensibile aumento della produttività. La Tecnologia Superveloce IEMCA permette infatti la riduzione di due valori chiave per determinare la performance di un caricatore di barre: il tempo di cambio barra e il tempo di pausa della fantina.   BOSS 338 Superveloce: la migliore tecnologia per il leader del mercato dal 1991 La Tecnologia Superveloce sviluppata da IEMCA trova la sua massima espressione di impiego sul modello Boss 338 Superveloce, la scelta perfetta per torni a fantina mobile. La gamma Boss garantisce massima affidabilità senza scendere a compromessi: il miglioramento continuo del prodotto, la cura dei dettagli e oltre venti anni di storia - e di ricerca - ne fanno lo standard di qualità per il mercato nella maggior parte delle situazione di lavoro. L´impiego della Tecnologia Superveloce su Boss 338 si traduce infatti in una sostanziale riduzione del tempo di cambio barra e nell´azzeramento del tempo di pausa della fantina, quindi in un incremento produttivo pari in media al 4%.           Tempo di cambio barra drasticamente ridotto Grazie alla Tecnologia Superveloce, il tempo medio di cambio barra per il caricatore Boss 338 viene ridotto di circa il 37%: da oltre 30 a 20 secondi, attraverso l´impiego di un nuovo ciclo di lavoro e di una nuova componentistica. Le fasi che compongono il ciclo di lavoro vengono infatti ottimizzate attraverso l’utilizzo di un nuovo software, che ne aumenta la velocità di esecuzione. Sono inoltre impiegati a bordo macchina componenti di altissima qualità, come motore e PLC, forniti da brand leader di settore a livello mondiale: la velocità - e la performance produttiva - del caricatore di barre vengono ancora una volta massimizzate. Annullamento dei tempi di pausa della fantina Il tempo di pausa fantina, imposto al tornio dal meccanismo di sincronismo in apertura e chiusura di pinza, viene ridotto fino al suo azzeramento. Grazie al nuovo PLC dal tempo di ciclo estremamente più rapido, la maggiore velocità di esecuzione del software sul caricatore di barre permette di ottenere un tempo medio di pausa della fantina di soli 0,1 secondi, valore che può considerarsi praticamente nullo.     Un esempio concreto Cosa significa concretamente Tecnologia Superveloce? Prendiamo un caricatore di barre IEMCA Boss 338 e consideriamo un tempo di cambio barra di 20 secondi* e un tempo di pausa della fantina tendente a 0*. Se si producono pezzi di lunghezza 55 mm con un tempo ciclo di 25 secondi, l´impiego della Tecnologia Superveloce IEMCA permette di ottenere un aumento della produzione annua pari al 4%*, con conseguente vantaggio economico. Contattaci subito per maggiori informazioni sulla Tecnologia Superveloce IEMCA e ottenere una stima reale dell´aumento di produttività relativo al tuo caso specifico.                         IEMCA a Bucci Automations S.p.A. Division  Via Granarolo 167 - 48018 Faenza (RA)  Tel. +39.0546.698000  -  Fax +39.0546.46224 E-mail iemca.it@bucci-industries.com        
    • 01.03.2021
  • Il 19 marzo un webinar Renishaw sui vantaggi dei sistemi di misura a 5 assi per CMM

    Il 19 marzo un webinar Renishaw sui vantaggi dei sistemi di misura a 5 assi per CMM

    News
        Renishaw, l’azienda specializzata in metrologia di alta precisione, ottimizzazione dei processi produttivi 4.0, additive manufacturing e tecnologie per il settore medicale terrà un webinar gratuito dal titolo “I vantaggi della misura CMM a 5 assi nel settore Automotive”, venerdì 19 marzo dalle ore 10.00 alle ore 10.30.      Il webinar ha lo scopo di illustrare i vantaggi dell’utilizzo delle teste di misura a 5 assi per CMM, evidenziando come queste possano aumentare esponenzialmente l’accuratezza e la produttività della sala metrologica e di conseguenza dell’intero processo produttivo. Le sonde multisensore abbinabili al sistema a 5 assi REVO® offrono la possibilità di eseguire misure a scansione tattile, ispezioni delle finiture di superficie e scansioni senza contatto a luce strutturata. Tutto ciò permette di effettuare, con una sola macchina di misura, tutte quelle ispezioni che solitamente richiedono diverse postazioni e macchinari.   Durante il webinar verranno inoltre evidenziate le tecnologie e le best practice che stanno ormai diventando lo standard negli ambienti produttivi automotive e in quelle realtà che fanno della produttività, del rispetto dei tempi di consegna e nella ricerca della massima precisione il proprio cavallo di battaglia per affrontare le sempre più impegnative sfide della manifattura odierna.        
    • 01.03.2021
  • Comunicato Stampa Schunk Intec srl: Sistemi di Presa ERT la nuova unità rotante intelligente per applicazioni di manipolazione e assemblaggio

    Comunicato Stampa Schunk Intec srl: Sistemi di Presa ERT la nuova unità rotante intelligente per applicazioni di manipolazione e assemblaggio

    News
    ERT di SCHUNK è l'unità rotante con freno elettrico più piatta disponibile sul mercato. Grazie al suo angolo di rotazione regolabile liberamente e alle coppie elevate, l'unità è versatile e ideale nell'uso in spazi ristretti.     Piatta, precisa, ad alta densità di potenza: l'unità rotante meccatronica di SCHUNK, ERT, consente movimenti rotatori flessibili e particolarmente dinamici in uno spazio ridotto, è estremamente versatile e quasi esente da usura e da manutenzione. E’ l’unica unità rotante sul mercato ad avere un freno elettrico, disponibile come optional, che non aumenta l’ingombro dell’attuatore in altezza. Questo nuovo prodotto è ideale per applicazioni di assemblaggio e manipolazione nel settore elettronico, medicale, pharma e per applicazioni di laboratorio ma anche per applicazioni ottimizzate in termini di spazio nell'ingegneria meccanica, nella lavorazione laser o nel packaging. L’attuatore rotante ERT può essere utilizzato come tavola rotante per componenti, gruppi di assemblaggio e strumenti, ma anche come unità rotante per soluzioni gantry o come modulo di posizionamento ad alta precisione. Si basa su un motore torque permanentemente eccitato, è dotato di un encoder assoluto e garantisce una precisione di ripetibilità di 0,01° senza referenziarsi al primo avviamento, tempi di reazione brevi e coppie elevate. Un foro centrale di ampie dimensioni consente il passaggio di cavi e tubi flessibili oppure consente l'utilizzo di una telecamera.   L'unità rotante SCHUNK ERT può essere utilizzata come tavola rotante ma anche come modulo di manipolazione in applicazioni gantry.   ERT è disponibile in un ampio numero di varianti e di optional   È possibile utilizzare controller di azionamento di diversi produttori e quindi viene garantita la massima flessibilità possibile nel controllo e nella regolazione poiché i moduli possono essere integrati senza problemi in sistemi già esistenti. ERT è, in prima battuta, già disponibile con interfaccia DRIVE CLiQ per integrazione diretta nei controller Siemens. In caso di arresto, l'unità disponibile opzionalmente con freno, blocca in modo sicuro la sua posizione senza modificare l'altezza dell'unità, anche se una forza esterna dovesse influire sulla stessa. Questo modulo è disponibile nelle taglie 12, 50 e 300 con coppie nominali di 1,5 Nm, 7,8 Nm e 32 Nm, diametri esterni di 120 mm, 167 mm e 277 mm e massimi momenti di inerzia di 0,07 kgm2, 0,39 kgm2 e 5,53 kgm2. E’ stata introdotta anche la versione a tenuta – a prova di polvere e schizzi (IP54) per applicazioni in ambienti sporchi. L'alimentazione e l'azionamento sono garantiti tramite connettori standard (M12 / M17). Successivamente saranno disponibili passaggi opzionali per l'alimentazione attraverso tubi e cavi per i segnali elettrici, segnali bus o fluidi.   Con ERT sarà possibile utilizzare controller di azionamento di diversi produttori. In prima battuta ERT è già disponibile con interfaccia DRIVE CLiQ per integrazione diretta nei controller Siemens.     SCHUNK ha realizzato un tool di progettazione specifico per questo prodotto, in modo che i tempi di rotazione delle singole varianti di ERT possono essere calcolati e progettati con precisione, inserendo i dati del movimento (momento di inerzia, angolo di rotazione, tempo di pausa). Il tool online, basato su HTML è disponibile anche in italiano.        
    • 01.03.2021
  • DP Engineering ha ridotto i tempi di fermo macchina con il sistema di misurazione VICIVISION

    DP Engineering ha ridotto i tempi di fermo macchina con il sistema di misurazione VICIVISION

    News
      LA MISURA OTTICA RIDUCE I TEMPI DI FERMO MACCHINA: I CLIENTI PERCEPISCONO IL BENEFICIO.   David Paull (CNC) Engineering, Azienda di ingegneria di precisione fondata quasi 70 anni fa, ha costruito una solida reputazione nella fornitura di prodotti di qualità.   I componenti che vengono prodotti sono utilizzati nei settori navale, aerospaziale, di difesa, petrolifero, del gas, e medico, sono spesso critici. Ciò significa che forma, funzione e sicurezza non possono essere compromesse. Operando sia su piccola che larga scala, l’impresa, sita in Cornovaglia, è orgogliosa della sua filosofia: offrire ai clienti un servizio di ingegneria su misura e all’avanguardia, dove l’accuratezza è essenziale. Mentre i valori dell’azienda sono una luce guida costante, l’impresa conserva forti ambizioni per un ulteriore sviluppo e crescita. Un elemento chiave indentificato da DP Engineering per il miglioramento è stato il controllo qualità. A causa della complessità dei suoi prodotti e dei materiali richiesti per lavorarli, in passato l’impresa è stata fortemente dipendente dai metodi di ispezione manuale. Questa di sua natura comporta il rischio di inesattezza, in quanto il processo non è né ripetibile né rapido abbastanza da essere applicato a qualsiasi cosa diversa dal campionamento in lotti. Il dispendio in termini di tempo di questo approccio tradizionale rappresentava una grande preoccupazione per l’azienda, la quale aspirava ad aumentare la propria capacità e produttività. Per raggiungere i suoi obiettivi, DP si è rivolta a VICIVISION UK, fornitore leader del Regno Unito e Irlanda di macchine di misura ottica senza contatto per elementi torniti e sistemi per il controllo qualità. È stata installata la macchina TECHNO M309, un sistema con ampio campo di misurazione, capacità di carico notevole, alta risoluzione e un software intuitivo, progettata per misurare rapidamente i componenti cilindrici e con assoluta precisione, direttamente in officina.   Guarda il video                                                             Philip Anthony di DP Engineering afferma:   “Stiamo riscontrando i vantaggi sui componenti dalle numerose caratteristiche esterne. Solitamente controllavamo ogni peculiarità, come lunghezze esterne su radioscopio e misuratori di altezze, ora tutto questo può essere misurato su un’unica macchina.” “Ci sono caratteristiche che si possono misurare con VICIVISION che non possono essere misurate su una macchina di misura a coordinate (CMM), quindi usiamo entrambe in parallelo.” “La lavorazione del metallo è il nostro business, e i tempi di fermo macchina erano un ostacolo. VICIVISION ha sicuramente aiutato la nostra produzione.” Il Sig. Anthony ha aggiunto: “La cosa principale per noi è l’ispezione durante il processo, dove prima si poteva fare una misura a campione, ora il tempo non è più un limite. Non vi è alcun problema con il controllo di un intero lotto.” “Ciò permette di completare molto più velocemente il processo, di conseguenza offriamo prezzi ancora più competitivi.” VICIVISION rende possibile il controllo immediato accanto a più centri di lavoro, a più di un solo operatore, eliminando i colli di bottiglia e portando ad una riduzione di tempi di inattività, in quanto non è necessario lasciare l’officina. La misurazione veloce, senza contatto e non dannosa su un sistema all-in-one viene eseguita con il semplice tocco di un pulsante, con un rapido ed efficiente cambio lotto, aumentando la produttività. I processi di misurazione efficienti, accurati e affidabili resi possibili dai sistemi VICIVISION offrono ai produttori la massima tranquillità quando si tratta di fornire ripetutamente prodotti di qualità. L’incremento della produttività permette alle imprese di accettare più lavoro con la sicurezza che la domanda e gli standard qualitativi possano essere soddisfatti.   follow on Linkedin | www.vicivision.com   Vici & C. S.p.A. Via Gutenberg 5, 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), Italy    
    • 24.02.2021
  • La gestione digitale degli utensili Connected Manufacturing di Hoffmann Group pronto ad entrare in scena.

    La gestione digitale degli utensili Connected Manufacturing di Hoffmann Group pronto ad entrare in scena.

    News
        Una nuova soluzione di software che garantisce una panoramica in tempo reale su tutti gli utensili compresi i loro dati e impieghi.   Hoffmann Group si dedica da parecchio tempo allo sviluppo di prodotti digitali. Fra questi l’ultimo nato è Connected Manufacturing, innovativo software grazie tramite il quale piccole e medie aziende saranno in grado di gestire i propri utensili in maniera efficiente e programmarne perfettamente l’impiego. Infatti, Connected Manufacturing fornisce una completa panoramica sugli utensili e sui loro gemelli digitali in tempo reale – dalla progettazione nel sistema CAM allo strumento di presetting per finire in macchina. Oltre ai parametri base vengono registrati anche i dati di movimento come il luogo di immagazzinamento e d’impiego e i valori di presetting che vengono aggiornati di continuo. Sulla base di tali informazioni è possibile mettere sempre a disposizione l’utensile giusto al posto giusto riducendo, così, scarti, lavorazioni successive e tempi morti della macchina. Un’interfaccia semplice da usare e intuitiva garantisce all’utente di poterla utilizzare anche senza aver frequentato corsi specializzati, usando semplicemente un tradizionale browser in internet.   L’implementazione del Connected Manufacturing è incredibilmente semplice: innanzitutto tutti gli utensili vengono provvisti di un chip RFID e i numeri di chip vengono registrati e associati, a scelta, con ulteriori informazioni come dati tecnici e programmi di attrezzaggio macchina nella banca dati centrale. Da questo momento i dati si muovono insieme agli utensili e vengono aggiornati di continuo. Se per esempio un utensile viene presettato, il sistema memorizza automaticamente i valori misurati. In tal modo si crea un’ampia base di informazioni e una buona base di partenza per migliorare l’impiego degli utensili e ridurre gli errori nella configurazione degli utensili modulari così come nell’attrezzaggio delle macchine.   I valori di misurazione vengono inviati dallo strumento di presetting al Tool Management di Hoffmann Group e memorizzati a livello centrale.       Il costante controllo dei singoli utensili in tempo reale rende possibile avere una panoramica completa sull’intero ciclo di vita degli utensili e rende più semplice anche analizzare, per esempio, il consumo ossia il fabbisogno degli utensili stessi. È così che Connected Manufacturing apporta un importante contributo per migliorare l’organizzazione, la progettazione e il controllo dell’intera produzione.   Nella versione attuale il software può interfacciarsi con i seguenti sistemi: controlli Heidenhain TNC426, iTNC530 e TNC640 così come Siemens 840 D, strumenti di presetting GARANT VG1 e Zoller, software CAD/CAM di Tebis, Mastercam e SolidCAM, distributori di utensili GARANT Tool24. Quest’ultimo permette di automatizzare l’erogazione degli utensili, controllare i prelevamenti ed effettuare automaticamente, se necessario, nuovi ordini. In tal modo l’approvvigionamento degli utensili viene organizzato, gestito e reso sicuro in maniera efficiente.   Le informazioni sugli utensili possono essere visualizzate e trasmesse velocemente tramite scansione.   Connected Manufacturing è disponibile in due versioni: Basic per gestire gli utensili interfacciati a CAD/CAM, presetting e distributore di utensili, la Full che aggiunge l’interfacciamento con le macchine CNC supportate.   Disponibile da febbraio 2021! Stay tuned!   www.hoffmann-group.com
    • 22.02.2021
  • Interprecise Donath GmbH con sede presso Fürth: perché la produzione precisa di cuscinetti volventi beneficia delle macchine EMAG

    Interprecise Donath GmbH con sede presso Fürth: perché la produzione precisa di cuscinetti volventi beneficia delle macchine EMAG

    News
            Lavoro di squadra per la massima precisione (da sinistra): Christian Witte, amministratore delegato di Interprecise, Michael Gumbel, tecnico commerciale di EMAG, Daniel Braun e Adam Smuda di Interprecise.     Molte macchine e trasmissioni non sono concepibili senza cuscinetti volventi, la cui struttura ad anello facilita il rotolamento riducendo in tal modo l’attrito. La loro produzione richiede tuttavia una precisione micrometrica: questo è il compito di Interprecise Donath Gmbh con sede presso Fürth. Da oltre 30 anni, l’azienda realizza cuscinetti volventi particolarmente complessi destinati all’ingegneria meccanica e alla costruzione di trasmissioni. Pianificazione, progettazione e produzione vengono eseguiti completamente in azienda. Nello stabilimento dal 2017: centri di tornitura VL verticali di EMAG. Grazie all’automazione pick-up integrata, assicurano un incremento della produttività garantendo al contempo la necessaria qualità nella lavorazione su temprato e non temprato di componenti tipici come gli anelli di cuscinetti. Quali esperienze hanno accumulato gli specialisti dei cuscinetti volventi con questa soluzione produttiva?   In quale ambito non si utilizzano cuscinetti volventi? La domanda appare ovvia, dal momento che questi componenti si trovano in molti tipi di macchine, trasmissioni e veicoli. In genere vengono montati su alberi o assi e consentono lo scorrimento o il trasferimento del carico – incluso un coefficiente di attrito molto basso che riduce il consumo energetico della propulsione. Questi presupposti sono sufficienti per comprendere quali sfide si celino dietro la loro produzione: si tratta di tolleranze di produzione di pochi micrometri, assicurate da esperti di cuscinetti volventi come Interprecise Donath GmbH. L’azienda della Franconia, con i suoi circa 140 collaboratori e un fatturato di quasi 27 milioni di euro opera in una “nicchia qualitativa” particolare, come sottolinea l’amministratore delegato Christian Witte: “Ci concentriamo su specifiche applicazioni, per le quali i nostri clienti necessitano di un numero di pezzi basso, compreso tra una e 2.000 unità. In questo caso potremmo parlare di un segmento di mercato caratterizzato da estrema precisione, che non consente una produzione in serie automatizzata. Puntiamo piuttosto su un controllo 1 a 1: lavoratori specializzati devono monitorare il processo nelle macchine e verificare costantemente la qualità finale dei pezzi singoli mediante tecnologia di misura. La nostra tolleranza agli errori è pari a zero.”   Prima e dopo: gli anelli di cuscinetti per pezzi grezzi vengono sottoposti prima alla lavorazione su non temprato e quindi a quella su temprato sulla macchina VL.         Una risposta efficiente all’aumento del numero di commesse   A ciò si aggiunge il fatto che Interprecise si posiziona come un produttore estremamente snello e flessibile sul mercato. Rispondiamo a ogni richiesta di un nuovo cuscinetto volvente in modo diretto e tempestivo. Anche l’attuazione costruttiva di disegni tecnici viene avviata molto rapidamente. “Possiamo vantare tempi di reazione rapidi e un successivo servizio di assistenza completo al cliente , in un ambito tecnico come il nostro estremamente complesso”, sottolinea Witte. Questo tipo di approccio ha avviato l’azienda su un sentiero di crescita costante, con il numero di collaboratori quasi triplicato negli ultimi 13 anni. Il 2007 è stato un anno particolarmente importante in questo senso, in quanto gli specialisti hanno acquisito per la prima volta visibilità con il proprio marchio “DC”, attribuendo quindi un nome alla qualità dei loro cuscinetti volventi. Tuttavia circa tre anni fa questo andamento positivo ha posto i progettisti di Interprecise di fronte a una questione centrale: come è possibile produrre un numero crescente di varianti e famiglie di componenti sempre nuove – senza compromettere la precisione e la sicurezza di processo? La risposta ha portato alla fine all’automazione a pick-up delle macchine verticali EMAG, come sottolinea Witte: “Prima di tutto ho esaminato questa soluzione presso alcuni nostri clienti. È risultato evidente che l’approccio di questa macchina, che si carica automaticamente attraverso un mandrino di lavoro e può essere fatta funzionare in modo parzialmente automatico, rappresenta la soluzione ideale per i nostri compiti. Tutto ciò ci consente di aumentare la produttività anche con un numero basso di pezzi, in quanto un operatore può assistere contemporaneamente più macchine. Ciò significa, in ultima analisi, che siamo in grado di produrre di più con lo stesso organico.” Di conseguenza, nel 2017 Interprecise ha investito nei primi due centri di tornitura pick-up di tipo VL 4, a cui un anno dopo si sono aggiunte una ulteriore VL 4 e una VL 6 (per componenti di dimensioni leggermente maggiori). Ad esempio, gli anelli interni ed esterni dei cuscinetti volventi vengono sottoposti alla tornitura su temprato e non temprato nelle quattro macchine EMAG. Nel complesso, nelle macchine VL vengono sottoposti a lavorazione di tornitura fino a 50 diversi componenti. I volumi dei lotti di produzione variano da cinquanta e cinquecento. All’incirca tre volte a settimana gli specialisti riconfigurano i quattro centri di tornitura pick-up.     La preparazione della macchina per un nuovo componente viene eseguita in modo rapido.     Riduzione dei costi per pezzo grazie alla soluzione EMAG Interprecise è estremamente soddisfatta di questa soluzione, come dichiara Daniel Braun, responsabile per la preparazione del lavoro e il controllo. “Alla fine siamo riusciti a ridurre in modo significativo i costi per pezzo, pari a circa il 15%, dal momento che le macchine funzionano in modo efficiente con un ridotto impiego di personale. Il nostro intero processo produttivo beneficia in modo determinante della struttura della macchina. “Ciò rende il processo molto semplice: l’operatore posiziona il componente su uno degli anelli di trascinamento del nastro trasportatore ad anello chiuso e allo stesso modo lo preleva da questa posizione. Il nastro funge da magazzino integrato e la macchina è in grado di produrre senza sorveglianza per molto tempo, mentre all’interno si svolge un processo estremamente efficiente: il mandrino pick-up preleva i pezzi dal telaio di trascinamento e li trasferisce rapidamente nella zona di lavoro con la torretta portautensili a 12 posizioni integrata – corse brevi garantiscono tempi truciolo/truciolo altrettanto brevi. Dopo la realizzazione del primo lato (e la rimozione mediante nastro all’esterno), l’operatore deve eseguire adattamenti minimi alla macchina. In pratica non deve far altro che depositare di nuovo i componenti ribaltati sul nastro trasportatore per la lavorazione del secondo lato. Un ruolo importante viene svolto dalla stazione di misurazione tra zona di lavoro e stazione pick-up, dove viene eseguito un processo di misurazione del componente appena prima del caricamento e dello scaricamento. In funzione del risultato di misurazione, la macchina esegue una regolazione automatica correggendo l’usura dell’utensile e garantendo la precisione di riproduzione indispensabile per la produzione di estrema precisione degli anelli di cuscinetti.   Nel complesso, presso Interprecise vengono utilizzate tre VL4 e una VL 6 di EMAG.     Flessibilità in primo piano   Altrettanto importante per la precisione e la redditività è l’intera progettazione della macchine VL. Il basamento in cemento polimerico Mineralit® riduce ad esempio le vibrazioni durante il processo di fresatura, garantendo una durata maggiore degli utensili e una maggiore qualità delle superfici. Inoltre il mandrino principale è fissato sul lato anteriore mediante una slitta a croce e consente movimenti dinamici sugli assi X e Z. Gli operatori possono anche beneficiare della buona accessibilità della zona di lavoro e della torretta portautensili. Grazie a queste condizioni il centro di tornitura verticale può essere riattrezzato in breve tempo. “Questo un fattore importante per noi”, afferma Braun. “Ci distinguiamo sul mercato essenzialmente per tempi di reazione e di consegna rapidi, caratteristiche che dipendono a loro volta dalla flessibilità della produzione su ordinazione. Il riattrezzamento della macchina deve quindi venire eseguito in modo molto efficiente e rapido. Nel caso della soluzione EMAG, è esattamente così.”   Un grosso vantaggio del processo è rappresentato dal nastro trasportatore con magazzino. In questo modo è possibile far funzionare la macchina con un impiego ridotto di personale.     Macchine EMAG come importante base produttiva Verso quale direzione si muove attualmente la tecnologia dei cuscinetti volventi e in che misura sfida anche la soluzione di produzione? A tale proposito Daniel Braun richiama l’attenzione su esigenze qualitative sempre maggiori, in particolare nel settore meccanico dove trovano impiego molti cuscinetti volventi prodotti da Interprecise: “Prendiamo come esempio le macchine da stampa. È evidente che i requisiti imposti alla qualità di stampa sono sempre più alti e ciò dipende non da ultimo dalla precisione della meccanica di movimento delle macchine utilizzate. E in tale ambito i cuscinetti volventi svolgono un ruolo determinante. Devono venire realizzati con altrettanta precisione quanta resistenza all’usura, sviluppo che consentiamo di realizzare con il nostro know-how di progettazione e produzione. Notiamo una situazione simile in molti campi applicativi. Le macchine EMAG costituiscono una importante base produttiva in questo senso. Abbiamo tutti i requisiti giusti.”   Oltre agli anelli di cuscinetti, con la VL4 e la VL 6 di EMAG vengono lavorati anche diversi altri componenti.   Verifica delle misure degli anelli di cuscinetti: la loro produzione richiede una precisione micrometrica.   https://www.emag.com/    
    • 20.02.2021
  • Comunicato Stampa Schunk Intec srl:

    Comunicato Stampa Schunk Intec srl:

    News
                ROTA-M flex 2+2:  Le guide a tenuta garantiscono una elevata affidabilità di processo del mandrino a compensazione centrale SCHUNK ROTA-M flex 2+2. Foto: SCHUNK   I mandrini autocentranti con sistema di compensazione a 2+2 griffe vengono utilizzati per il bloccaggio preciso ed efficiente di una vasta gamma di geometrie dei pezzi su centri di tornitura e fresatura: rotondi, quadrati, rettangolari o irregolari. Per soddisfare questa crescente domanda di mercato, SCHUNK ha sviluppato il nuovo autocentrante a bassa manutenzione ROTA-M flex 2+2. SCHUNK ha realizzato la più alta corsa di compensazione delle griffe base presente sul mercato con valori che variano da 5,1 mm fino a 10 mm per griffa con un range di regolazione maggiore rispetto ai classici autocentranti a 4 griffe di altri produttori. Questa tecnologia permette di ottenere una flessibilità duplice per gli utilizzatori sia per le geometrie dei pezzi che possono essere bloccati sia per la varietà delle possibili applicazioni: un singolo autocentrante ROTA-M flex 2+2 è sufficiente per coprire in modo flessibile una vasta gamma di lavorazioni con pezzi irregolari o di svariate geometrie. La sua flessibilità consente l'utilizzo classico in tornitura ma risulta estremamente vantaggioso anche nel bloccaggio stazionario in operazioni di fresatura e foratura e nelle applicazioni su centri di lavoro con tavola a tornire.   Bloccaggio di svariate geometrie: Un mandrino autocentrante per ogni pezzo: il meccanismo di compensazione di ROTA-M flex 2+2 fornisce una possibilità di compensazione significativamente maggiore rispetto ad autocentranti simili attualmente sul mercato, aumentando la flessibilità d’impiego in caso di operazioni di bloccaggio caratterizzate dalle forme geometriche più svariate. Foto: SCHUNK     Autocentrante con tecnologia di protezione a tenuta stagna   Sulle griffe basi di scorrimento sono inserite delle speciali guide a tenuta stagna che prevengono l’esaurimento del grasso lubrificante e la perdita graduale della forza di serraggio. In questo modo viene garantito un funzionamento preciso dell’autocentrante anche a basse forze di serraggio. Allo stesso tempo, le guarnizioni proteggono il corpo del mandrino da sporco e trucioli, aumentando così la sicurezza del processo e allungando significativamente gli intervalli di manutenzione. Per aumentarne l’affidabilità, il movimento di serraggio di ROTA-M flex 2+2 dopo aver effettuato la corsa di compensazione diventa autocentrante e la condizione di serraggio viene indicata da appositi perni di segnalazione. Gli autocentranti standard da 260 a 1200 dispongono di una corsa delle griffe da 9,5 mm a 17,8 mm e forze di serraggio elevate, da 100 kN a 180 kN.       Design rivoluzionato per grandi dimensioni   A partire dalla taglia 800, gli autocentranti presentano una struttura alleggerita, dal peso ridotto: sulle guide portanti vengono inserite delle scanalature per permettere il montaggio di ganasce fisse o mobili in modo che si possa utilizzare SCHUNK ROTA M flex 2+2 eccezionalmente come morsa di serraggio. Inoltre, le grandi dimensioni sono anche adatte all'uso su torni verticali. L’autocentrante ROTA-M flex 2+2 è dotato di griffe base con dentatura standard (1/16"x 90° o 1,5 mm x 60°) in modo che l'utilizzatore possa sfruttare appieno i vantaggi della più ampia gamma di morsetti SCHUNK, la più grande al mondo.       schunk.com      
    • 19.02.2021
  • Increase your productivity with IEMCA Superfast Technology

    Increase your productivity with IEMCA Superfast Technology

    News
    IEMCA Superfast Technology IEMCA aims to constantly increase the productivity of its customers by designing high-performance bar feeders, able to support any type of lathe or turning machine in the best possible way. The exclusive Superfast Technology present on IEMCA bar feeders drastically reduces non-productive time during the production cycle, consequently gaining a significant increase in productivity. IEMCA Superfast Technology indeed reduces two key time values determining the performance and productivity level of a bar feeder/lathe set-up: bar changeover time and headstock idle time. BOSS 338 Superfast: cutting-edge technology for the market leader since 1991 Superfast Technology developed by IEMCA finds its maximum expression when applied on the Boss 338 Superfast bar feeder, the perfect choice for sliding headstock lathes. Boss 338 Superfast ensures maximum reliability without compromise: continuous improvements of the product, attention to details and over twenty years of history - and research - have allowed Boss range to set the quality standard for the market in any work situation. The application of Superfast Technology on Boss 338 means substantial reduction of bar changeover time and elimination of headstock idle times, therefore an average productivity gain equal to 4%.           Bar changeover time drastically reduced Thanks to Superfast Technology, average bar changeover time for Boss 338 bar feeder is reduced by 37%*: from more than 30 to 20* seconds, through the use of a new work cycle and new components. The new software guarantees the optimization of the entire work cycle and the sequences making it up, by increasing its execution speed. Moreover the machine is equipped with the highest quality components available - like motor and PLC - supplied by worldwide leaders in the industry: the speed - and the productivity - of the bar feeder are once again maximized. Headstock idle times eliminated to zero Headstock idle time, imposed on the lathe by the synchronism device when the collet opens and closes, is reduced even up to its elimination. Thanks to the new PLC with faster cycle time, the higher software execution speed on the bar feeder makes it possibile to register an average headstock idle time equal to 0,1 seconds - such a low value that it can be considered zero.   The data are based on specific actual situations. Please contact us in order to receive an estimate for the productivity increase in your specific case. A concrete example What can Superfast Technology actually do for you? Let's consider a IEMCA Boss 338 bar feeder, a bar changeover time of 20 seconds* and a headstock idle time near 0*. If you work 55 mm long pieces and the cycle time is equal to 25 seconds, IEMCA Superfast Technology allows a 4%* productivity increase over a one-year period, meaning an economic benefit for your company. Get in touch with us immediately in order to receive more information about IEMCA Superfast Technology and an estimate for the productivity increase in your specific case.         IEMCA a Bucci Automations S.p.A. Division  Via Granarolo 167 - 48018 Faenza (RA)  Tel. +39.0546.698000  -  Fax +39.0546.46224 E-mail iemca.it@bucci-industries.com          
    • 18.02.2021
  • Renishaw presenta FORTiS™, la nuova generazione di encoder lineari assoluti incapsulati

    Renishaw presenta FORTiS™, la nuova generazione di encoder lineari assoluti incapsulati

    News
        Renishaw, lo specialista mondiale di prodotti di metrologia, lancia l'innovativa serie di encoder lineari assoluti incapsulati FORTiS, ideali per ambienti estremi, come l'interno delle macchine utensili.   Il design di FORTiS si basa sulla comprovata tecnologia RESOLUTE™ e garantisce un'elevata resistenza ai contaminanti liquidi e solidi. L’encoder presenta un corpo estruso con alette sigillanti collegate in senso longitudinale ed estremità sigillate. Il corpo del lettore è collegato all'unità ottica sigillata mediante una lingua metallica attraversa tutta la lunghezza dell'encoder passando per le alette. Il movimento dell'asse lineare porta il lettore e le ottiche ad attraversare la riga assoluta dell'encoder (fissata all'interno del corpo), senza contatti meccanici.     Gli estrusi sono disponibili con due profili diversi, che possono essere scelti in base alle proprie esigenze di spazio. L'encoder lineare FORTiS-S™ ha dimensioni standard ed è disponibile in vari formati per lunghezze di misura che vanno da 140 a 3040 mm. Può essere installato direttamente su una superficie lineare tramite i fori presenti nel corpo dell'estruso. L'encoder FORTiS-N™ può misurare lunghezza da 70 a 2040 mm e presenta un'estruso con sezione più stretta e un lettore compatto, che ne agevolano l'installazione in piccoli spazi. Questo modello può essere montato direttamente su una superficie lavorata, tramite i due fori posti sulle estremità oppure utilizzando una barra di montaggio che assicura maggiore rigidità.   Ian Eldred, capo progetto Renishaw per FORTiS, ha illustrato le caratteristiche esclusive e innovative del design:   "Il nuovo encoder assoluto e incapsulato della serie FORTiS è il risultato di molti anni di ricerche e sviluppo dei tecnici Renishaw. Grazie all'innovativo design meccanico senza contatto che non richiede carrelli o guide meccaniche, garantisce un'ottima ripetibilità, isteresi minima e prestazioni di misura eccellenti. Le alette sigillanti DuraSeal™ sono state sviluppate e messe a punto da Renishaw dopo cinque anni di test di resistenza in condizioni estreme e, se utilizzate insieme a un sistema di soffiaggio dell'aria, assicurano una resistenza straordinaria all'usura e ai lubrificanti della macchina, una capacità sigillante che non teme confronti e una protezione degli ingressi conforme a IP64".   Ha poi continuato: "gli encoder assoluti FORTiS integrano anche speciali smorzatori a massa risonante che assicurano una resistenza alle vibrazioni di ben 30 g, una prestazione da record per un encoder incapsulato. L'installazione dei dispositivi FORTiS è semplice e rapida e consente agli utenti di risparmiare molto tempo, dedicandolo ad altre attività produttive".     Vantaggi degli encoder assoluti FORTiS   Gli encoder assoluti della serie FORTiS sono progettati per assicurare robustezza e resistenza in caso di urti meccanici e vibrazioni. Se installati con barre di montaggio, tutti gli encoder FORTiS-S e FORTiS-N sono in grado di resistere fino a 30 g, assicurando un'eccellente metrologia anche negli ambienti più estremi e in applicazioni di controllo del movimento particolarmente impegnative.   Oltre agli estrusi, gli encoder FORTiS sono protetti dalle contaminazioni da un ulteriore livello di sigillatura: l'unità ottica del lettore (che opera all'interno del corpo) è a sua volta sigillata in conformità a IP67 per impedire contaminazioni da parte di liquidi, trucioli o altri detriti. Inoltre, l'ottima sigillatura del corpo dell'encoder FORTiS riduce la portata del sistema di soffiaggio dell'aria, abbassando i costi operativi e accrescendo la longevità del sistema.   Gli encoder FORTiS utilizzano una serie di protocolli per comunicazioni seriali che includono BiSS C, BiSS Safety, Siemens DRIVE-CLiQ, FANUC, Mitsubishi, Panasonic e Yaskawa. Le dimensioni dell'encoder e il posizionamento di spazi e fori sono compatibili con una vasta gamma di sistemi alternativi, moderni, ma anche più datati.   A differenza dei metodi di installazione tradizionali, FORTiS può essere rapidamente installato anche senza dispositivi di diagnostica periferici. Il LED di impostazione, brevettato da Renishaw, e una serie di accessori realizzati con estrema cura assicurano installazioni perfette al primo tentativo, in tempi molto più rapidi rispetto ai sistemi convenzionali, anche in spazi ristretti.     Le funzionalità dell'encoder possono essere ulteriormente ampliate al momento dell'installazione, utilizzando un normale connettore USB per collegare un Advanced Diagnostic Tool, ADTa-100 a un PC in cui sia installato il software ADT View di Renishaw. Tale soluzione consente di accedere a un'intuitiva interfaccia grafica con informazioni diagnostiche avanzate, inclusi i principali parametri dell'encoder, come ad esempio l’intensità del segnale sulla lunghezza dell'asse. Per maggiore garanzia, è possibile salvare una registrazione permanente dei dati di installazione.   Gli encoder assoluti FORTiS hanno ricevuto l'approvazione CE e sono prodotti direttamente da Renishaw con severe procedure di controllo di qualità, certificate ISO 9001:2015. Sono inoltre supportati da una rete di assistenza, attiva a livello globale.   Contatta il rappresentante Renishaw di zona per scoprire in che modo gli encoder assoluti della serie FORTiS possono contribuire a risolvere i tuoi problemi di metrologia.   Per informazioni tecniche più dettagliate sul nuovo encoder lineare FORTiS di Renishaw, visita www.renishaw.it/fortis.    
    • 18.02.2021
  • Come aumentare la produttività senza investimenti aggiuntivi

    Come aumentare la produttività senza investimenti aggiuntivi

    News
        Produrre di più con lo stesso numero di torni significa aumentare l’efficienza. Significa sfruttare meglio il proprio potenziale. Spesso non si associa la metrologia alla possibilità di aumentare la produzione, talvolta viene associata ad uno spreco. Questo è corretto se la metrologia è fine a sé stessa. Effettivamente, se si utilizzano strumenti tradizionali per un controllo di processo questi sono spesso imprecisi, soggettivi, richiedono tempo e non restituiscono feedback alla produzione. Ci possono volere decine di minuti per un controllo completo che fornisca dati utili a correggere il processo.   Utilizzare una macchina di misura ottica VICIVISION cambia completamente la situazione. Risultati precisi in pochi secondi e raccolta dati in digitale. L’operatore potrà vedere quali valori si trovano prossimi al limite di tolleranza ed analizzarne il trend nel tempo. Potrà correggere il processo prima che questo produca pezzi scarto e costringa ad un fermo macchina. Il fine ultimo di una macchina di misura ottica non è solo quello di misurare, bensì quello di mantenere la produzione sempre in tolleranza evitando quindi i fermo macchina. Il risultato è che con lo stesso numero di torni si produce di più. Tutti i vantaggi di una macchina ottica in produzione: scarica catalogo completo Vuoi parlare con un esperto? Lasciaci un commento e verrete contattati dal Team VICIVISION   Vici & C. S.p.A. Via Gutenberg 5, 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), Italy follow on Linkedin | www.vicivision.com
    • 18.02.2021
  • Acquisizione da parte del gruppo EMAG: la Samputensili diventa EMAG SU

    Acquisizione da parte del gruppo EMAG: la Samputensili diventa EMAG SU

    News
        Il 3 febbraio 2021 la Samputensili Machine Tools e la Samputensili CLC – compresi i 78 dipendenti nei due stabilimenti vicino Bologna e Reggio Emilia – sono state acquisite dal gruppo EMAG. In questo modo il costruttore tedesco dà vita a una nuova azienda tecnologica: la EMAG SU Srl, un’affiliata dell’azienda distributrice italiana già esistente EMAG MILANO Srl. I due stabilimenti della Samputensili Machine Tools e della Samputensili CLC vengono raggruppati nella EMAG SU Srl. La nuova azienda punta a un fatturato di 35 milioni di euro entro il 2025.     EMAG dispone da decenni di un vastissimo know-how sulle tecnologie e le applicazioni. Il produttore di macchinari della Germania meridionale gestisce al meglio l’intera catena di processo, dalla lavorazione su non temperato a quella su temprato, rappresentando così un valore aggiunto decisivo per il successo delle singole soluzioni produttive e i sistemi di produzione completi. Con l’acquisizione di Samputensili Machine Tools e Samputensili CLC, EMAG amplia il proprio spettro di tecnologie puntando sulle dentature: “rettifica dei fianchi dei denti”, “rasatura”, “stozzatura”, “rettifica del profilo” e “rullatura”. Queste tecnologie completano alla perfezione il portfolio di lavorazioni per la dentatura di EMAG che comprende, ad esempio, la dentatura a creatore, la smussatura e la sbavatura. L’intera ingegneria meccanica di EMAG trae sicuramente vantaggio da questo investimento, grazie al quale è possibile offrire soluzioni produttive nuove e complete. Le soluzioni offerte spaziano dalla prima tornitura e dentatura di un pezzo grezzo alla rettifica dei vari spallamenti fino alla rettifica finale dei fianchi dei denti, quest’ultima grazie alla tecnologia Samputensili.   Al contempo con l’acquisizione di Samputensili Machine Tools e Samputensili CLC EMAG amplia il proprio bacino clienti in quanto la tecnologia del costruttore italiano di macchinari viene impiegata anche nella produzione di pompe e compressori e di componenti degli impianti eolici, per l’industria aerospaziale e navale, nelle trasmissioni industriali e nelle macchine agricole. “L’industria automobilistica continua a rimanere un settore importante per EMAG. In questo ambito anche le procedure di lavoro di Samputensili rivestono un ruolo di primo piano”, spiega Francesco Zambon, amministratore delegato EMAG Milano. “In parallelo vorremmo penetrare maggiormente nel settore non automotive, forti del nostro vasto know-how sui processi. La possibilità di interconnettere la nostra distribuzione con la clientela Samputensili è senza ombra di dubbio un’ottima possibilità.”   Una situazione win-win per entrambe le aziende La tecnologia di Samputensili Machine Tools è richiesta in tutto il mondo: in settori quali tecnologia aerospaziale, industria automobilistica e navale e in svariati altri settori industriali, le conoscenze e le esperienze nel campo della lavorazione degli ingranaggi di questa eccellenza italiana sono particolarmente stimate. I macchinari per la rettifica, la stozzatura e la rasatura impiegati sono estremamente precisi: solo poche aziende possono garantire un così ampio spettro di prodotti altamente tecnologici. Di conseguenza le opportunità di mercato per la Samputensili continueranno a essere eccellenti anche in futuroin quanto, per far fronte alla trasformazione tecnologica in corso in questi settori e alla concorrenza globalizzata, è necessaria un’elevata specializzazione dei produttori di macchine: c’è sempre più bisogno di soluzioni produttive più efficienti per garantire costi per pezzo più bassi e una maggiore qualità dei componenti nell’ordine dei micrometri. Partendo da queste premesse, Samputensili trae particolarmente vantaggio dalla presenza a livello globale del gruppo EMAG: il costruttore di macchine della Germania meridionale si occupa della distribuzione a livello mondiale dei macchinari, ponendo così solide basi per il successo futuro. Le infrastrutture di distribuzione e assistenza presenti della Samputensili verranno integrate e ampliate in maniera mirata. “Nei settori applicativi di cui ci occupiamo, la consulenza dei clienti è estremamente importante” conferma Zambon. “Di conseguenza dobbiamo garantire una presenza capillare e fornire servizi di consulenza personalizzati per i singoli mercati e settori. Tutto questo è possibile grazie alla distribuzione globale EMAG. Ci siamo posti come obiettivo l’acquisizione e l’ampliamento dei nuovi settori applicativi della EMAG SU.”   Inoltre le reti di produzione delle due aziende confluiscono assieme: in futuro diversi componenti e gruppi costruttivi delle macchine Samputensili verranno prodotti nello stabilimento produttivo di EMAG a Zerbst, una delle fabbriche di macchine utensili più moderne d’Europa. Il montaggio finale delle macchine continuerà ad essere eseguito nei due stabilimenti in Italia. In questo modo molte delle soluzioni di Samputensili continueranno ad essere prodotte con maggiore rapidità ed efficienza. La qualità della macchina prodotta aumenta ulteriormente.             Ulteriori informazioni   Informazioni su Samputensili Da circa 50 anni Samputensili sviluppa e produce un’ampia gamma di macchine utensili nella sede principale di Bentivoglio (Bologna), recentemente presso la propria azienda Samputensili Machine Tools. Il campo di attività principale è la lavorazione grossolana e di finitura di ingranaggi, alberi, viti senza fine, rotori e altri pezzi a forma di vite impiegati nella costruzione di macchine, nell’industria aerospaziale e nell’industria automobilistica e dei robot. Grazie alle soluzioni straordinariamente innovative, ad esempio la rullatura, la rasatura e la stozzatura, Samputensili garantisce ai propri clienti vantaggi decisivi sulla concorrenza e un rapido “return in investment”. Le caratteristiche altamente tecnologiche, come ad esempio gli azionamenti lineari, i concetti per il risparmio energetico, i processi paralleli e i sistemi di misura e ravvivatura integrati mostrano gli elevatissimi standard dell’azienda. Samputensili investe continuamente in ricerca e sviluppo. L’efficienza e l’ecosostenibilità delle macchine sono in primo piano.   Nel 2019 la Samputensili Machine Tools si è fusa con l’azienda italiana CLC, un produttore storico di dentatrici a creatore e stozzatrici, creando l’azienda Samputensili CLC. A partire dall’anno della fusione, nella sede di Cadelbosco di Sopra, in provincia di Reggio Emilia, vengono prodotte dentatrici a creatore e stozzatrici. Samputensili CLC amplia la gamma di prodotti della Samputensili Machine Tools con le soluzioni per la dentatura.    Informazioni sui prodotti di Samputensili Machine Tools e Samputensili CLC Samputensili Machine Tools dispone di un’offerta completa di macchine utensili innovative che copre l’intero processo di dentatura:   •        Fanno parte della gamma di prodotti le sbavatrici e smussatrici per la realizzazione di ingranaggi a denti dritti ed elicoidali con tempi ciclo estremamente ridotti, perché smussatura, lisciatura e sbavatura vengono eseguite sempre in corso di lavorazione. Gli utensili autocentranti garantiscono una smussatura simmetrica su entrambi i lati del pezzo. •        Le macchine per la rettifica dei profili, con i potenti mandrini principali, vengono impiegate, ad esempio, per la lavorazione di dentature esterne ed interne, corone dentate, viti senza fine, rotori e altri pezzi a forma di vite. Con queste macchine è possibile realizzare lotti di piccole e grandi dimensioni. Questa tecnologia convince per precisione, tempi di attrezzaggio ridotti e affidabilità. Le unità di ravvivatura integrate garantiscono la sicurezza del processo necessaria. Sono disponibili diversi mandrini di diversa potenza a seconda delle dimensioni e dei tipi di mola. È possibile interconnettere facilmente le macchine a varie tecnologie di automazione e integrare i sistemi di misura interni.  •        Le rullatrici sono soluzioni su misura per la sgrossatura e la finitura degli ingranaggi dentati. Tempi truciolo/truciolo ridotti, concetti asse intelligenti, stabilità termica e meccanica e un’elevatissima facilità d’uso permettono la rettifica di pezzi di dimensioni e geometrie differenti. Inoltre la SG 160 SKYGRIND di Samputensili è la prima rettificatrice a secco del mondo. Questa lavorazione è resa possibile dalla combinazione intelligente di pelatura-dentatura a creatore e rullatura. •        Le rasatrici (a seconda del modello e della configurazione degli assi) eseguono tutti gli interventi di rasatura: dalla rasatura a tuffo e parallela alla rasatura trasversale e diagonale. In questo modo vengono prodotti alberi e ingranaggi di varie dimensioni, destinati a essere impiegati nelle trasmissioni di automobili e motocicli, nelle trasmissioni industriali e negli ingranaggi delle pompe. L’elevata rigidità delle macchine garantisce risultati estremamente precisi. I potenti assi portautensili e portapezzo garantiscono processi efficienti anche in caso di lotti di produzione di diverse dimensioni. •        Le affilatrici per utensili vengono utilizzate per la profilatura dei coltelli stozzatori e di creatori, per l’affilatura dei rasatori e la rettifica degli ingranaggi master e di riferimento. I diversi metodi di rettifica, a seconda delle operazioni da svolgere, garantiscono tempi ciclo minimi e utensili rettificati alla perfezione. Tutti i movimenti vengono eseguiti dagli azionamenti lineari e rotativi digitali. Le soluzioni di cambio rapido facilitano il comando delle macchine. •        Il marchio Samputensili CLC produce macchine dentatrici a creatore orizzontali per alberi e pezzi lunghi e stozzatrici verticali. Le potenti soluzioni offerte presentano una struttura modulare e possono essere configurate in maniera flessibile per rispondere agli svariati requisiti dei clienti.   Informazioni su EMAG Il gruppo EMAG è uno dei pochi a fabbricare sistemi di produzione che coprono l'intera catena di processo, dalla lavorazione su non temprato a quella su temprato. Grazie all'accesso a una vasta gamma di tecnologie (tornitura, foratura, fresatura, dentatura, rettifica, saldatura laser, tempra induttiva, sbavatura ECM, lavorazione PECM, automazione), EMAG realizza intere catene di processo non solo per la lavorazione di trasmissioni, motori e componenti del telaio e svariate soluzioni per il settore non-automotive. L’azienda storica con sede a Salach, vicino Göppingen, si rifà alle esperienze di tutte le aziende confluite nel gruppo EMAG e offre ai clienti soluzioni di produzione modulari “chiavi in mano” di massima qualità. Macchine singole, sistemi di produzione completi, fornitori di pezzi o produttori OEM: EMAG offre sempre l’applicazione giusta per una gamma di prodotti vastissima.   Per informazioni: https://www.emag.com/it/impresa.html      
    • 18.02.2021
  • VICIVISION - Il controllo dimensionale  direttamente in officina

    VICIVISION - Il controllo dimensionale direttamente in officina

    News
        Soluzioni tecnologiche di controllo qualità per aziende all’avanguardia   Spesso per i produttori di componenti può risultare difficoltoso ottenere risultati accurati ed oggettivi nella misurazione di filetti torniti, tipici di raccordi ed alberi, e filetti rullati. VICIVISION è specializzata nella realizzazione di macchine di misura ottica e sistemi di controllo qualità, dedicati al miglioramento dell’efficienza in produzione. Tutte le macchine sono progettate per operare in ambiente di produzione. Con un unico strumento è possibile rilevare, in modo semplice ed automatico e in pochi secondi, decine di misure: statiche, geometriche, misure di filetto, di forma e di dado. Con oltre 40 centri specializzati nel mondo, VICIVISION assicura un servizio orientato al cliente, accurato ed immediato, dall’analisi dell’applicazione alla risoluzione del problema. Gli strumenti di misura VICIVISION vengono progettati e prodotti internamente, attraverso le fasi più importanti: assemblaggio, controllo qualità, calibrazione. L’azienda si occupa direttamente della formazione dei tecnici e garantisce un supporto adeguato per ogni strumento di misura e per ogni applicazione, vantando una customer satisfaction 98% positiva.   Il top della tecnologia per ogni applicazione VICIVISION propone una vasta gamma di sistemi di misura ottica per alberi, elementi torniti e rettificati, bulloneria e non solo. La disponibilità di oltre 20 modelli permette di scegliere il campo di misura che meglio si adatta al tipo di produzione: macchine ottiche con campi di misura da 40 a 180 mm di diametro, da 300 a 1250 mm di lunghezza. La gamma modulare della serie Techno permette di scegliere il modello più adatto al tipo di produzione. Il campo di applicazione dei sistemi VICIVISION è pressoché illimitato: Impianti dentali e biomedicali, Micromeccanica, Turbine, Valvole, Camme, a servizio anche di settori prestigiosi come l’automotive e l’aerospace. La filosofia aziendale è fortemente orientata al cliente, che è visto come fonte di ispirazione per tramutare le esigenze in nuove opportunità. L’ascolto è il punto di partenza per instaurare un dialogo trasparente con le persone, per stimolare la curiosità ed alimentare l’impegno e la passione nell’affrontare sempre nuove sfide. La mission di VICIVISION è applicare l’automazione ai processi per massimizzarne l’efficienza e l’affidabilità, affinché l’eccellenza diventi metodo. Ridurre gli scarti, ottimizzare gli investimenti ed ottenere prodotti più performanti genera un risparmio energetico, incrementa la qualità e migliora la produzione, tutelando l’ambiente.     CASE HISTORY - L’ESPERIENZA DI TECHNOSET UK: La macchina di misura lavora in officina in prima linea. Molto più di una macchina a scansione.       Technoset opera prevalentemente nel mercato aerospaziale e produce pezzi avanzati e di alta gamma con differenti particolarità e geometrie che richiedono un’altissima precisione. Sempre attenta agli investimenti in macchine utensili all’avanguardia, l’azienda ha deciso di puntare alto anche nel controllo qualità. Kevan Kane, Managing Director di Technoset, racconta: “Circa 15 anni fa abbiamo investito nella OGP Smart Scope: questo ci ha consentito di misurare alberi e parti prismatiche ruotando e orientando i pezzi per misurare le posizioni dei fori o determinate geometrie. Recentemente abbiamo acquistato la VICI, che è molto più di una macchina a scansione. Il bello di questa macchina è che puoi programmare il pezzo molto rapidamente: l’operatore in modo estremamente semplice carica il pezzo in macchina e preme un pulsante; la macchina scansiona il prodotto, lo riconosce automaticamente e lo inoltra direttamente al programma. In 30 secondi si ottiene un report di circa 30/35 misure in tolleranza, o che richiedono attenzione perché al limite della tolleranza e che vanno riportate all’interno degli standard. La macchina VICIVISION e le macchine OGP sono attrezzature resistenti e possono essere utilizzate in produzione. Infatti le teniamo in officina, in prima linea, perché da lì è possibile mantenere la produzione sempre in funzione e in tolleranza. Per noi l’affidabilità è una caratteristica imprescindibile nel rapporto con i fornitori. I tecnici VICIVISION sono sempre disponibili per risolvere problematiche o per affrontare specifiche esigenze relative ad un programma o ad un pezzo misurato. L’aspettativa del cliente è di ricevere il massimo della qualità nel minor tempo possibile, ma anche al minor costo. Caratteristiche che - unitamente alla rapidità di risposta, alla garanzia di precisione e affidabilità - hanno inciso molto sulla decisione di acquistare VICIVISION. Senza un tale livello di misurazione, è impossibile riuscire ad ottenere prodotti così complessi con la stessa sicurezza. La macchina VICIVISION è perfetta per rispondere alle caratteristiche di eccellenza determinate da Technoset. E’ grazie a questa tecnologia avanzata che possiamo continuare a crescere”.   www.vicivision.com    
    • 13.02.2021
  • 20th EDITION OF SUBCONTRATACIÓN IN 2021,  A BUSINESS FORUM FOR SMES AND SUPPLIERS

    20th EDITION OF SUBCONTRATACIÓN IN 2021, A BUSINESS FORUM FOR SMES AND SUPPLIERS

    News
          This year will see the 20th edition of the Subcontratación, subcontracting trade show, closely working with small and medium enterprises to build an event aimed to do business. Its support for SMEs has remained strong over the past 40 years, and this year's event will bring the sector back together over 26-28 October, as part of the +Industry platform. Subcontratación has made a mark down through the years as Spain's only trade show featuring manufacturing processes and equipment for SME outsourcers and as a benchmark event for advanced manufacturing. The various Chambers of Commerce and sectoral associations have come together to organise the event yet one more year. This year's edition will once again combine an exhibition space with large-scale B2B encounters at the 19th European Subcontracting Meeting, organised by the Barcelona Chamber of Commerce, the Bilbao Chamber of Commerce and Bilbao Exhibition Centre, working together with the Spanish Outsourcing Network. At the 2019 event, more than 1000 interviews were held, allowing subcontractors and buyers to forge links and strike deals.   The exhibition area at Subcontratación 2021 will feature companies from the field of manufacturing processes, including foundry, part machining, and moulds, to name a few, as well as specialists in surface treatments and coatings and prototypes. A wide range of companies will take part, showcasing essential processes, cutting-edge technologies and everything in between, including complete manufacturing processes. The event offers the added attraction of being held as part of +Industry, one of the leading industrial platforms held at Bilbao Exhibition Centre. Along with Subcontratación, another six trade shows will run concurrently at BEC - Industry Tools by Ferroforma, Addit3D, Pumps&Valves, Fitmaq, Maintenance and BeDigital, making +Industry the country's biggest Smart Manufacturing meeting point.   Bilbao Exhibition Centre  Ronda de Azkue, 1  48902 Barakaldo - BIZKAIA  www.bilbaoexhibitioncentre.com
    • 13.02.2021
  • Anteprima mondiale: DMG MORI presenta il centro di tornitura/fresatura CLX 450 TC, la nuova generazione nella lavorazione completa su 6 lati

    Anteprima mondiale: DMG MORI presenta il centro di tornitura/fresatura CLX 450 TC, la nuova generazione nella lavorazione completa su 6 lati

    News
    Con il nuovo CLX 450 TC e il suo mandrino di tornitura/fresatura compactMASTER, DMG MORI risponde alle crescenti esigenze di tornitura universale.   Nuova generazione nella lavorazione completa su 6 lati       Massima fruibilità dell’area di lavoro grazie al mandrino compactMASTER Cambio utensile automatico con 30 o (in opzione) 60 utensili per la massima flessibilità Nessun utensile angolare richiesto grazie all’asse B (risoluzione 0.001°) Tempi di attrezzaggio e tempi passivi minimi grazie a multitools e utensili gemelli Tornitura e fresatura eccentriche con asse Y di serie         Da decenni le macchine universali di DMG MORI sono parte integrante del parco macchine con numerose operazioni CNC. Con il nuovo CLX 450 TC, il produttore di macchine utensili è riuscito ancora una volta a ridefinire la tornitura universale. Per soddisfare le crescenti esigenze di produzione con minori quantità minori e una maggiore varietà di pezzi, DMG MORI crea una nuova serie con CLX TC, in cui un asse B con mandrino compactMASTER turn & mill sostituisce la tradizionale torretta portautensili. A bordo ci sono un cambio utensile automatico con magazzino utensili, il solito potente mandrino principale e la contropunta o un contromandrino opzionale. Ciò rende l’anteprima mondiale nella nuova generazione della lavorazione completa su 6 lati.     “Gli ultimi tempi hanno chiaramente dimostrato la crescente importanza della lavorazione di tornitura/fresatura,” afferma Harry Junger, Amministratore Delegato di GILDEMEISTER Drehmaschinen, esaminando gli sviluppi del mercato. La complessità dei pezzi è in constate aumento e la riduzione dei tempi di attrezzaggio è una priorità, dice Junger.  “Come produttore di macchine utensili rispondiamo a questa tendenza con una migliore integrazione tecnologica, come lo dimostra il nuovo CLX 450 TC.”       Il concetto di macchina con asse B richiede solo un utensile per il mandrino principale e il contromandrino.     L’elemento principale del nuovo CLX 450 TC è l’asse B con il mandrino di tornitura/fresatura compactMASTER. Un asse Y consente lavorazioni eccentriche anche nella versione standard, mentre il magazzino utensili – fino a 60 posti, 30 posti di serie – permette la produzione di diversi componenti senza attrezzaggi intermedi. Gli utensili possono essere caricati e scaricatici parallelamente alla lavorazione riducendo significativamente i tempi di attrezzaggio.   “Il concetto macchina con asse B richiede solo un utensile per il mandrino principale e il contromandrino”, spiega Harry Junger.  Inoltre, è possibile l’utilizzo di multitools e utensili gemelli, in modo di non ostacolare l'automazione flessibile nei turni non presidiati. Il mandrino compactMASTER offre i vantaggi simili della fresatura CNC: un solo utensile per la fresatura radiale e assiale, non sono richieste teste angolari e la lavorazione complessa è possibile con utensili standard.   Grazie all'asse B con mandrino di tornintura/fresatura compactMASTER, le macchine CLX 450 TC consentono lavorazioni altamente produttive anche di parti complesse.   Secondo Harry Junger, l’asse B favorisce anche la stabilità del processo: “Consente la misurazione completa del pezzo già presente sulla macchina utensile. Un dispositivo di misurazione utensile integrato è disponibile sopra il mandrino principale al di fuori dell'area di lavoro.” Il rischio di collisione è anche significativamente inferiore con un utensile nell'area di lavoro, aggiunge. Una lunghezza di tornitura di 1.100 mm e un diametro di tornitura di 400 mm offrono spazio sufficiente per un'ampia varietà di componenti.   Sul lato del controllo, il CLX 450 TC è dotata del controllo SIEMENS 840D di facile utilizzo e di un pannello multi-touch da 19". Gli esclusivi cicli tecnologici DMG MORI per la lavorazione CNC velocizzano la movimentazione, il monitoraggio del processo e la programmazione fino al 60 percento. “Il know-how tecnologico è memorizzato nel programma e la programmazione guidata riduce al minimo i potenziali errori,” aggiunge Harry Junger, che è sicuro che il CLX 450 TC rappresenti un pacchetto adatto alle richieste del futuro: “Il centro di tornitura e fresatura offre tutto ciò che gli utenti, che pur essendo attenti al prezzo, possono aspettarsi da un tornio universale nel prossimo decennio”.   Per informazioni: DMG MORI Italia S.r.l. Via G. Donizetti 138 IT-24030 Brembate di Sopra (BG)
    • 10.02.2021
  • Il 2021 di BIG KAISER si apre con investimenti importanti che guardano al futuro

    Il 2021 di BIG KAISER si apre con investimenti importanti che guardano al futuro

    News
    •          Assistenza e supporto commerciale ancora più capillari •          Affidabilità e prestazioni superiori dimostrate con i fatti •          Garanzia illimitata dei prodotti in Svizzera •          Ottimizzazione degli stabilimenti produttivi e dell’infrastruttura IT   Ruemlang, Svizzera – 3 febbraio 2021 – BIG KAISER, leader mondiale nella realizzazione di utensili e soluzioni per lavorazioni meccaniche di altissima qualità e precisione, ha finalizzato diversi investimenti volti ad ampliare e perfezionare l’offerta di prodotti e servizi ai clienti europei, confermando le proprie ambizioni di crescita anche in uno scenario instabile e complesso come quello attuale.   Reto Adam, CEO di BIG KAISER, traccia un bilancio tutto sommato positivo dell’anno appena concluso: “Nonostante il permanere delle incognite dovute all’emergenza COVID-19, BIG KAISER prosegue a pieno ritmo l’implementazione di progetti interni ed esterni che erano già stati pianificati in precedenza. Gli effetti negativi lungo l’intera catena di fornitura legati al perdurare della pandemia ci hanno imposto di rivedere gli obiettivi che ci eravamo preposti 1 anno fa, ma, fortunatamente, la vitalità del settore medicale e dei costruttori di stampi ha bilanciato la contrazione delle attività nei comparti automotive e aerospace”.   Nel corso del 2020, BIG KAISER ha investito risorse nel potenziamento della sua rete tecnico-commerciale in Europa, incrementando la propria presenza nei mercati strategici di Svizzera, Italia, Austria, Svezia, Russia e Repubblica Ceca con l’introduzione a livello locale di nuove figure specializzate in segmenti di mercato specifici.   Dal 1 gennaio 2021 la filiale tedesca BIG KAISER GmbH è diventata BIG DAISHOWA GmbH, e si occupa della vendita e fornitura di un supporto locale completo per l'intera gamma di prodotti BIG DAISHOWA e BIG KAISER nel mercato tedesco.   Tutti gli utensili a marchio BIG KAISER / BIG DAISHOWA venduti in Europa sono fabbricati al 100% in Svizzera e in Giappone. L’ampio catalogo comprende più di 20.000 prodotti, tra i quali figurano portapinze, mandrini idraulici, teste di alesatura e bareni, frese e strumenti di misura, tutti rispondenti ai più stringenti standard di qualità. Le soluzioni BIG KAISER per le lavorazioni di precisione saranno in mostra a Milano dal 4 al 9 ottobre in occasione della fiera EMO, la mondiale dedicata alle macchine utensili e alla lavorazione dei metalli.   Inoltre, BIG KAISER offre ora a tutti i clienti svizzeri la garanzia illimitata dei suoi portapinze contro qualsiasi difetto di materiale o di fabbricazione, a dimostrazione del livello di fiducia che l'azienda ha nei suoi prodotti.   Prestazioni superiori dimostrate BIG KAISER si impegna da sempre a sviluppare e realizzare le soluzioni più avanzate dal punto di vista della qualità e delle performance: la testa di alesatura digitale EWA, la prima al mondo completamente automatizzata, ha ricevuto l’importante riconoscimento del Global Industrie Award 2020 nella categoria “Production Performance”. Grazie al design di auto-regolazione dei parametri di taglio, EWA consente di ottenere risultati eccellenti in termini di velocità e precisione di taglio senza che sia più necessario interrompere la lavorazione per procedere alla misura e regolazione dell’utensile, riducendo così in modo drastico il tempo di lavorazione e minimizzando gli sprechi di materiale dovuti ad errore umano.   Alla fine del 2020, BIG KAISER ha dimostrato ancora una volta le prestazioni superiori dei suoi portautensili nei test comparativi della forza di taglio che hanno messo a confronto i portautensili BIG KAISER con quelli della concorrenza. I risultati dei test hanno mostrato chiaramente che MEGA New Baby Chuck ha fornito i più alti valori di profondità radiale di taglio mantenendo livelli di vibrazione accettabili. I portautensili dei concorrenti hanno raggiunto tra il 50% e il 70% delle prestazioni dei portautensili BIG KAISER, il che ha permesso di ottenere tassi di asportazione e produttività più elevati, il che comporta una maggiore efficienza dei costi ed una maggiore durata dell'utensile.     Un 2020 segnato da importanti investimenti strategici Lo scorso anno BIG KAISER ha inaugurato il suo nuovo Tech Center presso la sede centrale di Ruemlang, in Svizzera. Si tratta di una struttura all’avanguardia che permette ai clienti di vedere da vicino gli utensili di BIG KAISER e di testarli, oltre ad ospitare meeting e sessioni di training.   Nonostante i ritardi provocati dalla pandemia, BIG KAISER ha continuato a migliorare la produttività installando con successo diverse macchine utensili e robot per l'automazione della produzione e dell'assemblaggio.   L'azienda ha inoltre proseguito il percorso di digitalizzazione dell'infrastruttura IT interna, migrando al più recente sistema di pianificazione delle risorse aziendali (ERP) di SAP e automatizzando la gestione della R&S con un sistema di gestione dei dati tecnici di prodotto (Product Data Management) in grado di generare migliaia di nuovi disegni all'anno. Il sistema IT implementato consente di gestire tutte le informazioni in modo sicuro ed efficiente, risparmiando tempo e attenuando in modo efficace l'errore umano.     Per informazioni: www.bigkaiser.eu/en 
    • 03.02.2021
  • Automazione immediata dei processi per le PMI: le soluzioni FANUC alla fiera digitale A&T 2021

    Automazione immediata dei processi per le PMI: le soluzioni FANUC alla fiera digitale A&T 2021

    News
      I visitatori dello stand digitale allestito per A&T 2021 potranno scoprire la flessibilità e semplicità di integrazione delle tecnologie dedicate alle imprese manifatturiere, interagendo in tempo reale in collegamento video con gli esperti di automazione di FANUC. Dal 10 al 12 febbraio FANUC partecipa ad A&T Digitale 2021, la fiera aumentata dedicata a innovazione, tecnologie, affidabilità e competenze 4.0, che in occasione di questa sua 15° edizione presenta in un inedito format dinamico e coinvolgente per i visitatori le migliori innovazioni, tecnologie e idee per migliorare la competitività e l’affidabilità delle aziende.   I visitatori potranno accedere allo stand digitale FANUC tramite un tour virtuale interattivo, e scoprire le più innovative soluzioni per automatizzare i processi produttivi della propria azienda tramite materiale informativo e video dimostrativi. Ad “accompagnarli” virtualmente in real time nella visita saranno gli esperti Tecnici e Application Engineer del team FANUC, che potranno interagire in ogni momento con gli ospiti in collegamento video e mostrare dal vivo dettagli e funzionamento dei prodotti esposti nello stand digitale.   “Con A&T cogliamo l’occasione di iniziare il 2021 con nuove sfide e mandare il nostro messaggio: FANUC c’è ed è pronta a supportare i propri clienti con le tecnologie più avanzate e in totale sicurezza, grazie al distance learning e ai video in assistenza remota”, afferma Marco Ghirardello, Managing Director di FANUC Italia.  “La digitalizzazione delle fiere ci accompagnerà per tutto il 2021, e affiancherà quelle in presenza. Siamo convinti che questo mezzo di divulgazione consentirà in futuro di amplificare le opportunità di business, supportando già da ora la ripresa”.   Focus sull’automazione dei processi per le PMI: protagonisti dello stand sono infatti i nuovi robot collaborativi della linea CRX, i robot SCARA della gamma SR ed il tool QSSR per l’integrazione immediata dei robot a bordo macchina.   I cobot CRX si distinguono per l’eccezionale facilità di integrazione e di uso, caratteristiche che lo rendono interessante per un ampio pubblico di utilizzatori, dalle grandi aziende alle piccole imprese, in cerca di una soluzione di automazione alla portata anche dei meno esperti.     I robot SCARA FANUC SR, con portata da 3 fino a 20 kg, sono semplici da installare e da programmare, grazie all’interfaccia basata su web e al controllo da tablet, e combinano prestazioni eccellenti in termini di velocità e precisione ad un’interfaccia ergonomica di facile accesso e a funzionalità intelligenti evolute per massimizzare la produttività.   QSSR (Quick & Simple Start-Up of Robotization) è il pacchetto che permette di integrare e programmare il robot direttamente dal CN, semplificando di fatto l’automazione delle macchine utensili. Asservire i centri di lavoro CNC ROBODRILL e le elettroerosioni a filo ROBOCUT con un robot per il carico/scarico del pezzo permette di ottimizzare il tempo ciclo e aumentare la produttività e la redditività della cella. Immediati i vantaggi che derivano dall’affidarsi ad un unico partner tecnologico come FANUC, produttore di robot, CNC e macchine intelligenti: anche gli utilizzatori meno esperti possono aumentare l’efficienza produttiva in pochi, semplici passi.     Anche i servizi dell’universo FANUC, potenziati e resi ancora più efficienti dall’utilizzo dei mezzi digitali, troveranno spazio nello stand virtuale dell’azienda giapponese. L’assistenza post-vendita FANUC Service First si avvale della nuova risorsa FANUC Assisted Reality, un servizio di realtà aumentata che guida i clienti nelle procedure più complesse di diagnostica remota, così come nella messa in servizio a distanza dei macchinari. Trasformazione digitale anche per la FANUC Academy, che affianca alla formazione in presenza tutta una serie di webinar a libero accesso per l’approfondimento delle nuove tecnologie abilitanti il 4.0 e corsi di e-learning per la programmazione e l’avviamento delle soluzioni FANUC dedicate all’automazione di fabbrica.   Ulteriori momenti di approfondimento saranno rappresentati da due webinar gratuiti, che introdurranno i visitatori di A&T 2021 alle nuove tecnologie sviluppate dall’azienda leader globale nella fornitura di soluzioni per l’automazione di fabbrica e alla loro facile implementazione in azienda. Appuntamento il 10 febbraio alle ore 11:00 con “Automazione delle Macchine Utensili ONE FANUC: tutti i vantaggi di un ecosistema di automazione condiviso” e il 12 febbraio alle 12:30 con “FANUC SCARA e CRX - il cobot easy per tutti”.   La piattaforma della manifestazione A&T 2021 sarà attiva per 3 giorni, dal 10 al 12 febbraio. I visitatori potranno accedere gratuitamente a stand digitali, meeting e contenuti esclusivi previa registrazione   Informazioni su: https://www.fanuc.eu/it/it      
    • 02.02.2021
  • DMG MORI DIGITAL EVENT Interattivo, digitale e dal vivo direttamente da Pfronten

    DMG MORI DIGITAL EVENT Interattivo, digitale e dal vivo direttamente da Pfronten

    News
    La tradizionale cerimonia inaugurale in digitale e più interattiva con presentazioni dal vivo, approfondimenti con gli esperti in sei lingue e lo showroom digitale con più di 25 macchine in esibizione.     Pionieri nell’automazione e digitalizzazione lungo l’intera catena del valore Disponibile in 6 lingue: presentazioni e colloqui con gli esperti dal centro tecnologico di Pfronten Incontrate l’esperto online: organizzate incontri dal vivo con gli esperti DMG MORI per esplorare insieme lo Showroom Digitale Digitalizzazione: prodotti software innovativi per una produzione a prova di futuro Automazione: elevata flessibilità ed efficienza grazie a PH Wheel e TH-AGV Anteprime mondiali CLX 450 TC: tornitura universale con lavorazione completa su 6 lati   M1: la fresatrice verticale a 3 assi di nuova concezione adatta a un´ampia gamma di applicazioni per tutte le officine DMF 300|8: prestazioni di fresatura costanti su una corsa di 3.000 mm DMG MORI DIGITAL EVENT: Dal 2 al 4 febbraio 2021 DMG MORI presenterà le tendenze e gli sviluppi innovativi del settore: in tempo reale, digitale e ancora più interattivo. Dal 2 al 4 febbraio 2021, DMG MORI offrirà un´alternativa contemporanea al tradizionale open house presso la sede di Pfronten. Sulla piattaforma dell´evento digital-event.dmgmori.com, il leader tecnologico mostrerà presentazioni dal vivo e colloqui di esperti sulle tendenze e gli sviluppi del settore, disponibili in sei lingue e integrati da contenuti specifici del mercato. Per dare il via all’evento DMG MORI presenterà gli ultimi sviluppi tecnologici con le anteprime mondiali 2021. I giorni successivi saranno dedicati all´automazione e alla digitalizzazione. In questo modo, DMG MORI sottolinea la sua posizione di pioniere nei settori innovativi lungo l´intera catena del valore, per una produzione a prova di futuro per i suoi clienti. Con il motto "Incontrate il vostro esperto", i visitatori hanno l´opportunità di discutere online argomenti specifici con i loro riferenti. Nello showroom digitale, DMG MORI presenterà oltre 25 machine high-tech, molte delle quali con soluzioni per una produzione automatizzata.   Disponibile in 6 lingue: presentazioni dal vivo e colloqui con gli esperti dal centro tecnologico di Pfronten.   “Finché gli eventi fisici sono possibili in misura limitata, il nostro focus sarà anche lo scambio interattivo con i nostri clienti e interessati ", afferma Irene Bader, Director DMG MORI Global Marketing, in merito al prossimo DIGITAL EVENT a Pfronten. “Questo è il motivo per seguendo da vicino e ci sviluppiamo continuamente nell´area delle presentazioni digitali dei prodotti”. "Le presentazioni dal vivo, offerte in sei lingue, saranno estese includendo conferenze di esperti e integrate con contenuti specifici del mercato". “Con delle sessioni di domande e risposte, gli spettatori avranno l’occasione di porre domande dal vivo ai relatori nello studio di Pfronten”. La maggiore interattività significa che gli spettatori possono essere indirizzati in modo ancora più specifico quando vengono presentati argomenti, ha aggiunto. Inoltre, gli ospiti possono condurre video chat online personali con i loro referenti nella sessione "Incontrate il vostro esperto", per approfondire argomenti specifici. Inoltre, sarà possibile condurre insieme all’esperto un tour dello Showroom digitale. Il Dr. Masahiko Mori, Presidente di DMG MORI COMPANY LIMITED, e Christian Thönes, Presidente del Consiglio di Amministrazione di DMG MORI AKTIEN-GESELLSCHAFT, apriranno l´evento con un´intervista sui più importanti settori futuri: digitalizzazione, automazione e sostenibilità.     Digitalizzazione: Prodotti software innovativi per una produzione a prova di futuro. La digitalizzazione industriale continua ad avanzare velocemente; anche nella produzione di macchine utensili e soprattutto in DMG MORI. Il leader tecnologico intende consentire ai propri clienti in modo completo e olistico la digitalizzazione della loro catena di processo. A partire dalle macchine high-tech, fondamento tradizionale del proprio modello di business, DMG MORI ha ampliato dinamicamente le proprie competenze. La gamma di prodotti e servizi digitali si estende dall´intelligenza e dalla connettività delle macchine di produzione ai sistemi basati sui dati per la preparazione del lavoro, la pianificazione della produzione, la manutenzione e la riparazione, all´integrazione senza barriere delle reti aziendali in sistemi decentralizzati della creazione di valore. Gli esperti di DMG MORI Digital GmbH accompagnano i clienti sin dalla consulenza fino all´implementazione di nuovi modelli di business nella piattaforma economica.   Automazione: Alta flessibilità ed efficienza grazie alle soluzioni PH Wheel e TH-AGV. I processi di produzione automatizzati fanno molto di più che ridurre i costi di manodopera: aumentano l´efficienza, la qualità e la flessibilità anche con la produzione locale. DMG MORI è in grado di offrire quasi tutte le macchine CNC della sua gamma con soluzioni di produzione automatizzata, che soddisfa le crescenti esigenze di produttività e flessibilità. Gli ultimi sviluppi nel portafoglio di automazione di DMG MORI includono, in primo luogo, il PH Wheel, un sistema di movimentazione pallet basato sulla tecnologia collaudata e brevettata del magazzino utensile a ruota. D´altra parte, DMG MORI ha ampliato l´area dei veicoli a guida automatica (AGV) con il TH-AGV. Il sistema di trasporto senza conducente consente il trasporto in autonomia alle rispettive macchine di fino a 16 stampi.   Anteprima mondiale: CLX 450 TC Riduzione del 100% del tempo di attrezzaggio grazie al fattore asse-B Le macchine universali di DMG MORI sono da decenni parte integrante del parco macchine di numerose operazioni CNC. Con il nuovo tornio CLX 450 TC, il produttore di macchine utensili è riuscito ancora una volta a ridefinire la tornitura universale. Per soddisfare le crescenti esigenze di produzione con quantità minori e una maggiore varietà di pezzi, DMG MORI crea una nuova serie con CLX TC, in cui un asse B con mandrino di tornitura / fresatura compactMASTER sostituisce la tradizionale torretta portautensili. A bordo ci sono un cambio utensile automatico con magazzino utensili, il potente mandrino principale e la contropunta o un contromandrino opzionale. Questa anteprima mondiale è quindi l´ingresso perfetto per ridurre al minimo i tempi di attrezzaggio con il fattore asse-B. Anteprima mondiale CLX 450 TC: per soddisfare le crescenti esigenze di produzione di piccole serie e una maggiore varietà di pezzi, DMG MORI crea una nuova serie con CLX TC, in cui un asse B con mandrino di tornitura / fresatura compactMASTER sostituisce la tradizionale torretta portautensili     Anteprima mondiale: M1 Fresatrice verticale a 3 assi di nuova concezione per tutte le officine Con 45 linee di prodotti, DMG MORI offre ai suoi clienti una varietà unica al mondo di macchine utensili per ogni applicazione di lavorazione dei metalli. Anche in questa impressionante molteplicità di scelte, ci sono sempre punti di partenza per nuovi sviluppi e miglioramenti significativi. Uno di questi è l´anteprima mondiale M1. Come macchine multiuso per l´uso quotidiano, le fresatrici universali CNC a 3 assi fanno parte di ogni officina. Ed essendo il più versatili possibili, devono costare poco. Nuova nella sua tipologia, questa anteprima mondiale è rivolta decisamente al mercato di massa. L´alta e dinamica rigidità statica, il perfetto comportamento di smorzamento e l´elevata stabilità termica del centro di lavoro verticale sono unici in questa classe. Questo si traduce in un chiaro valore aggiunto per i clienti: la M1 impressiona per le sue prestazioni anche in condizioni di fresatura difficili, raggiungendo un´eccellente precisione e offrendo una vita utile degli utensili notevolmente più lunga.   Anteprima mondiale M1: Su 6 m², l´M1 abbina una prestante area di lavoro di 550 × 550 × 510 mm e una tavola di 850 × 650 mm per pezzi fino a 600 kg.   Anteprima mondiale: DMF 300|8 Prestazioni di fresatura costanti su una corsa di 3.000 mm Dopo il lancio della serie di montanti mobili di nuova generazione con la DMF 200|8, segue ora l’anteprima mondiale della più grande DMF 300|8. Un piano di lavoro più grande offre agli utenti la possibilità di lavorare pezzi fino a 3.000 mm di lunghezza e portare la produttività a un nuovo livello. Con la paratia disponibile in opzione i clienti ottengono due aree di lavoro separate eliminando i tempi passivi. Un altro punto forte è la lavorazione opzionale di tornitura-fresatura. La DMF 300|8 beneficia dello stesso concetto di macchina innovativo della DMF 200|8: uno sbalzo costante garantisce prestazioni di fresatura sull´intera area di lavoro e il cambio utensile di nuova generazione avviene dietro il piano di lavoro in modo sicuro - con una lunghezza dell´utensile fino a 400 mm. Completato da un concetto di raffreddamento integrato, la DMF 300|8 garantisce una precisione termica molto elevata a lungo termine.   Anteprima mondiale DMF 300|8: Una tavola lunga 3.000 mm offre agli utenti la massima flessibilità nella lavorazione di pezzi lunghi - su tutta la larghezza della tavola o tramite paratia in due aree di lavoro separate   Iscrizioni direttamente da https://digital-event.dmgmori.com/
    • 29.01.2021
  • Renishaw organizza un webinar sull’utilizzo di sonde e software di misura per macchina utensile

    Renishaw organizza un webinar sull’utilizzo di sonde e software di misura per macchina utensile

    News
    Renishaw, l’azienda specializzata in metrologia di alta precisione, ottimizzazione dei processi produttivi 4.0, additive manufacturing e tecnologie per il settore medicale terrà un webinar gratuito dal titolo “Aumentare la precisione e la produttività dell’officina attraverso sonde Rengage e software di programmazione per CNC su base PC”, venerdì 5 febbraio dalle ore 10.00 alle ore 10.45.    Il webinar ha lo scopo di illustrare le caratteristiche delle sonde di misura per macchine utensili ad elevata precisione della famiglia RENGAGE™, illustrare come queste possano essere inserite in un ambiente produttivo 4.0 e controllate con software programmabili offline da PC come Productivity+. La possibilità di offrire software per programmare cicli di misura in ambiente offline non è nuova per Renishaw ma, oggi più che mai, i vantaggi sono ancora maggiori in quanto le operazioni di programmazione possono essere fatte direttamente da casa anziché in officina, venendo così incontro alle esigenze di quelle aziende che hanno parte del personale operante da remoto.   Verranno inoltre mostrate le migliori pratiche per ridurre gli scarti, aumentare la produttività, l’accuratezza e la redditività dei processi produttivi attraverso tecnologie e best practice che stanno ormai diventando lo standard nelle lavorazioni a macchina utensile, soprattutto per  quelle realtà che fanno della produttività, del rispetto dei tempi di consegna e nella ricerca della massima precisione il proprio cavallo di battaglia per affrontare le sempre più impegnative sfide della manifattura odierna.     Puoi assistere al webinar registrandoti a questo indirizzo: https://bit.ly/2LzT0vv
    • 19.01.2021
  • IVS SI SPOSTA A MAGGIO 2022

    IVS SI SPOSTA A MAGGIO 2022

    News
    La fiera, in principio prevista per il 25 e 26 maggio 2021 alla Fiera di Bergamo, è stata posticipata in conseguenza all’evoluzione dell’emergenza sanitaria.     Bergamo, 23 dicembre 2020 - Confindustria Bergamo e Ente Fiera Promoberg, hanno deciso di rinviare la quarta edizione di IVS Industrial Valve Summit, la fiera internazionale dedicata alle valvole industriali e alle soluzioni di flow control, ai giorni 25 e 26 maggio 2022. Il summit, inizialmente in programma per il 26 e 27 maggio 2021, si svolgerà sempre alla Fiera di Bergamo. Il protrarsi della delicata situazione globale legata agli effetti della pandemia da Covid-19 ha spinto gli organizzatori a posticipare la fiera di un anno, per tutelare la salute e la sicurezza delle persone oltre che per rispondere alle restrizioni sugli spostamenti e all’impatto sull’industria globale delle valvole. La decisione è figlia di un intenso confronto con gli espositori, i partner e gli attori di tutta la filiera delle valvole industriali.   «La decisione è stata presa - spiega Paolo Piantoni, Direttore Generale di Confindustria Bergamo - in considerazione della sfida eccezionale che il mondo sta affrontando e delle possibili evoluzioni della situazione epidemiologica. La nostra priorità è di garantire gli spazi della Fiera di Bergamo al presidio ospedaliero allestito per far fronte all’emergenza coronavirus. Per noi rappresenta uno strumento imprescindibile a servizio della comunità bergamasca e che pertanto deve restare finché sarà necessario». Il Direttore Generale di Confindustria Bergamo sottolinea che «la quarta edizione di Industrial Valve Summit avrà grande valore simbolico e rappresenterà un momento di rinascita non solo per la fiera e la filiera ma anche per tutto il territorio bergamasco, duramente colpito da questa inaspettata e sconvolgente crisi. Investiremo questo anno e mezzo che ci separa da IVS 2022 nel garantire un'ulteriore crescita della manifestazione in termini di espositori e di visitatori. IVS rappresenta la manifestazione più importante del calendario fieristico di Bergamo ed è vitale per la sostenibilità economica dell’Ente Fiera Promoberg».   Fabio Sannino, Presidente di Ente Fiera Promoberg, afferma: «Non posso che sottoscrivere le parole del Direttore Generale di Confindustria. Ripartire nel 2022 con un grande evento di respiro internazionale sarà una straordinaria occasione per la nostra fiera e per la nostra città, Il summit rilancerà la sua mission con operatori specializzati che arrivano da tutto il mondo mentre Bergamo potrà tornare sotto i riflettori dei mercati internazionali per la sua leadership nel manifatturiero industriale di qualità». Industrial Valve Summit proseguirà nel dialogo con la comunità che si è costituita attorno alla fiera. Gli organizzatori continueranno a lavorare per arricchire i contenuti del programma di conferenze e convegni di IVS 2022 e per potenziare l’azione comunicativa. L'evento sarà l’occasione per discutere tematiche e tendenze attuali ed esaminare gli sviluppi strategici della filiera.   I numeri di IVS Dal 2015, quando la fiera è nata, IVS è cresciuta anno per anno nel numero di visitatori, di espositori e del traffico sui canali di comunicazione. La terza edizione del summit ha richiamato a Bergamo più di 250 aziende e quasi 11.000 visitatori, numeri superiori del 36% rispetto alle 8.000 presenze fatte segnare nell’edizione 2017 e triplicati in confronto ai 3.500 accessi registrati nel 2015. Nei mesi che hanno preceduto l’ultimo appuntamento espositivo, gli accessi al sito internet di IVS sono quadruplicati.   Per informazioni: https://industrialvalvesummit.com/
    • 23.12.2020